Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti hanno confermato di essere aperti alla declassificazione di ulteriori documenti l’11 settembre

Lunedì, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha promesso di “condurre una nuova revisione dei documenti”.

Gli Stati Uniti hanno detto lunedì che esamineranno i propri file sugli attacchi dell’11 settembre per determinare se possono declassificare ulteriormente. Sotto la pressione dei parenti delle vittime.

L’annuncio è arrivato Tre giorni dopo che centinaia di sopravvissuti e parenti delle vittime degli attentati hanno chiesto che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, Non partecipare agli eventi di commemorazione del 20° anniversario il mese prossimo, a meno che non vengano rilasciati prima nuovi documenti su quanto accaduto.

“Il mio governo si impegna a garantire il più alto grado di trasparenza possibile ai sensi della legge”.Biden ha detto in una nota.

Il presidente ha confermato che il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha promesso lunedì scorso “Condurre una nuova revisione dei documenti che il governo ha mantenuto finora e farlo il più rapidamente possibile”.

Biden non ha detto se tale revisione sarebbe terminata prima del 20° anniversario degli attacchi dell’11 settembre 2001..

Biden ha promesso di rilasciare quante più informazioni possibili (Immagine: EFE)
Biden ha promesso di rilasciare quante più informazioni possibili (Immagine: EFE)

Per anni, molti membri del Congresso e delle associazioni delle vittime hanno chiesto maggiore trasparenza riguardo ai documenti statunitensi sugli attentati, che finora si è rifiutato di revocare la segretezza a tutti i presidenti del Paese.

durante la tua campagna elettorale, Biden ha promesso di rilasciare quante più informazioni possibili, ma le famiglie delle vittime affermano che finora ha ignorato le loro richieste in merito., NS Sono sicuri che il governo disponga di documenti che potrebbero implicare funzionari sauditi in atti terroristici.

READ  Studia inglese, tecnologia e competenze gratuitamente nel 2023

Biden ha ammesso nella sua dichiarazione che i parenti di coloro che sono morti quel giorno “Hanno cercato giustizia e responsabilità per 20 anni”, E “accoglie” le affermazioni di questi attivisti.

Ma lo ha anche ripetuto Rispetterà le linee guida stabilite durante l’amministrazione Barack Obama (2009-2017) che consente restrizioni alla pubblicazione di documenti se il governo ritiene che rivelino “segreti di stato”.

Quasi 3.000 persone sono state uccise in attacchi orchestrati dal gruppo terroristico di al-Qaeda (Foto: Associated Press)
Quasi 3.000 persone sono state uccise in attacchi orchestrati dal gruppo terroristico di al-Qaeda (Foto: Associated Press)

Questo abbassa le aspettative con una rivelazione sorprendente, Soprattutto prima di festeggiare tra un mese il ventesimo anniversario degli attentati.

Lo ha detto Brett Eggelson, che ha perso il padre Bruce nell’attentato alle Torri Gemelle a New York, la scorsa settimana Famiglie delle vittime “deluse, stanche e tristi” Segreto del governo degli Stati Uniti.

In un’intervista alla serie Notizie NBCEgelson ha minimizzato il potenziale impatto di una recensione come quella annunciata da Biden lunedì, dicendo che Anche i suoi predecessori hanno annunciato le stesse indagini e le hanno usate come “tattiche dilatorie”, ma hanno finito per “proteggere il governo saudita”.

E ha ucciso circa 3.000 persone negli attacchi orchestrati dall’organizzazione terroristica Al-Qaeda al World Trade Center di New York, al Pentagono e vicino a Shanksville. in Pennsylvania.

(Con informazioni da Europa Press)

Continuare a leggere: