Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli scienziati propongono di lanciare microrganismi nello spazio interstellare con l’aiuto di motori laser

Inserito:

20 febbraio 2022, 21:29 GMT

Gli esperti prevedono di utilizzare una piccola sonda a semiconduttore con un bordo che la protegga dalle radiazioni durante la missione.

Un gruppo di scienziati propone di lanciare microrganismi nello spazio interstellare su “navi” in miniatura per studiarne il comportamento dalla Terra, affermano in condizione È stato pubblicato il mese scorso su Acta Astronautica.

Gli organismi microscopici voleranno nello spazio all’interno di una piccola sonda a semiconduttore dimensione della mano umanao anche più piccolo, è dotato di uno scudo che lo protegge dalle radiazioni mentre attraversa il mezzo interstellare.

Per effettuare queste escursioni al di fuori del sistema solare, i ricercatori propongono di utilizzare una tecnologia su cui stanno attualmente lavorando che utilizza la luce come “propulsore” e consente “la propulsione di oggetti macroscopici a velocità prossime a quella della luce”. spiegare Philip Lubin, professore all’Università della California, Santa Barbara (UCSB) e coautore dello studio.

Dirigiti verso la stella più vicina

La sonda, che trasporterà a bordo gli strumenti per rilevare, raccogliere e trasmettere dati alla Terra, sarà azionata fino al 20-30% della velocità della luce dalla luce stessa, utilizzando un laser di propulsione centrato sulla Terra, o addirittura sulla Luna.

In questo modo, gli esperti calcolano che la “nave piccola” può raggiungere velocità Più di 160 milioni di chilometri orariFino a raggiungere la stella nana rossa Prossima Centauripiù vicino al nostro sistema solare, in circa 20 anni.

All’interno di questi vasi entravano organismi microscopici, come i cosiddetti Caenorhabditis elegans o tardigradiconosciuti come orsi d’acqua, che potrebbero diventare i primi terrestri a viaggiare tra le stelle.

READ  Blizzard non si inganna con Diablo Immortal e ammette che lo rilascerà su PC perché "le persone lo emuleranno allo stesso modo"

‘comportamento addestrato’

Scoprono il primo buco nero che vaga liberamente nello spazio interstellare

L’obiettivo della missione è osservare accuratamente gli organismi viventi dalla Terra con l’aiuto di Connessione fotonica Per scoprire quale effetto potrebbe avere il viaggio interstellare su di esso. In questo modo, cercano di studiare i potenziali effetti di un volo con queste caratteristiche sugli esseri umani, nonostante si rendano conto che inviare persone nello spazio interstellare è ancora molto lontano.

“Possiamo indagare su come ricordano il comportamento addestrato quando volano via dalla loro origine terrestre vicino alla velocità della luce e Controlla il tuo metabolismofisiologia, funzione neurale, riproduzione e invecchiamento”, afferma Joel Rothman, Lupin Fellow presso l’Università della California, San Francisco e coautore dell’articolo.

In questo senso, lo scienziato assicura che la maggior parte degli esperimenti che si possono fare con questi animali in laboratorio possono essere fatti anche in una piccola navicella spaziale mentre si viaggia nell’universo.

L’hai trovato interessante? Lascia la tua opinione nei commenti!