Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Ho solo messo la mia mano e sono una macchina, rendo gloria a Dio”, celebra il dottor Lopez de Victoria

Il dottor Orlando Lopez de Victoria racconta le straordinarie esperienze che ha avuto nella sua carriera medica.

Dr. Orlando Lopez de Victoria, chirurgo cardiovascolare e toracico. Foto: Journal of Medicine and Public Health. Piazza Fabiola.

“Io non curo nessuno, sì Dio Non consente a quelle cellule di non chiudersi e questa ferita non guarirà. Questo è il miracolo quotidiano che vivo in sala operatoria. Sono solo una macchina”, ha affermato. Dottor Orlando Lopez a partire dal conquistare In un’intervista esclusiva a Giornale di medicina Il grande venerdì.

Lopez de Vittoria Ha quasi tre decenni di fornitura di servizi Chirurgia cardiovascolare S il mio petto Conferma: “Sono orgoglioso di essere un servitore in questo campo sanitario. Inizialmente mi interessava di cardiologia, e quando ho fatto i corsi di chirurgia generale, ho visto che avevo delle capacità motorie e poi ho fatto il corso di chirurgia cuore in ospedale San Lucaa partire dal magnaccia E come guida avevo un dottore Vittorio Carlo e il dottore Salvador Jiménezche mi ha chiesto di sottopormi a un intervento cardiovascolare perché vedevano del potenziale in me”.

Aggiunge anche che ora, in Portoricohanno una carenza di chirurghi cardiovascolari e toracici, quindi chiede Sig.A Dio di dargli la forza per andare avanti e afferma: “Tante volte, quasi tutti i giorni, quando sono stanco, sfinito, continuano ad entrare pazienti seri, a morire, e sono tanti i consulenti che vogliono che scappi e parto per va a prendere quello che faccio in quel momento, umanamente sento il desiderio di Scappare, ma mi calmo e lo so Gesù Cristo Quello che gli è successo è peggio”, soprattutto quando ha detto “La messe è molta e gli operai sono pochi” (Mt 9,37), e che “Preghiamo il Padre che ci dia gli operai”, perciò “io vedo tutto questo come un’opportunità per mostrarmi che Dio ha il controllo e che apre ogni giorno”. Il Mar RossoIndipendentemente dalle circostanze “, sottolinea lo specialista.

READ  Taglia o non taglia il cinema in tv 'Cultura' Granma

“Ogni giorno vedo il Mar Rosso aperto ed è meraviglioso”, sottolinea Lopez de Victoria, che afferma anche: “Tutto scompare, tutto si dissipa, le persone guariscono senza che io le tocchi e vedo la mano di Dio in ogni modo, come ha promesso , che Egli sarà sempre lì e non fallirà mai”.

Allo stesso modo aggiunge: “Ho avuto casi in cui la letteratura non era chiara se accenderla o meno, e in quei casi ho agito per fede. Casi in cui c’è un ragionevole dubbio, il timore di non ottenere un buon risultato, ma Ho imparato a fidarmi di Dio e a chiedere a Lui che mi aiutasse con quegli interventi che ho classificato come ‘chirurghi per fede’, che è stato un grande testamento, non solo per i pazienti e le loro famiglie, ma per me, poiché ho potuto ottenere successo nelle scienze medicheAnche se non c’è letteratura scritta su questo intervento o sembra impossibile e Dio mi ha dato la vittoria, quindi devo dargli gloria”.

López de Victoria osserva che durante la sua formazione come chirurgo, è stato in contatto con vari pastori e leader della chiesa a cui Dio ha parlato e ha dato il messaggio, oltre ad asciugarsi le mani. Uno di questi sacerdoti gli disse che Dio lo avrebbe usato come strumento per guarire e come strumento per glorificare Dio stesso, ricordandogli i pazienti che vedevano il suo volto nei sogni e nelle immagini, anche quando lo specialista Lopez non appariva, ma sanno già chi è perché Dio ha parlato loro e gli ammalati sono quelli che dicono loro: «Preparatevi perché questo sta per accadere». stesso, che Gesù Cristo è dall’altra parte, quindi lo specialista è commosso a ricevere lo stesso messaggio in tutte le occasioni, che Gesù è la via, la verità e la vita, e nessuno va al Padre senza di Lui.

READ  Sia lodato Dio per averlo diretto e trasformato in uno specialista in chirurgia cardiovascolare e toracica

E questo lo ricorda al medico consacrato anche nelle parole di 1 Timoteo 2,5 dove era detto: «Poiché vi è un solo Dio, e un solo mediatore tra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù», e quindi, tra la via scientifica e la Bibbia. Parola, secondo il medico, c’è una coincidenza, qualcosa di ammirevole per lui, perché le persone che sono morte e che Lopez de Victoria stava per dichiarare la sua morte, hanno potuto essere rianimate senza complicazioni mediche, e a testimoniare ciò che hanno visto .

Mentre il paziente stava morendo, il dottor Lopez ammette che piange perché non lo porti via, perché l’obiettivo di ogni medico è la salute e la vita delle persone, dice lui stesso. “Gesù Cristo mi ascolta, non cambiare, vai avanti, è un onore per me”, gli hanno detto i pazienti, dice il medico.

Lopez si sente privilegiato a vivere questa esperienza e questo gli impedisce di cambiare il suo modo di essere. Sempre più pazienti si uniscono alla sua consulenza, “Alla fine dei tempi il Vangelo arriverà attraverso la testimonianza delle persone e questa è la mia testimonianza”, dice il chirurgo. È vero che Dio dà e Dio prende, quindi alcuni malati muoiono, ma ha visto pazienti che Dio gli ha fatto offrire la sua alternativa alla vita eterna nel suo ultimo momento e che per fede ne fa più di 2000. Gli anni di Gesù Cristo, che si è fatto uomo, è morto sulla croce e ha pagato i nostri peccati con il suo sangue. E afferma: “Se lo crediamo e lo confessiamo con la nostra bocca, siamo salvati”.

Il medico aggiunge: “Sono chiaro che la sua creazione è migliore di qualsiasi invenzione dell’uomo.. il corpo umano è una macchina di perfezione.. ciò che Dio ha creato è ancora meglio di ciò che l’uomo ha inventato. Il malato dura più a lungo e vive”. Di Più. Tutto ciò che l’uomo ha inventato non è diventato migliore di ciò che Dio ha creato. Ogni giorno prima di arrivare in sala operatoria prego Dio che entri nella mia stanza e che sia lui ad apparire.

READ  La sindrome del prolasso della valvola mitrale può portare ad infarto, a seconda della situazione clinica

“Guarda, dottore, non cambiare perché Gesù Cristo ti ascolta”, sono le parole che i suoi pazienti gli hanno detto dopo esperienze trascendenti. Infine, Lopez fa appello ad altri medici per permettere a Dio di usarli e per rafforzare la loro relazione con Lui.