Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli eredi di Gucci minacciano di citare in giudizio il film di Ridley Scott

Gli eredi della casa di moda italiana di lusso Gucci lunedì hanno minacciato un’azione legale contro la “Casa di Gucci” di Ridley Scott, che hanno accusato di ritrarre i membri della famiglia come “problemi”.

Il film è basato su uno degli eventi più importanti degli anni ’90 in Italia, l’omicidio di Maurizio Gucci (interpretato da Adam Driver), erede della casa di moda italiana, per volere della sua ex moglie, Patrizia Reggiani (Lady Gaga ). ).

“La famiglia Gucci si riserva di prendere qualsiasi iniziativa per tutelare il proprio nome e la propria immagine, nonché i nomi dei propri parenti”, si legge in una lettera pubblicata dall’agenzia di stampa italiana ANSA e firmata dagli eredi di Aldo Gucci (1905-1990). ). , fondatore del marchio di lusso.

La lettera afferma che gli eredi di Gucci sono stati particolarmente colpiti dalla descrizione di Patricia Reggiani, “una donna condannata per aver ordinato l’omicidio di Maurizio Gucci. [presentada] come vittima».

Hanno anche lamentato la rappresentazione di Aldo Gucci e dei suoi familiari come “cattivi, ignoranti e insensibili al mondo che li circonda”.

“House of Gucci” è diretto dal regista britannico Ridley Scott, 83 anni, che ha realizzato alcuni dei film più popolari degli ultimi 40 anni, come “Blade Runner”, “Alien”, “Il Gladiatore” e “Thelma e Louise” .

La famiglia Gucci non è più coinvolta nel marchio di lusso dagli anni ’90 ed è ora di proprietà del gruppo francese Kering, fondato dal miliardario Francois Pinault.

READ  Il nuovo capo di Noticias Telemundo aggiunge tre direttori al suo team