Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I rappresentanti evidenziano i contributi italiani alla Repubblica Dominicana

Il nuovo diario, Santo Domingo. – Il Gruppo di amicizia parlamentare italo-dominiano della Camera dei Deputati ha messo in evidenza i contributi dell’Italia allo sviluppo della Repubblica Dominicana, in particolare nell’architettura e nell’economia.

Il gruppo guidato dalla rappresentante della comunità domenicana in Europa, Lilly Florentino, ha effettuato la valutazione durante una visita al Museo delle Case Reali, situato nella zona coloniale, con l’obiettivo di ottenere una presentazione informativa del libro “Italian ” Patrimonio nella Repubblica Dominicana: Storia, Architettura, Economia e Società, a cura di Andrea Canibari, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Dominicana.

Spiegando parte del contenuto dell’opera, l’assistente ambasciatore, Mattia Lubini, ha affermato che il libro tenta di tracciare la storia della presenza italiana nella Repubblica Dominicana, principalmente dall’arrivo di Colombo fino ad oggi.

“È un libro che viaggia nei secoli per tracciare la presenza italiana, con i successi, le collaborazioni, l’amicizia, e le famiglie dall’Italia che sono venute qui e hanno deciso di restare e contribuire alla crescita con i domenicani in vari campi, ” ha detto Lubini.

Oltre al libro, i deputati hanno ricevuto una visita guidata di ogni spazio del museo, dove hanno potuto visionare una mostra fotografica di opere architettoniche progettate e realizzate dagli italiani nella Repubblica Dominicana.

Il Comitato dei Deputati era composto da Lili Florentino, che lo presiedeva, e Jorge Hugo Cavoli, un discendente italiano nominato nel suo libro, Gregorio Dominguez, Maria Elisa Suárez, Miguel Alberto Bogart, Carlexta Paola, Nicolas Hidalgo e Betty Jeronimo.

Il deputato Cavoli ha ringraziato l’ambasciata italiana per la pubblicazione del libro, rilevando che questo dettaglio rafforza i legami fraterni che storicamente esistevano tra i due Paesi.

READ  Futurmoda, un appuntamento di riferimento per il settore