Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Barcellona si allena nella capitale, di Mikel Molina

Anche questa settimana gli elicotteri hanno solcato i cieli di Barcellona. Lo hanno fatto non per superare le rivolte come è avvenuto negli ultimi anni, ma per la presenza in città di capi di Stato, primi ministri o ministri che hanno partecipato a riunioni di alto livello.

Il rumore delle pale del rotore è stato sorprendente perché non capita spesso che Barcellona ospiti eventi come questa settimana. Ricordiamo che esiste una versione di alto livello dell’incontro del Cercle d’Economia, presieduto da Javier Faus, e del Forum per il dialogo tra Spagna e Italia, tornato sei anni dopo e organizzato da CEOE, Societat Barcelonina d’Estudis Ecoòmics i Socials de Foment e Agenzia di Ricerche e Legislazione, con il coordinamento di Enrico Letta e Josep Antoni Duran Lleida. Questo forum si è tenuto presso la sede di Foment del Treball, presieduto da Josep Sánchez Llibre.

L’elicottero Moss sorvola la riunione del Circolo سيرسير

ÀLEX GARCIA

In un certo senso, questa settimana è tornato ad essere chiaro che dietro le storie di successo di Barcellona c’è un’iniziativa privata o pubblico-privata originata dalla città stessa. Il governo o il pubblico non concede nulla. Solo se la proposta è ben preparata e concordata, finiscono per unirsi e offrire il loro supporto. Ma ci deve essere un approccio preventivo e non appellabile. Il capitale non è un diritto acquisito del Barcellona, ​​ma una rivendicazione in corso.

La città, che nel corso di una settimana avrà una presentazione globale grazie al Mobile World Congress, ha dimostrato in questi giorni di essere un luogo sicuro dal punto di vista della salute. Ma il ripristino di una certa normalità istituzionale si è visto anche, come testimonia la presenza del presidente, Pietro d’Aragona, all’opera con il re Filippo VI.

READ  La Banca centrale europea alza i tassi di interesse per frenare l'inflazione

I forum aziendali hanno esaminato questa settimana Barcellona: ora manca continuità

Tutto questo darebbe le ali al Barcellona per presentarsi come palcoscenico di incontri politici ed economici di alto livello e garantire la continuità di tali settimane. Perché la domanda che molte persone si pongono ora è: quando Barcellona riceverà di nuovo la visita ufficiale di un capo di stato straniero, come quello del presidente coreano Moon Jae-in?

L’esempio della Circle Conference mostra che per raggiungere questi obiettivi, la stessa società civile deve proporre, pianificare e agire, perché l’inerzia porta la città nella direzione opposta, verso l’irrilevanza.

Non mancano gli strumenti per far sì che il Barcellona si rafforzi ospitando meeting di altissimo livello. Due di essi sono marci per inutilizzo, ma sono comunque a disposizione di chiunque voglia riempirli di contenuti. Sono l’Unione per il Mediterraneo (UpM) e Casa Asia, che sono strumenti di diplomazia pubblica.

Leggi anche

La prima, un’agenzia intergovernativa di 42 paesi europei e mediterranei, è stata creata nel 2008 per promuovere il Processo di Barcellona. Da allora si indebolisce a Pedralbes. Molto raramente si sveglia dal suo torpore, lo scorso novembre, in una conferenza euromediterranea virtuale. Il giorno prima, il Segretario di Stato, Arancha Gonzalez Laya, ha pubblicato un articolo su La Vanguardia chiedendo un rilancio dell’istituzione, che era rapidamente tornata allo stato di zombi.

Opera commemorativa per il 20° anniversario di Casa Asia House.  Ministro degli Affari Esteri della Generalitat Victòria Alsina, Delegato del Consigliere per l'Assorbimento e la Cooperazione nel Comune di Madrid Santiago Saura, Ministro degli Affari Esteri Arancha Gonzalez Laya, Direttore Generale di Casa Asia Javier Barondo, Sindaco di Barcellona Ada Colao

Autorità nella legge del 20° anniversario della Coppa d’Asia

uomo spinoso

Casa Asia è un caso più semplice: questa organizzazione non ha una sede ordinata, poiché si trova ancora al meglio nell’edificio che occupava il mercato nazionale delle telecomunicazioni. Anche se il suo trasferimento alla Dipendenza di Palau de Pedralbes sarà determinato, non sarà immediato. In occasione del 20° anniversario di questa istituzione, un membro del consiglio comunale di Madrid, Santiago Saura, è stato accoltellato a morte quando ha sottolineato che la sede di Casa Asia a Madrid si trova in un edificio imponente.

READ  Domani il prezzo dell'energia elettrica aumenterà del 4,8% a 226,15 euro/MWh

Sarebbe un peccato non approfittare dell’attuale momento di distensione politica fino a quando consiglio comunale e consiglio comunale – il sindaco, Ada Colau, assumeranno sempre più i loro impegni istituzionali – per promuovere eventi rilevanti attraverso UpM, Casa Asia e altre organizzazioni internazionali. Uffici con sede a Barcellona.

Sembra che il governo di Pedro Sanchez sia deciso ad intensificare la sua presenza in Catalogna e nella sua capitale. È tempo di scendere a compromessi. Tenere una conferenza internazionale a Pedralbes sulla crisi migratoria nel Mediterraneo, ad esempio, sarebbe un argomento perfetto per riportare Barcellona sulla mappa geopolitica.

Altri premi internazionali

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha ricevuto venerdì il primo premio europeo per l’edilizia assegnato dal Dipartimento di Economia. È un premio che si aggiunge a un elenco non troppo lungo di premi internazionali offerti in Catalogna. Bandi come il Premio Internazionale Catalano, il Premio Fondazione Mies van der Rohe per l’Architettura Contemporanea, i Premi FAD per l’Architettura e il Design Europeo o quelli assegnati da editori nel campo linguistico dello spagnolo sono esempi di proiezione globale.

Collezione di Joan Miró

Barcellona non sempre realizza le migliori opere d’arte che apprezzano. La condizione delle sculture sulle strade pubbliche, ben conservate ma prive di alcun ruolo nella vita della città, è citata in altre occasioni in queste pagine. Un esempio di cosa si può fare con loro è stato fornito dal MNAC nelle sue attività pubbliche: il loro utilizzo come elemento di sfondo. Questo è ciò che fa il museo diretto da Pepe Serra quando apparecchia la tavola mentre presenta le sue conferenze stampa davanti allo splendido murale in ceramica di Joan Miró che il MNAC ha aggiunto alla sua collezione nel 2013.

READ  Nascono nuovi accordi sull'acqua tra Italia e Svizzera a causa della siccità?

A proposito di musei privati

Le dimissioni che il Barcellona ha assunto è la prova che i dodici corpi scoperti nel campione sono sorprendenti corpo umanos, a Las Arenas, appartengono a cittadini asiatici di origine incerta, in quanto non vi sono prove documentate di donazioni di cadaveri volontari per tali scopi commerciali. Soprattutto, in una città dove sono stati espressi giudizi molto critici sul livello artistico delle mostre che il Barcelona Hermitage Art Center dovrebbe programmare, la Fondazione ha promosso, come la precedente, con capitale privato.

Leggi anche