Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I segreti del vino romano giacciono in fondo al mare

Il trasporto marittimo è sempre stato necessario per commercio tra luoghi lontani. Proprio come ora ci sono rotte commerciali che trasportano enormi navi Migliaia di container per tutte le regioni del mondoCiviltà precedenti come i romani utilizzavano le loro navi per commerciare tra le diverse regioni del territorio e scambiare merci. però, gli incidenti accadono Queste navi possono affondare e perdersi nelle profondità Mare. Scopri i suoi relitti Centinaia di anni dopo, fornisce ai ricercatori una preziosa fonte di informazioni, dal contenuto delle navi stesse al Materiali utilizzato per la sua fabbricazione.

Da anfore e vasi

Anche se si stima che lo fosse Inventato nel XV secolo aC. L’anfora è solitamente associata ai romani per il gran numero di resti, o pezzi completi, che sono stati trovati. Ha un’altezza di 35 metri e una base di 20.000 mq È costituito interamente da residui di anfore scartatiIl Monte Testacio È un buon esempio di quanto fossero popolari questi contenitori e delle enormi quantità che venivano prodotte. Decisivo era cioè l’anfora, in quanto permetteva il trasporto sicuro di vari alimenti e sostanze delicate. Per facilitare il commercio, il magazzino e la produzione, la produzione di anfore era altamente specializzata e standardizzata. Nella misura in cui Alcune misure di uso comune (equivalenti ai nostri litri) dipendevano da questi contenitori, come Anfora Quad, che equivaleva a circa 39 litri Da una bevanda di stagione davvero speciale: vino.