Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I dati del nuovo telescopio spaziale Hubble suggeriscono che “qualcosa di strano” sta accadendo nel nostro universo, afferma la NASA

Il telescopio spaziale Hubble ha raggiunto una nuova pietra miliare nel suo lavoro di scoperta della velocità con cui l’universo si sta espandendo e supporta l’idea che qualcosa di strano stia succedendo nel nostro universo, afferma la NASA.

Negli ultimi anni, gli astronomi hanno utilizzato telescopi come l’Hubble per capire esattamente quanto velocemente si sta espandendo il nostro universo.

Ma quando queste misurazioni sono diventate più accurate, hanno anche mostrato qualcosa di strano. C’è una grande differenza tra il tasso di espansione dell’universo intorno a noi, rispetto alle osservazioni fatte subito dopo il Big Bang.

Gli scienziati non possono spiegare questa contraddizione. Ma suggerisce che “qualcosa di strano” sta accadendo nel nostro universo, che potrebbe essere il risultato di una nuova fisica sconosciuta, dice la NASA.

Negli ultimi 30 anni, Hubble ha raccolto informazioni su una serie di “marcatori di caratteristiche” nello spazio e nel tempo che possono essere utilizzati per tracciare il tasso di espansione dell’universo mentre si allontana da noi.

La NASA ha annunciato di aver calibrato più di 40 marker, consentendo una maggiore precisione rispetto a prima.

“Ottieni la misurazione più accurata del tasso di espansione dell’universo da telescopi standard e punti di riferimento cosmici”, ha affermato il premio Nobel Adam Rees dello Space Telescope Science Institute (STScI) e della Johns Hopkins University. nella situazione attuale.

È il leader di un team di scienziati che ha pubblicato un nuovo documento di ricerca che descrive in dettaglio l’aggiornamento più importante e probabilmente più recente del telescopio spaziale Hubble, che ha ripetuto il precedente set di indicatori di funzionalità e rianalizzato i dati esistenti.

READ  Ottieni gratis anche su Steam e mantienilo per sempre con questa offerta limitata

La ricerca di una misura precisa della velocità di espansione dello spazio è arrivata quando l’astronomo americano Edwin Hubble ha affermato che le galassie al di fuori delle nostre galassie sembrano allontanarsi da noi e la loro velocità aumenta man mano che si allontanano da noi. Da allora gli scienziati hanno cercato una migliore comprensione di questa espansione.

(Sia il tasso di espansione che il telescopio spaziale che stava osservando sono chiamati Hubble, in onore del lavoro degli astronomi.)

Tuttavia, quando il telescopio spaziale ha iniziato a raccogliere informazioni sull’espansione dell’universo, si è rivelato essere più veloce di quanto previsto dai modelli. Gli astronomi prevedono che dovrebbe essere di circa 67,5 chilometri al secondo per megaparsec, con un intervallo di errore di ±0,5, ma le osservazioni mostrano che è di circa 73.

C’è solo una possibilità su un milione che gli astronomi abbiano sbagliato. Invece, questo suggerisce che l’evoluzione e l’espansione dell’universo sono più complesse di quanto pensassimo e che c’è ancora molto da imparare su come l’universo è cambiato.

Gli scienziati sperano di approfondire questa difficoltà con il nuovo telescopio spaziale James Webb, che è stato recentemente lanciato nello spazio e presto invierà le sue prime osservazioni. Ciò dovrebbe consentire loro di vedere punti di riferimento nuovi e distanti con maggiore precisione.