Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli astronomi hanno rivelato la prima immagine in super risoluzione della Via Lattea

I colori rappresentano il calore, con il viola che indica le zone più fredde, seguito da blu, verde e rosso, e il bianco che evidenzia le parti più calde della natura)

Gli astronomi hanno scoperto ca Venti stelle nell’esplosione via LatteaGrazie a dettagliate osservazioni radio che possono rivelare più eventi di questo genere nella Galassia.

È attesa una stella nella Via Lattea Esplode Quasi come una supernova Una volta ogni 100 anni. sei violento bombardamenti La drammatica agonia finale delle stelle massicce mentre esauriscono il carburante possono catapultare enormi nubi di polvere e gas in luoghi a diversi anni luce dalla stella.

queste “residui di supernova” Può durare migliaia di anni prima di dissolversi. Studiarli può rivelare informazioni utili sulla galassia, perché spesso contiene elementi pesanti che danno origine ad altre stelle, pianeti e persino alla vita stessa.

L'immagine mostra cinque resti di supernova finora nascosti (AFP)
L’immagine mostra cinque resti di supernova finora nascosti (AFP)

Centinaia di questi resti sono stati trovati in tutta la Via Lattea, ma gli astronomi pensano che li abbiano solo notati quinto del totale. La maggior parte di loro rileva le emissioni radio dei detriti mentre si espandono, rivelando le sue forme altrimenti invisibili, ma molti sono troppo deboli per essere rilevati.

Ha spiegato in un’intervista alla rivista scientifica che “c’è un problema con la scomparsa dei resti di supernova”. natura Brianna Paolo che studia astronomia in Università dell’Alberta (Canada). Ha aggiunto: “Sappiamo quanto dovremmo vedere e vediamo molto meno”.

Il 16 gennaio è stato rivelato un progetto guidato da Ball Un nuovo modo per tracciare i resti di supernova. Combina il potere di controllo Australian Square Kilometre Pathfinder Array (ASKAP), Un radiotelescopio a 36 antenne situato nell’Australia occidentale accoppiato con il Parkes Telescope, un’unica parabola satellitare situata nel Nuovo Galles del Sud (Australia), per rilevare resti di supernova invisibili in una regione del cielo notturno.

Le immagini dei radiotelescopi Parkes e ASKAP sono state combinate per fornire viste dettagliate dei resti di supernova (Getty Images)
Le immagini dei radiotelescopi Parkes e ASKAP sono state combinate per fornire viste dettagliate dei resti di supernova (Getty Images)

Abbiamo scoperto 21 nuovi candidati”, ha sostenuto Roland Kothes, radioastronomo Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada in conquistare E il supervisore della palla. “Questa immagine è stata il primo test che abbiamo fatto e ha funzionato incredibilmente bene”, ha spiegato. L’opera non è stata ancora pubblicata.

READ  Un asteroide delle dimensioni di un autobus passerà vicino alla Terra oggi e puoi vederlo dal vivo! Insegnami la scienza

L’immagine rilasciata dal team contiene Cinque dei 21 resti di supernova appena scoperti, Di cui uno a forma di otto, debolmente mostrato in alto a sinistra. L’immagine è stata catturata lungo uno dei bracci a spirale della Via Lattea, il Braccio Norma, vicino al centro denso della galassia, dove la luce visibile è in gran parte bloccata da polvere e gas.

Mesi fa, attraverso un fenomeno chiamato lente gravitazionale, tre diversi momenti di una lontana esplosione di supernova sono stati catturati in un colpo solo dal telescopio spaziale Hubble della NASA (REUTERS)
Mesi fa, attraverso un fenomeno chiamato lente gravitazionale, tre diversi momenti di una lontana esplosione di supernova sono stati catturati in un colpo solo dal telescopio spaziale Hubble della NASA (REUTERS)

per me Carlo Padis, astronomo Università di Pittsburgh (Pennsylvania) Chiunque studi i resti di supernova, trovando questi nuovi resti può darci maggiori informazioni sui “tipi di stelle che esplodono come supernove”. “È davvero bello che questi ragazzi lo stiano facendo”, ha detto.

ASKAP ha lanciato l’anno scorso un’indagine quinquennale dell’intero cielo dell’emisfero australe, che rappresenta metà della galassia visibile. Si prevede che appaiano molti resti di supernova. “Stiamo scoprendo fonti che i precedenti telescopi non erano in grado di rilevare perché non le avevano Precisione Salutato sensibile è necessario. “Ci aspettiamo che questo venga rilevato da una vasta popolazione”, ha concluso Paul.

Continuare a leggere: