Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti approvano BMS CAR-T nel linfoma a grandi cellule B

Samet Herawat, MD, direttore medico di Bristol-Myers Squibb.

Bristol-Myers Squibb ha annunciato l’approvazione della Drug Evaluation Agency (FDA) statunitense Brianza (lisocabtagene maraleucel; lisa-cel), un recettore chimerico CD19 (CAR) terapia con cellule T per il trattamento di pazienti adulti con Linfoma a grandi cellule B (DLB), compreso il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) non altrimenti specificato (compreso il DLBCL derivante da linfoma indolente), linfoma a cellule B di alto grado e linfoma a cellule B mediastinico primario, linfoma follicolare di grado 3B che presenta:

  • Malattia resistente alla chemioterapia di prima linea o recidiva entro 12 mesi dalla chemioterapia di prima linea

  • Malattia resistente alla chemioterapia di prima linea o che hanno avuto una ricaduta dopo la chemioterapia di prima linea e non sono candidati al trapianto di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) a causa di comorbidità o età

con questi Due nuovi indicatoriLisa Cell ha già la più ampia gamma di pazienti idonei tra le terapie cellulari carrello della spesa In LCBG reflex o termoresistente. Liso-Cell non è indicato per il trattamento di pazienti con linfoma primario del sistema nervoso centrale.

il trattamento è stato mostrato Miglioramenti clinicamente rilevanti e statisticamente significativi In termini di sopravvivenza libera da eventi (EFS), risposte complete (CR) e sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto allo standard di cura nei pazienti con BCCL primario refrattario o recidivato entro 12 mesi dal trattamento di prima linea. Un miglioramento in uno SLA rappresenta un aumento del tempo in cui i pazienti rimangono in vita e senza progressione della malattia o necessità di un trattamento aggiuntivo.

Liso-cel, una terapia di differenziazione delle cellule T CAR-T, consiste in Linfociti T Dal paziente, che vengono rimossi e geneticamente modificati per diventare cellule CAR-T, che vengono quindi infuse come trattamento una tantum. può gestire In ospedale o ambulatori In un centro di cura approvato.

Come parte del nostro impegno per lo sviluppo Trattamenti innovativi contro il cancro Per i pazienti con esigenze di copertura di base, Lisa Seal è una potenziale opzione di trattamento per più pazienti”, ha annunciato. Banca Ester, vicepresidente e direttore generale di ematologia americana presso Bristol-Myers Squibb. “Sulla base del suo comprovato beneficio clinico, questa approvazione confermas grandi progressi Quello che stiamo facendo per mantenere la promessa della terapia cellulare”.

La LCBG è una leucemia aggressiva e difficile da trattare e fino al 40% dei pazienti presenta malattie refrattarie o ricadute dopo il trattamento iniziale. Storicamente, l’unica possibilità di guarigione per questi pazienti era costituita dall’attuale trattamento standard Immunoterapia intensiva Ricovero seguito da chemioterapia ad alte dosi e HSCT in coloro la cui malattia risponde alla terapia di salvataggio. Tuttavia, la metà dei pazienti non è considerata candidata a ricevere a trapianto di cellule staminali A causa della loro età e/o comorbidità, si stima che solo il 25% dei candidati possa ricevere un trapianto di cellule staminali e ottenere benefici clinici a lungo termine. Per i pazienti che non sono considerati candidati al trapianto di cellule staminali, le opzioni di trattamento sono limitate. Se non trattati, i pazienti con DLBCL recidivante o refrattario hanno L’aspettativa di vita media è di soli tre o quattro mesi.

Liso-cel rappresenta un progresso significativo rispetto a un trattamento che è stato il riferimento per quasi 30 anni, fornendo un’efficacia notevolmente migliorata con un profilo di sicurezza consolidato. Manali Kamdar, ricercatore principale dello studio di conversione e professore associato e direttore clinico del Lymphoma Service nella Divisione di ematologia, neoplasie ematologiche e trapianto di cellule staminali presso l’Università del Colorado Cancer Center. “Questo importante traguardo migliora l’utilità della presentazione del paziente prima L’opzione della terapia cellulare CAR-T è nel percorso terapeutico ed è imperativo iniziare a lavorare sull’implementazione di questa terapia nella pratica standard come terapia di seconda linea per aiutare a migliorare i risultati per più pazienti”.

Osserva che “i pazienti con linfoma anaplastico a grandi cellule B la cui malattia non risponde o che ricadono dopo il trattamento di prima linea spesso affrontano cicli di chemioterapia lunghi e intensi con l’obiettivo di sottoporsi a trapianto di cellule staminali”. Lee Greenberger, direttore scientifico della Leukemia and Lymphoma Society (LLS). “Come uno dei primi sostenitori di CAR-T dagli anni ’90, LLS è entusiasta dell’approvazione da parte della FDA di una terapia cellulare CAR-T mirata al CD19 che è passata dalla terapia tardiva a un’opzione di seconda linea, fornendo pazienti con linfoma recidivante o refrattario Cellula B grande Possibilità di remissione a lungo termine E per favore guarisci.


CAR-T è stato valutato in un ampio campione di pazienti

Liso-cel è l’unica terapia con cellule CAR T valutata in a Un gran numero di pazienti in LCBG di seconda linea in due diversi studi sponsorizzati dall’azienda, che includevano pazienti la cui malattia era recidiva entro o entro 12 mesi dal trattamento di prima linea e indipendentemente dalla loro nomina al trapianto.

L’approvazione delle indicazioni estese per lisa-cel si basa sui risultati di uno studio di diversione cardine di fase III in cui adulti con GBCL che erano refrattari al primario o che hanno avuto una recidiva entro 12 mesi dal trattamento di prima linea assegnati in modo casuale Ricevere lisa-cel o standard di cura consistente in immunochemioterapia di salvataggio e, se rispondono, chemioterapia ad alte dosi e HSCT. Lo studio includeva pazienti Diversi sottotipi istologici e caratteristiche ad alto rischioe presentava un design centrato sul paziente, consentendo di collegare la chemioterapia-immunoterapia in una coorte lisso-cel per il controllo della malattia, riflettendo la pratica clinica del mondo reale e consentendo l’inclusione di pazienti con malattia più aggressiva con una progressione più rapida.

A causa dell’elevata percentuale di pazienti la cui malattia non risponde salvataggio immunitarioLo studio ha anche consentito il crossover dal braccio di trattamento di riferimento al braccio lisso-cel, se i pazienti non hanno avuto risposta dopo tre cicli di chemioterapia di salvataggio o hanno avuto progressione della malattia durante quel periodo.

I risultati dello studio di conversione hanno mostrato che Liso-Cell (n = 92) Era più di quattro volte la mediana DFS dal trattamento di riferimento (n = 92) (10,1 mesi contro 2,3 mesi [HR: 0,34; IC del 95 por ciento (0,22-0,52) p<0,0001]). La maggior parte dei pazienti ha ricevuto CR con lisa-cel rispetto a meno della metà che ha ricevuto un trattamento standard (66 per cento [IC del 95 por ciento: 56 por ciento – 76 por ciento] contro il 39 per cento [IC del 95 por ciento: 29 por ciento – 50 por ciento]; p < 0,0001), con durata media della CR non raggiunta nel gruppo lyso-cel (IC 95%: 7,9 - non raggiunto).

Anche i risultati lo hanno mostrato La PFS di Lisa Seely è più che raddoppiata Raggiunto con lo standard di cura (PFS mediana: 14,8 mesi contro 5,7 mesi [HR: 0,41; IC del 95 por ciento: 0,25-0,66; p=0,0001]). Nello studio, quasi tutti i pazienti (97%) nel gruppo lisso-cel hanno ricevuto un trattamento rispetto a meno della metà (47%) dei pazienti che hanno completato la chemioterapia ad alte dosi e l’HSCT autologo nel gruppo lisso-cel come trattamento di riferimento.

L’efficacia di lisa-cel nel setting di seconda linea si basava anche sui dati dello studio PILOT di Fase II, in cui 61 adulti con BCCL primario refrattario o recidivante che non erano considerati candidati al trapianto di cellule staminali sono stati trattati con incontinenza. Lo studio pilota ha incluso un gran numero di pazienti Per età, condizione generale e/o funzione organica e comorbidità, e indipendentemente dal tempo di ricaduta dopo il trattamento di prima linea. ha mostrato la catena cel risposte profonde e durature, con un tasso di risposta globale dell’80%, endpoint primario dello studio e un tasso di CR del 54%, con un tempo mediano alla CR di 1 mese (intervallo: 0,8–6, 9 mesi). Il tempo medio di risposta è stato 11,2 mesicon una durata media della risposta non raggiunta nei pazienti che presentavano CR.

Liso-cel ha un profilo di sicurezza consolidato e basato sui risultati di studi di conversione e sperimentali, casi di SLC e eventi neurologici Era generalmente di basso grado Ed è stato per lo più risolto rapidamente con protocolli standard e senza l’uso di Corticosteroidi preventivi. CRS di qualsiasi grado è stata riportata in meno della metà dei pazienti (45%; 68/150), con grado III riportato nell’1,3% dei pazienti.

Sono stati segnalati eventi neurologici Qualsiasi punteggio nel 27 percento (41/150) pazienti trattati con lisso-cel, ed è di classe III nel 7% dei pazienti. Il tempo mediano di insorgenza della CRS è stato di 4 giorni (range: da 1 a 63 giorni) e la durata mediana della CRS è stata di 4 giorni (range: da 1 a 16 giorni). Il tempo mediano di insorgenza degli eventi neurologici è stato di otto giorni (intervallo: da 1 a 63 giorni). La durata media di questo Tossicità Sono passati sei giorni (intervallo: da 1 a 119 giorni). Il ritardo nell’insorgenza della CRS e degli eventi neurologici ha consentito l’opzione del trattamento ambulatoriale e della gestione del paziente. Inoltre, il profilo clinico di lisa-cel ne ha supportato l’uso in un’ampia gamma di pazienti con DLBCL recidivante o refrattaria.

Sebbene possa contenere dichiarazioni, dichiarazioni o note di istituzioni sanitarie o professionisti, le informazioni nella scrittura medica sono curate e preparate dai giornalisti. Raccomandiamo al lettore di consultare un professionista della salute per qualsiasi domanda relativa alla salute.

READ  Pedro Sanchez vede "speranza" grazie al tasso di vaccinazione, che "accelererà" nei prossimi giorni