Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hanno creato il primo dizionario medico illustrato per bambini

Il dizionario contiene 330 concetti spiegati per ragazzi e ragazze.

Allergie, infezioni, carie, anoressia e autismo sono alcune delle 330 parole in Il primo dizionario di medicina illustrato per ragazzi e ragazzeun libro contenente i termini più comunemente usati per parlare di salute e malattie creato da professionisti e persone di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, che avvicina le definizioni delle conoscenze mediche a un “gruppo socialmente vulnerabile” e a un livello di “salute molto bassa” ” e “alfabetizzazione”, ha detto il suo autore.

Il dizionario fornito dall’ospedale italiano è stato sviluppato a partire dalle spiegazioni e dai disegni realizzati dai bambini sulle parole legate alla medicina e, sulla base di questo materiale, gli specialisti hanno costruito le definizioni che compaiono nel libro.

Ambulanza, ospedale, mal di testa e operazione sono i concetti più semplici che si possono trovare, ma anche Appaiono parole più complesse come cancro, depressione, sindrome di Down, trauma, vaiolo, virus, malattie rare e penicillina.tra gli altri.

Rosa Estupa, l’autrice principale del libro, è linguista e professore presso il Dipartimento di Traduzione e Scienze linguistiche dell’Università pubblica Pompeu Fabra di Barcellona.

Rosa Estup, l'autrice principale del libro, è linguista e professore presso il Dipartimento di Traduzione e Scienze linguistiche dell'Università pubblica Pompeu Fabra di Barcellona.
Rosa Estupa, l’autrice principale del libro, è linguista e professore presso il Dipartimento di Traduzione e Scienze linguistiche dell’Università pubblica Pompeu Fabra di Barcellona.

L’idea di creare un dizionario per bambini è nata “dall’osservazione dei bisogni sociali insoddisfatti perché i ragazzi e le ragazze sono un gruppo socialmente vulnerabile che spesso si ammala”, ha spiegato Estupa in un’intervista a Tellam.

Il linguista ha detto: “Si sottopongono a una visita medica ogni anno, ricevono vaccinazioni, possono avere un incidente, possono vivere con parenti malati e in cambio ricevono poche informazioni sulla salute”.

Gli specialisti Ha trascorso tre anni lavorando con 1.200 ragazzi e ragazze catalani di età compresa tra gli 8 e i 12 anni. Grado 2, 3 e 4 di otto scuole per produrre questo dizionario in cui elaborano, ad esempio, per la parola “cancro” prendono 100 spiegazioni e 100 disegni, e con questo materiale mettono insieme la definizione che compare nel libro.

“Hanno una visita medica ogni anno, si vaccinano, possono avere un incidente, possono vivere con parenti malati e, in cambio, ricevono pochissime informazioni sulla salute”.Rosa Estupa

L’esperto ha osservato che “il livello di alfabetizzazione o di educazione sanitaria dei bambini è molto basso. Per questo il dizionario medico è una risorsa che permette un approccio naturale alle parole che trasmettono conoscenze mediche”.

READ  Il COVID-19 può influenzare le prestazioni sessuali degli uomini?

Riguardo al giro del dizionario, ha detto: “Prima i bambini hanno spiegato cosa sapevano di quella parola e l’hanno disegnata, poi abbiamo digitalizzato il materiale e lo abbiamo analizzato per scoprire cosa sapevano i bambini, soprattutto cosa non capivano”.

Su questo punto, Estopá ha sostenuto di aver fatto le definizioni più appropriate che i medici hanno successivamente rivisto per incorporarle “Informazioni positive e corrette nella spiegazione” offerto ai giovani.

Telam SE

Disponibile presso la casa editrice dell’Istituto Universitario Ospedaliero Italiano, questo dizionario è “un libro che, per le sue caratteristiche, può essere utilizzato sia in classe sia in ambito familiare” e che “si rivolge agli operatori sanitari interessati a e sanno come affrontare questi problemi con i loro pazienti”.

Lo scopo del libro, secondo il suo autore, è Che i ragazzi e le ragazze possano capire le parole sulla salute e le malattie In tre scenari: scuola, salute e famiglia.

“Vogliamo che il dizionario sia presente nelle aule e nelle sale d’attesa dei pediatri per le consultazioni, e che il pediatra faccia affidamento sul dizionario quando si rivolge a un bambino per spiegare cosa sta succedendo”, ha detto.

accanto a, Si sforzano che genitori e figli possano fare riferimento al dizionario e “Leggi ogni giorno una parola relativa alla salute”.

Sotto ogni parola troverai la sua classificazione grammaticale e il significato – accompagnato da un disegno disegnato da un ragazzo o una ragazza – l’origine della parola, la relazione tra loro e in quale contesto viene utilizzata.

Sotto ogni parola troverai la sua classificazione grammaticale e il significato – accompagnato da un disegno disegnato da un ragazzo o una ragazza – l’origine della parola, la relazione tra loro e in quale contesto viene utilizzata.

Ad esempio, nel caso di “mal di testa” si dice “usiamo comunemente mal di testa e un’altra parola usata dai medici è emicrania ed emicrania”.

Riguardo al “mal di gola”, osserva: “Quando ci fa male la gola a causa di un’infezione, i medici usano la parola tonsillite, che è un termine ‘specialistico’”.

accanto a, In molti casi “nega” le idee che ragazzi e ragazze tendono ad avere con certi concettiPerché il cancro è una malattia infettiva.

Sotto ogni parola troverai la sua classificazione grammaticale, il suo significato accompagnato da un disegno disegnato da un ragazzo o una ragazza, l'etimologia del rapporto tra loro e in quale contesto viene utilizzato.
Sotto ogni parola troverai la sua classificazione grammaticale e il significato – accompagnato da un disegno disegnato da un ragazzo o una ragazza – l’origine della parola, la relazione tra loro e in quale contesto viene utilizzata.

In “Sovrappeso” e “Obesità”, avverte che “l’uno non deve essere confuso con l’altro”, e in “Disabilità”, ad esempio, afferma che “non è una malattia”.

In “Colpo di calore” spiega che “Se il colpo di calore è dovuto al fatto di stare molto al sole, può anche essere chiamato colpo di calore”, e nel caso de “L’influenza”, avverte che “Spesso confondiamo l’influenza con un freddo”.

accanto a, Alla fine è un atlante con otto disegni sul corpo umanoDefiniscono anche altri termini come il kit di pronto soccorso (e cosa si può trovare in esso), l’apparato digerente e il senso dell’udito.

Ha spiegato che “i ragazzi e le ragazze preferiscono che vengano loro spiegate parole e concetti, poiché sono le stesse parole e concetti di quando sono più grandi. Linguisti e pediatri sono stati in grado di sviluppare definizioni più appropriate più vicine ai bambini che consentono specificamente l’uso mirato imparare parole sane.” .

Una delle principali sfide che gli operatori sanitari devono affrontare, secondo i loro autori, è stata quella di pensare e analizzare le diverse parole, termini e frasi che usano per riferirsi a malattie, sintomi, sentimenti e credenze sul nostro corpo. dei nostri cari.

L’autore ha concluso che “non esisteva un dizionario medico per bambini in nessuna lingua, nemmeno in spagnolo, e ancor meno basato sulla loro conoscenza della terminologia sanitaria”.