Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Galleggianti di borsa, banche in attesa di incontro con governo e premio al rischio italiano – ECONOMIA

Il mercato azionario apre piatto in questo giorno spazzatura dopo un aumento di mezzo punto del prezzo del denaro in Europa. L’indice Ibex 35 è sceso solo dello 0,1% a 8.010 punti. Durante questa settimana volatile, e in assenza della chiusura odierna, il mercato azionario è salito dello 0,8%. Finora quest’anno sta accumulando un calo dell’8%.

Oggi le banche sospettano. Questa mattina i rappresentanti del settore finanziario incontreranno il sig Vice Presidente Esecutivo e Ministro dell’Economia, Nadia Calvino, e con il Governatore della Banca di Spagna, Pablo Hernandez de Cos. Si occuperanno dell’insolita tassa spinosa che viene prodotta. Si parla di un tasso del 5 per cento di commissioni e interessi che la banca addebita ai propri clienti. Con questa tassa straordinaria, L’esecutivo intende raccogliere 1.500 milioni di euro all’anno nei prossimi due anni. Le banche come un gatto resisteranno a questa tassa, che considerano ingiusta, discriminatoria e dannosa per l’economia.

Il massiccio aumento dei tassi di interesse ha deciso Ieri BCE contribuisce a migliorare i margini degli enti finanziari. Ma il motivo è che un prezzo più alto del denaro frena la crescita economica, il che equivale a un potenziale aumento della delinquenza. In generale, il previsto rallentamento dell’attività economica sta danneggiando le società legate alla crescita e le società con maggiore indebitamento. Dovranno fare i conti con meno attività e maggiori costi di finanziamento.

Oggi Opdenergy, produttore di energia rinnovabile, compare per la prima volta in borsa. Il prezzo di partenza è finalmente fissato al fondo dell’intervallo stimato. È ancora a 4,75 euro per azione, un prezzo che la società stima in 500 milioni di euro. La società mette sul mercato le azioni dell’aumento di capitale da 200 milioni di euro.

READ  Il Gruppo dei Sette G7 concorda un tasso globale di almeno il 15% per le multinazionali

In altri mercati, l’euro ha mantenuto la reazione ieri e ha scambiato per $ 1,02. Il petrolio sale a 105 dollari. Il mercato del debito resta molto teso. Il premio al rischio in Italia, dopo la convocazione anticipata delle elezioni, SSupera i 240 punti contro i 125 della Spagna.

Gli indicatori di attività arriveranno oggi nei settori manifatturiero e dei servizi sia in Europa che negli Stati Uniti. I mercati temono che le misure della Banca centrale europea per contenere l’inflazione portino a una maggiore calma nell’attività economica. Gli analisti della compagnia assicurativa Mapfre si aspettano La crescita del PIL della Spagna è 4,1 quest’anno, rispetto al 4,2 precedente, con una crescita del 2,4 l’anno prossimo. Ma non escludono che l’economia entri in recessione nel 2023. MAPFR prevede che l’inflazione in media 8,2 per cento quest’anno. Da parte sua, l’istituto della cassa di risparmio, Funcas, prevede una crescita del 4,2 per cento quest’anno e solo del 2 per cento nel 2023. Si aspetta che l’inflazione aumenterà dell’8,8 per cento quest’anno e del 5,5 per cento l’anno prossimo. BBVA Research ha anche rivisto le sue stime di crescita per la Spagna nel 2023. Ora prevede l’1,8%. Per l’anno in corso, è rimasta stabile al 4,1%.