Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti hanno denunciato le azioni della Russia in Ucraina, dicendo: “Siamo molto preoccupati”.

Il presidente russo Vladimir Putin, il ministro della Difesa Sergei Shoigu e il capo di stato maggiore delle forze armate russe Valery Gerasimov partecipano a un incontro a Sochi, in Russia, il 1 novembre 2021

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha ribadito sabato che gli Stati Uniti sono “estremamente preoccupati” per le azioni e le dichiarazioni della Russia in Ucraina, dove le tensioni stanno aumentando. “Siamo molto preoccupati per le insolite attività militari della Russia al confine con l’Ucraina. Siamo davvero preoccupati per alcune delle espressioni che abbiamo visto e sentito dalla Russia e sui social media. alla stampa a Dakar, dove ha compiuto l’ultima tappa del suo tour africano.

Blinken ha detto che La sua preoccupazione è “ampiamente condivisa” dagli alleati statunitensi, Ma non ha chiarito se l’intelligence statunitense crede che il presidente russo Vladimir Putin voglia impadronirsi del territorio ucraino.

Non sappiamo quali siano le intenzioni del presidente Putin. Ma sappiamo cosa è successo in passato. Conosciamo la strategia che consiste nel citare provocazioni fittizie dall’Ucraina o da un altro paese e usarle come pretesto per i piani della Russia.ha detto Blinken.

Si riferiva alla crisi del 2014 quando la Russia, in seguito al rovesciamento del governo ucraino filo-occidentale, si impadronì della Crimea.

La regione del Donbass (Ucraina orientale) è stata teatro dal 2014 di una guerra che ha ucciso più di 13.000 persone tra le forze di Kiev e i separatisti filo-russi, che sono visti come militarmente sostenuti dal Cremlino, anche se questo è stato negato.

Putin mercoledì ha accusato i paesi occidentali di intensificare il conflitto in Ucraina sostenendo manovre nel Mar Nero e sganciando bombe vicino ai suoi confini.

READ  Janet: La misteriosa isola russa che Google Maps ha nascosto dal 1980 e ha scatenato teorie del complotto

Il messaggio di Blinken arriva dopo che mercoledì scorso il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin ha avvertito del ripetuto “comportamento problematico” della Russia, citando il recente test dei missili antisatellite e la concentrazione di forze al confine con l’Ucraina, per la quale ha chiesto a Mosca di essere “più responsabile”. e trasparente.” . “La verità è che non sappiamo esattamente cosa stia cercando il presidente (Vladimir) Putin”, ha aggiunto. Per questo il capo del Pentagono ha chiesto a Mosca di “essere più responsabile e trasparente” nelle sue attività militari.

Segretario di Stato americano Anthony Blinken (Reuters)
Segretario di Stato americano Anthony Blinken (Reuters)

Ieri il nuovo ministro della Difesa ucraino ha accusato “Putin sta giocando a scacchi con l’Occidente spostando truppe e equipaggiamento militare lungo il confine russo con l’Ucraina”, Allo stesso tempo, ha chiesto agli Stati Uniti e ai paesi europei di ritenere il Cremlino responsabile di ogni nuova aggressione.

“Sta mettendo alla prova l’unità dell’Unione europea, sta mettendo alla prova l’unità degli alleati della NATO, sta mettendo alla prova la nostra società, gli ucraini, sta mettendo alla prova la Polonia, gli Stati baltici”, ha detto il ministro della Difesa Oleksiy Reznikov in un’intervista durante un incontro con il segretario alla Difesa americano Oleksiy Reznikov. Una visita a Washington, un viaggio che includeva colloqui faccia a faccia con il segretario alla Difesa Lloyd Austin e una richiesta di ulteriori aiuti militari.

Reznikov ha detto che lui e la sua controparte americana hanno raggiunto le stesse conclusioni sulla situazione al confine russo-ucraino, anche se ha notato che alcuni funzionari ucraini inizialmente hanno visto gli eventi con meno preoccupazione, essendo diventati meno sensibili alla minaccia russa quasi otto anni dopo. guerra. “Abbiamo la stessa valutazione dei rischi e delle minacce, ma diverse percezioni dei rischi”, ha detto Reznikov. “Siamo a questo livello di vita da otto anni, quindi abbiamo l’immunità psicologica”.

READ  E il ministro della Salute tedesco ha avvertito dei record di infezione: "Entro la fine dell'inverno, tutti saranno vaccinati, guariti o moriranno".

Reznikov ha rifiutato di entrare nei dettagli della sua richiesta al Pentagono.

Continuare a leggere: