Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Ho solo messo la mia mano e sono una macchina, rendo gloria a Dio”, celebra il dottor Lopez de Victoria

Il dottor Orlando Lopez de Victoria racconta le straordinarie esperienze che ha avuto nella sua carriera medica.

Dr. Orlando Lopez de Victoria, chirurgo cardiovascolare e toracico. Foto: Journal of Medicine and Public Health. Piazza Fabiola.

“Io non curo nessuno, sì Dio Non consente a quelle cellule di non chiudersi e questa ferita non guarirà. Questo è il miracolo quotidiano che vivo in sala operatoria. Sono solo una macchina”, ha affermato. Dottor Orlando Lopez a partire dal conquistare In un’intervista esclusiva a Giornale di medicina Il grande venerdì.

Lopez de Vittoria Ha quasi tre decenni di fornitura di servizi Chirurgia cardiovascolare S il mio petto Conferma: “Sono orgoglioso di essere un servitore in questo campo sanitario. Inizialmente mi interessava di cardiologia, e quando ho fatto i corsi di chirurgia generale, ho visto che avevo delle capacità motorie e poi ho fatto il corso di chirurgia cuore in ospedale San Lucaa partire dal magnaccia E come guida avevo un dottore Vittorio Carlo e il dottore Salvador Jiménezche mi ha chiesto di sottopormi a un intervento cardiovascolare perché vedevano del potenziale in me”.

Aggiunge anche che ora, in Portoricohanno una carenza di chirurghi cardiovascolari e toracici, quindi chiede Sig.A Dio di dargli la forza per andare avanti e afferma: “Tante volte, quasi tutti i giorni, quando sono stanco, sfinito, continuano ad entrare pazienti seri, a morire, e sono tanti i consulenti che vogliono che scappi e parto per va a prendere quello che faccio in quel momento, umanamente sento il desiderio di Scappare, ma mi calmo e lo so Gesù Cristo Quello che gli è successo è peggio”, soprattutto quando ha detto “La messe è molta e gli operai sono pochi” (Mt 9,37), e che “Preghiamo il Padre che ci dia gli operai”, perciò “io vedo tutto questo come un’opportunità per mostrarmi che Dio ha il controllo e che apre ogni giorno”. Il Mar RossoIndipendentemente dalle circostanze “, sottolinea lo specialista.

READ  L'Italia è riuscita a trapiantare due cuori da donatori con virus Covid-19 senza trasmissione - Scienza

“Ogni giorno vedo il Mar Rosso aperto ed è meraviglioso”, sottolinea Lopez de Victoria, che afferma anche: “Tutto scompare, tutto si dissipa, le persone guariscono senza che io le tocchi e vedo la mano di Dio in ogni modo, come ha promesso , che Egli sarà sempre lì e non fallirà mai”.

Allo stesso modo aggiunge: “Ho avuto casi in cui la letteratura non era chiara se accenderla o meno, e in quei casi ho agito per fede. Casi in cui c’è un ragionevole dubbio, il timore di non ottenere un buon risultato, ma Ho imparato a fidarmi di Dio e a chiedere a Lui che mi aiutasse con quegli interventi che ho classificato come ‘chirurghi per fede’, che è stato un grande testamento, non solo per i pazienti e le loro famiglie, ma per me, poiché ho potuto ottenere successo nelle scienze medicheAnche se non c’è letteratura scritta su questo intervento o sembra impossibile e Dio mi ha dato la vittoria, quindi devo dargli gloria”.

López de Victoria osserva che durante la sua formazione come chirurgo, è stato in contatto con vari pastori e leader della chiesa a cui Dio ha parlato e ha dato il messaggio, oltre ad asciugarsi le mani. Uno di questi sacerdoti gli disse che Dio lo avrebbe usato come strumento per guarire e come strumento per glorificare Dio stesso, ricordandogli i pazienti che vedevano il suo volto nei sogni e nelle immagini, anche quando lo specialista Lopez non appariva, ma sanno già chi è perché Dio ha parlato loro e gli ammalati sono quelli che dicono loro: «Preparatevi perché questo sta per accadere». stesso, che Gesù Cristo è dall’altra parte, quindi lo specialista è commosso a ricevere lo stesso messaggio in tutte le occasioni, che Gesù è la via, la verità e la vita, e nessuno va al Padre senza di Lui.

READ  Sud Sudan: l'OMS indaga su una misteriosa malattia che ha già ucciso 97 persone e colpisce soprattutto i bambini

E questo lo ricorda al medico consacrato anche nelle parole di 1 Timoteo 2,5 dove era detto: «Poiché vi è un solo Dio, e un solo mediatore tra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù», e quindi, tra la via scientifica e la Bibbia. Parola, secondo il medico, c’è una coincidenza, qualcosa di ammirevole per lui, perché le persone che sono morte e che Lopez de Victoria stava per dichiarare la sua morte, hanno potuto essere rianimate senza complicazioni mediche, e a testimoniare ciò che hanno visto .

Mentre il paziente stava morendo, il dottor Lopez ammette che piange perché non lo porti via, perché l’obiettivo di ogni medico è la salute e la vita delle persone, dice lui stesso. “Gesù Cristo mi ascolta, non cambiare, vai avanti, è un onore per me”, gli hanno detto i pazienti, dice il medico.

Lopez si sente privilegiato a vivere questa esperienza e questo gli impedisce di cambiare il suo modo di essere. Sempre più pazienti si uniscono alla sua consulenza, “Alla fine dei tempi il Vangelo arriverà attraverso la testimonianza delle persone e questa è la mia testimonianza”, dice il chirurgo. È vero che Dio dà e Dio prende, quindi alcuni malati muoiono, ma ha visto pazienti che Dio gli ha fatto offrire la sua alternativa alla vita eterna nel suo ultimo momento e che per fede ne fa più di 2000. Gli anni di Gesù Cristo, che si è fatto uomo, è morto sulla croce e ha pagato i nostri peccati con il suo sangue. E afferma: “Se lo crediamo e lo confessiamo con la nostra bocca, siamo salvati”.

Il medico aggiunge: “Sono chiaro che la sua creazione è migliore di qualsiasi invenzione dell’uomo.. il corpo umano è una macchina di perfezione.. ciò che Dio ha creato è ancora meglio di ciò che l’uomo ha inventato. Il malato dura più a lungo e vive”. Di Più. Tutto ciò che l’uomo ha inventato non è diventato migliore di ciò che Dio ha creato. Ogni giorno prima di arrivare in sala operatoria prego Dio che entri nella mia stanza e che sia lui ad apparire.

READ  Forte supporto per una startup locale che lavora per migliorare l'assistenza sanitaria

“Guarda, dottore, non cambiare perché Gesù Cristo ti ascolta”, sono le parole che i suoi pazienti gli hanno detto dopo esperienze trascendenti. Infine, Lopez fa appello ad altri medici per permettere a Dio di usarli e per rafforzare la loro relazione con Lui.