Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il brasiliano Ilan Goldfein è stato eletto presidente della Banca islamica per lo sviluppo

Il brasiliano Ilan Goldfein (Reuters)

Il brasiliano Ilan Goldfein Questa è diventata domenica Primo presidente della Banca interamericana di sviluppo brasiliano (Banca Islamica di Sviluppo). Ha ricevuto il sostegno degli Stati Uniti e dell’Argentinache poche ore prima dell’inizio dell’assemblea ha inaspettatamente ritirato il suo candidato, Cecilia Todesca Buccoo.

Goldfagen Sostituirà Mauricio Claver Caroni in questa posizioneÈ stato eletto nel 2020 e licenziato a settembre per aver trattato con un dipendente con cui aveva una relazione intima. Il suo mandato è stato caratterizzato da tensioni con alcuni governatori, che di solito sono ministri delle finanze o altri organismi economici dei 48 Stati membri della banca, ea porte chiuse con parte del personale.

È stato istituito nel 1959 per contribuire a migliorare le condizioni di vita nella regione. La Banca islamica di sviluppo è diventata nel tempo una fonte di finanziamento per lo sviluppo economico, sociale e istituzionale dell’America Latina e dei Caraibi.

Godlfajn, nominato dal presidente uscente di estrema destra Jair Bolsonaro-Vado li Rivendica il suo carattere “non ideologico o partigiano”.

Ha ripetuto più volte nei giorni scorsi: “Serve un leader che non sia ideologico, non di partito, e che non discuta questioni non essenziali”.

Godlfajn finora Capo della divisione dell’emisfero occidentale del Fondo monetario internazionale.

Ha un dottorato di ricerca Economics presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), Master in Economics presso la Pontificia Università Cattolica E una laurea in economia da Università Federalei due dentro Rio de Janeiro.

mantenere una posizione Governatore della Banca Centrale del Brasile (BCB) tra maggio 2016 e febbraio 2019. Nel 2017 è stato eletto Migliore banca centrale dell’anno per la rivista bancarioe l’anno successivo fu nominato Miglior banchiere centrale per la rivista finanza globale.

Godolphin è attualmente capo della divisione dell'emisfero occidentale del Fondo monetario internazionale (FMI).
Godolphin è attualmente capo della divisione dell’emisfero occidentale del Fondo monetario internazionale (FMI).

L’esperienza lavorativa di Goldfajn nel settore privato include il suo lavoro in varie posizioni, come capo economista e partner presso Itaú Unibanco, co-fondatore presso Ciano Investimentos e partner ed economista presso Gávea Investimentos, tre principali istituzioni finanziarie in Brasile.

READ  Le Nazioni Unite definiscono insopportabile la situazione dei migranti al confine tra Polonia e Bielorussia | La Polonia sta violando il diritto internazionale effettuando rapidi rimpatri invece di concedere asilo

Ha ricoperto anche la carica di Presidente del Consiglio Consultivo della Repubblica Araba d’Egitto Credit Suisse Banca Brasile. Ha lavorato come consulente per numerose organizzazioni internazionali come la Banca Mondiale, le Nazioni Unite e il Fondo Monetario Internazionale.

Goldfajn, che afferma di essere un “buon manager e amministratore”, ritiene che l’IDB dovrebbe studiare come aumentare l’efficienza e andare avanti per fasi. “Bisogna studiare come migliorare il capitale esistente, come migliorare il bilancio della banca, e ci sono modi per farlo, con garanzie incrociate, con la compravendita di titoli, e misurando i rischi che ci sono nel portafoglio, ” ha incluso durante la sua campagna.

Si aspettava che fosse la sua priorità Lotta alla povertà e al cambiamento climaticoE il Insieme agli investimenti in infrastrutture. Inoltre, ha insistito sulla necessità di un maggiore dialogo con il consiglio di amministrazione. “Il prossimo presidente dovrà affrontare il morale basso, con molti conflitti, molta più ideologia, che deve essere rinvigorita”, ha detto ad AFP.”Ma questa è sia una sfida che un’opportunità”.

Continuare a leggere: