Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I mercati sono in aumento negli Stati Uniti, ma il pessimismo sull’economia è ancora vorticoso

Barcellona, ​​​​Spagna – Gli investitori si stanno dirigendo verso la prima sessione di trading di questo trimestre con volatilità, considerando la miriade di fattori che ancora colpiscono il mercato., come la politica aggressiva della banca centrale e l’inasprimento delle pressioni nel settore energetico. Ci sono anche preoccupazioni per il processo politico del Regno Unito e il suo impatto sull’economia, nonché un avvertimento emesso da Credit Suisse sulla sua solidità finanziaria.

Qualche istante fa, le azioni europee sono scese a causa dell’escalation della crisi energetica nella regione, un movimento al ribasso che è continuato dall’apertura delle imprese. Le azioni del Credit Suisse Group hanno toccato minimi storici mentre gli investitori continuano a speculare sul futuro della banca. Nel frattempo, i futures su indici statunitensi, in ribasso a inizio giornata, stanno ora cercando di rimanere positivi, nonostante l’incertezza dello scenario.

I rendimenti delle obbligazioni a 10 anni negli Stati Uniti, così come i rendimenti delle obbligazioni a 10 anni nel Regno Unito, sono diminuiti. La ripresa si è vista anche nei confronti della sterlina, che è salita rispetto al dollaro, dopo che il Paese ha abbandonato il suo piano di abolire l’aliquota massima dell’imposta sul reddito. I futures sul petrolio sono aumentati di oltre il 4% tra i segnali che l’OPEC+ potrebbe tagliare la produzione.

→ Fattori che guidano i mercati di oggi

Il mercato inizia nell’ultimo trimestre dell’anno ancora avvolto da incertezza e paura. I rischi di recessione continuano a perseguitare gli investitori poiché l’inflazione continua a crescere nonostante la continua stretta monetaria in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, questa opinione è stata confermata venerdì con l’indice di inflazione PCE e la questione rimarrà all’ordine del giorno per tutta questa settimana con nuovi indicatori di attività, occupazione e prezzi negli Stati Uniti e in Europa.

READ  Le ore difficili di Salvini

🏭 calo drastico. La produzione ha continuato a deteriorarsi in tutta Europa a settembre, con il PMI dell’Eurozona che è sceso da 49,6 punti a 48,4 punti a settembre. È il terzo mese consecutivo che l’indice è sceso sotto la soglia dei 50 che separa l’espansione dalla contrazione, ampliando le prospettive della regione.

🔙 Fai un passo indietro. Il mercato fa eco al tweet del primo ministro britannico Liz Truss, che ha affermato di aver abbandonato i tagli alle tasse per i contribuenti più ricchi dopo aver affrontato una forte opposizione in Parlamento. La sterlina ha cambiato direzione allo stesso tempo e ha iniziato a riprendersi nei confronti del dollaro, mentre il mercato valuta se il leader sarà in grado di rimanere in carica.

❄️ Crisi energetica. I mercati sono influenzati dai timori che l’OPEC+ tagli la produzione e dal taglio di Gazprom alle spedizioni di gas verso l’Italia, annunciato sabato. Sale la tensione con l’aumento dei rischi per i prezzi alle porte dell’inverno europeo. Il taglio riguarda solo l’Italia e sarà giustificato da un problema normativo in Austria, attraverso il quale il gas va all’Italia.

🏦 Il credito richiede tempo. Un altro fattore di interesse per gli investitori è la proroga dei tempi richiesta dal Credit Suisse per l’introduzione di una nuova strategia di risanamento finanziario. Il costo dell’assicurazione delle obbligazioni di credito contro il default è aumentato del 15% la scorsa settimana a un livello che non si vedeva dal 2009. Le azioni della società sono scese bruscamente sul mercato azionario tedesco, superando il calo del 10%.

🇧🇷 Attenti al Congresso. Il risultato ravvicinato del primo turno elettorale in Brasile potrebbe indurre gli investitori a riconsiderare le proprie scommesse sul Paese. Gli analisti affermano che nel breve termine, nessuno dei due candidati metterà a repentaglio i conti del Paese o lo spazio di guadagno nel mercato azionario. Ma mentre un secondo turno non arriverà, tutti gli occhi saranno puntati sulla nuova composizione del Congresso Nazionale, alla ricerca di indizi sul potenziale di governo che otterrà il neoeletto presidente. Il Next Funds Ibovespa ETF, che replica l’indice Ibovespa, è in rialzo del 3% nelle prime ore di negoziazione del mercato asiatico dopo il conteggio dei voti. Anche il Lyxor MSCI Brazil ETF è salito a Parigi.

READ  Meloni di Reuters: l'Italia potrebbe entrare in recessione nel 2023 e affrontare tempi difficili

→ Leggi anche linea di partenza.newsletter del mattino Linea BloombergChiavi verso il secondo turno in Brasile

🟢 Borse del venerdì: Dow Jones Industrial (-1,71%), Standard & Poor’s 500 (-1,51%), Nasdaq Composite (-1,51), Stoxx 600 (-1,30%)

Gli indici azionari hanno mostrato un certo ottimismo dopo i commenti di Lyle Brainard, vicepresidente della Federal Reserve, in cui ha riconosciuto la necessità di monitorare l’impatto degli aumenti sulla stabilità del mercato. Tuttavia, l’umore è stato di breve durata ed è stato controbilanciato dalla forza mostrata dalla spesa per consumi personali, uno degli indicatori dell’inflazione seguiti dalla Federal Reserve.I tre principali indicatori negli Stati Uniti hanno aggiunto tre trimestri consecutivi di perdite, la peggiore serie consecutiva Dal 2009.

Agenda degli investitori

Questi gli eventi in programma per oggi:

festivo: Cina

PMI: (Stati Uniti, Eurozona, Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, Giappone, Messico, Brasile)

Stati Uniti d’America: Spesa per l’edilizia/agosto, Indice di occupazione industriale ISM/settembre

Europa: Eurozona: Riunione dei Ministri dell’Economia e delle Finanze dell’UE; Francia (saldo governativo / agosto)

Asia: Giappone (CPI / settembre, base monetaria)

America Latina: Brasile (Bollettino Focus, Tassi di interesse a lungo termine, Bilancia commerciale/settembre)

banche centrali: Rafael Bostick, John Williams (Federal Reserve), Catherine Mann (BoE)

📌 per la settimana:

Martedì: USA (ordini di beni durevoli/agosto, ordini industriali/agosto); Europa: Eurozona (PPI/agosto). Discorsi di John Williams, Loretta Meester, Mary Daly (Federal Reserve), Christine Lagarde (BCE) e Johannes Bermann (Bundesbank)

Mercoledì: Servizi PMI dell’Eurozona; USA (riunione OPEC, bilancia commerciale/agosto, lavori speciali- ADP/settembre)

Giovedì: Stati Uniti d’America (domanda di sussidio di disoccupazione); Eurozona (Vendita al dettaglio / Agosto); La Banca centrale europea pubblica il verbale della sua riunione di politica monetaria. Lettere di Charles Evans, Loretta Meester, Lisa Cook e Christopher Waller (Fed)

READ  I piani di ripresa danno il via alla corsa all'idrogeno nell'Unione Europea | Economie

Venerdì: Stati Uniti: (Rapporto sull’occupazione – Retribuzioni/settembre, Vendite all’ingrosso/agosto, Credito al consumo/agosto); Eurozona (Vertice dei leader dell’UE). Dichiarazioni di John Williams (Fed) e David Ramsden (BoE)

(Con informazioni da Bloomberg News)