Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I prezzi della benzina salgono di 20 centesimi in Italia al termine dello sconto governativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 2 gennaio 2023 – 16:47

Roma, 2 gennaio (EFE).- I prezzi della benzina in Italia sono aumentati in media di circa 20 centesimi al litro con l’avvicinarsi del nuovo anno, risentendo della fine del periodo di sconti varato dal governo lo scorso marzo. Ed è stato utilizzato nelle tasse riscosse sulla vendita di carburante nel paese.

L’anno 2023 è iniziato con un aumento diretto di 18,3 centesimi tra prezzi diretti e indiretti delle tasse pagate dagli italiani per ogni litro di benzina e gasolio, compreso un aumento generale dei prezzi del carburante, che ha già iniziato a farsi notare. Negli ultimi giorni del 2022.

Oggi la benzina self-service costa in media 1,732 euro al litro, il diesel 1,794 euro e il gas di petrolio liquefatto (GPL) 0,780 euro.

Un litro di benzina è salito a 1.891 euro e il diesel a 1.953, rendendolo più caro nelle stazioni con addetti alla benzina.

L’aumento del prezzo significa pagare circa 6 euro in più rispetto allo scorso 30 dicembre per riempire i tipici 30 litri di carburante nelle auto di media cilindrata, secondo i media locali.

La vendita di carburanti in Italia è soggetta a imposte dirette, IVA e diverse imposte indirette speciali, approvate inizialmente il 18 marzo 2022, le esenzioni applicate nel decreto del precedente esecutivo italiano e prorogate fino alla fine. anno.

Il mandato iniziale prevedeva una riduzione del 25% del prezzo al litro, che è stato accettato con l’aumento e la diminuzione dei prezzi del carburante.

La scomparsa di questi sconti, che facevano parte di un pacchetto di misure per affrontare gli aumenti dei prezzi causati dalla guerra in Ucraina, ha visto i carburanti tornare a prezzi record il 21 marzo 2022, hanno affermato le stesse fonti.

READ  Lombardia chiede dichiarazione di emergenza in tutta Italia per siccità | Clima e ambiente

Nonostante un aumento dei prezzi all’inizio dell’anno, i prezzi della benzina sono ancora lontani dai 2.014 euro al litro tra il 6 e il 12 giugno dello scorso anno.

I nuovi bilanci approvati dal governo italiano giovedì scorso affronteranno la crisi energetica con misure alternative ai rimborsi sui carburanti e l’amministrazione prevede di stanziare 21.000 milioni di euro per agevolazioni fiscali sui consumi energetici di imprese e famiglie. EFE

re/mr/rf

EFE 2023. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA.