Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Giovani bagnini che potranno rappresentare l’Argentina nel soccorso idrico mondiale

Non tutti i supereroi indossano mantelli o maschere. Altrimenti, alcuni potrebbero essere mimetizzati tra costumi da bagno e occhiali e persino appartenere alla fascia di età adolescenziale che conserva ancora i suoi tratti d’infanzia. Tuttavia, l’età non sembra essere un ostacolo “Mini bagnino”la principale squadra di soccorso acquatico sportivo (SAD) del comune Escobar Con la sua enorme influenza, è stata in grado di farlo Cinque membri attivi si qualificheranno per la Coppa del Mondo FIFA Under 20 2022.

Il sistema combina tutto il necessario affinché le persone lavorino e aiutino a terra e in acqua. Sebbene non sia uno dei concerti più seguiti a livello nazionale, la festa nella regione settentrionale lo ha tenuto due estati fa, essendo l’unico a darlo autostrada Perché, come spiega la Junior Trainer Eliana Naun, “è importante che i bambini sappiano come prevenire l’annegamento con gli strumenti giusti, e ancora di più se l’apprendimento avviene durante l’infanzia”.

In effetti, questo obiettivo è uno dei tanti obiettivi che la fondazione sta cercando di promuovere e che funge da glossario trasferibile per i neonati che entrano nell’attività, coloro che aspirano a diventare bagnini professionisti man mano che crescono. “Questo sport mi ha fatto uscire dal buio. Mi ha fatto scoprire uno sbocco sano e bello”, spiega uno degli atleti selezionati per partecipare al torneo ad alte prestazioni che si terrà a Riccione (Italia).

Mini Lifeguards è stato un progetto locale promosso da Eliana Naun, una delle carrozze.

Triste per a Disciplina volontaria composta da 23 prove. L’unica condizione eccezionale per l’ingresso è saper nuotare in quanto si pone come alternativa al nuoto, abbinando percorsi di camminata su sentieri sabbiosi e, di conseguenza, salvataggi in mare (all’aperto) e in piscina (al coperto). Inoltre, apprendono le tecniche di RCP e incorporano la capacità di manovrare barche come un kayak.

READ  In fuga dalla sua città natale, Cristiano Ronaldo ha conquistato Madrid e ha abbagliato il mondo: Georgina Rodriguez, l'argentina che ha cambiato il suo destino.

Eliana (25) Oltre a lavorare come bagnina – passione ereditata dal padre, che si è dedicato anche alla cura della vita degli altri – ed essere una delle preparatrici fisiche del gruppo, è stata Responsabile della presentazione del progetto alle autorità comunali Il programma è offerto con accesso gratuito a tutta la comunità. “Prima lo insegnavo in un quartiere privato, ma avevo bisogno che fosse pubblico e gratuito per raggiungere i settori più poveri di Escobar”, dice eccitata, riconoscendo la gratitudine che gli studenti provano in ogni classe.

La richiesta era sbalorditiva. Quella che era iniziata come un’attività ricreativa è diventata rapidamente un rituale che molti giovani hanno adottato nella loro routine. Lezione giovanile di oggi Oltre 80 iscritti Dicono che cercano di più. “Lavoro con Lautaro Lezcano e Gabriel Aguilar che sono altri due insegnanti responsabili. Formiamo i ragazzi allo stesso modo dei bagnini, tralasciando la parte militare”.

Il team “Mini Lifeguard” si concentra sugli adolescenti di età compresa tra i 14 e i 17 anni. Ognuno ha la sua specialità perché “è molto difficile distinguersi in tutto”. Noun indica che la parte terrestre viene praticata il martedì e il giovedì, mentre il sabato è il giorno concordato in cui si incontrano per le prove acquatiche. Per alcune settimane il distretto ha abilitato una piscina comunale in modo che tutta la squadra potesse svolgere la pratica.

Lo sport a Escobar è gratuito.  Il tipo di addestramento è simile a quello che ricevono i bagnini, ad eccezione della parte militare.

Lo sport a Escobar è gratuito. Il tipo di addestramento è simile a quello che ricevono i bagnini, ad eccezione della parte militare.

Alla fine di marzo, 26 studenti hanno preso parte al campionato nazionale in Pinamar. Essendo il club più recente dell’EPSA (l’ente che regola lo sport in Argentina), hanno potuto viaggiare con l’obiettivo di fare test in spiaggia. “All’inizio non volevano accettare il viaggio perché lo consideravano una spesa enorme”, ricorda. “Ma sapevo che era un’opportunità unica per loro, quindi ho insistito così tanto che alla fine hanno accettato”.

READ  Ecco come era il medagliere

Non avrebbero mai immaginato l’esito con cui sarebbero tornati a casa: lungi dall’esperienza che amavano ricordare, la squadra ha guadagnato medaglie per essere arrivata in finale, ottenendo così il miglior tempo in più fasi. Inoltre, la chiamata alla costa era un’offerta a scelta di Junior World Aquatic Rescue, che sarebbero stati gli ultimi giorni di settembre ei primi giorni di ottobre.

Eliana ammette: “Ci hanno detto che sette ragazzi erano stati lasciati alla chiamata. Non potevamo crederci”. Dopo essersi concentrati meno con i gruppi di altre classi, finiscono con cinque giovani uomini del dolore di Escobar che non vedono l’ora di rappresentare il paese nel campionato giovanile. Chiara Frungia (15), Delfina Liboras (16), entrambi di Ingeniero Maschwitz; Mia Lescano (16), Josefina Renate (16), di Belén de Escobar; Enzo Estrella (18) di Garin.

Ora il suo desiderio è quello di poter recarsi in Italia per prendere parte all’evento sportivo. Stanno cercando un modo per coprire il costo del volo e dell’alloggio a Riccione. Da quando sono stati avvisati, hanno allestito fiere di prodotti alimentari e artigianali per raccogliere i fondi necessari (https://shortest.link/3N9T è il link che hanno abilitato per chi vuole collaborare). “Andiamo con il 2% di ciò che dobbiamo raccogliere, ma abbiamo fede”.

Alcuni dei corridori che hanno preso parte al campionato nazionale in Pinamar che si è svolto a fine marzo.

Alcuni dei corridori che hanno preso parte al campionato nazionale in Pinamar che si è svolto a fine marzo.

Mezzogiorno si ferma a pensare a cosa ha realizzato con la squadra, e il desiderio di trattenere le lacrime la tradisce. “Sento di aver già vinto. Quando i bambini ti dicono che un’attività ha cambiato il loro atteggiamento nei confronti della vita, è emozionante. Lo sport aiuta molto a uscire da situazioni negative e puoi vedere l’impegno e la passione che hanno”.

READ  L'Atletico ha colpito, sopportato e sconfitto Huracan

Delfina Liboras e Chiara Frungia, due delle atlete selezionate per la Coppa del Mondo, hanno evidenziato il loro grande interesse nel rappresentare le due squadre. A questo vogliamo dedicarci tutta la vita e speriamo di essere ambasciatori dello sport in Italia. I nostri giovani bagnini ci hanno insegnato i valori e il rispetto per la professione”.