Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Iberia lascia il Covid e riprenderà la sua energia in inverno

Iberia Scalda i motori. La compagnia aerea ha confermato che ripristinerà tutta la sua capacità prima della diffusione dell’epidemia nella stagione invernale (dal 29 ottobre al 25 marzo) e che nel primo trimestre del 2023, grazie all’arrivo di nuovi aeromobili, vedrà una crescita del 105%. sulla sua capacità per il 2019. In un comunicato, ha spiegato che nell’ultimo trimestre dell’anno occuperà il 95% della sua capacità e che già nel primo trimestre del 2023 sarà testimone Crescita del 105%.Che, nella stagione invernale nel suo insieme, “si tradurrà in un’offerta che corrisponde effettivamente alla rete di voli e frequenze che offriva prima della pandemia”.

Iberia ha evidenziato di aver già ripristinato l’intera rete di voli e destinazioni in America Latina; Cresce negli Stati Uniti con la strada per Dallas; E pubblicherai un post più grande in diversi modi per lei Rete radiofonica corta e media in Spagna ed Europa. Nel dettaglio, ha confermato che in Spagna, nella rete radiofonica corta e media, dispiegherà maggiore capacità dall’inverno 2019, aumentando la sua presenza Entrambi sono in destinazioni con più traffico aziendale Come in vacanza. “In Spagna, Iberia ha rafforzato la sua posizione nel trasporto aereo, ripristinando tutte le frequenze in cui operava prima della pandemia”, ha aggiunto il gruppo.

Offrirà fino a 86 voli settimanali tra Madrid e Barcellona e i clienti avranno fino a quindici voli giornalieri in ciascuna direzione, con il mercoledì i giorni con il maggior numero di operazioni. Ciò rappresenta circa 700.000 posti, Leggermente superiore all’offerta nel 2019 a causa di, principalmente perché la rotta sarà operata da aeromobili Airbus A320neo di maggiore capacità. Allo stesso modo, l’azienda ha spiegato che in America Latina, questo fine settimana l’azienda aveva già riguadagnato il 100% della sua rete, con Voli diretti per Rio de Janeiro e Caracas, le ultime due destinazioni sono state sospese dopo la pandemia, con tre frequenze settimanali su ciascuna rotta. Cresce anche in Messico e sarà il mercato con la maggiore offerta con tre voli giornalieri, insieme a Bogotà – che passa da dieci a quattordici voli settimanali – e Buenos Aires, dove Iberia combina due voli giornalieri in questa stagione.

READ  Cesar Gaviria incontrerà Gustavo Petro in Europa?

Aggiungo l’Iberia Questo inverno circa 260 voli settimanali La maggior parte dei giornali collega l’Europa a diciotto destinazioni in sedici paesi dell’America Latina. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, Iberia ha indicato che la regione continua a guadagnare importanza nella sua rete, Per i prossimi mesi invernalila sua capacità è aumentata rispetto al 2019. Nello specifico, prevedeva di offrire 589.000 posti, ovvero un aumento del 15% rispetto al 2019, e quasi 2.000 voli, 21% in più rispetto all’inverno la pandemia. Iberia mantiene la rotta per Dallas tutto l’anno ea dicembre si trasferirà al T8 dell’aeroporto JFK di New York. in Europa, Spicca la crescita dell’Italia (Roma e Milano), Francia (Parigi), Svizzera (Ginevra) e Portogallo, dove per tutto l’inverno correrà la strada per Funchal.