Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Francesco non esclude le dimissioni definitive | Il Papa ha parlato ai giornalisti durante il volo di ritorno dal Canada al Vaticano

Papa Francesco sabato lo ha sollevato Le sue ultime dimissioni ‘non sono un disastro’ perché ‘puoi cambiare papa e non è un problema’Anche se ha escluso che stia valutando la possibilità di dimettersi a breve termine.

“Non credo di poter continuare con lo stesso ritmo di viaggio di prima”, ha ammesso il pontefice in conferenza stampa sull’aereo pontificio con i giornalisti che lo hanno accompagnato nel suo viaggio di sei giorni in Canada.

“Alla mia età e con questa restrizione, dovrei risparmiare poco per il servizio in chiesa o, al contrario, Pensa alla possibilità di farti da parte. Non è un disastro, puoi cambiare papà, non è un problema, ha detto Jorge Bergoglio, 85 anni, che ha usato per la prima volta la sedia a rotelle in questa trasferta per la maggior parte dei suoi viaggi a causa dell’infortunio alla sua destra. ginocchio.

Per il Papa, di fronte alla premessa delle dimissioni, «La porta è aperta, è una delle opzioni normali, ma fino ad oggi non l’ho usata. Non pensavo a questa possibilità. Ma questo non significa che dopodomani non ci penso. Questo viaggio è stato un test. In tal caso, non puoi prendere voli, devi cambiare metodo e magari pagare le bollette dei voli in sospeso”.

papa da Percorse quasi 20.000 chilometri in meno di una settimanaUsa una stampella per i viaggi al chiuso e una sedia a rotelle per i viaggi all’aperto. “Mi sforzerò di continuare a fare i viaggi e di essere vicino alle persone, perché credo che la convergenza sia un mezzo di servizio”, ha aggiunto in seguito, riferendosi a potenziali viaggi. Installato nel 2013Il Papa ha già compiuto 37 viaggi fuori dall’Italia.

In questo contesto, il Papa ha indicato alcuni dei suoi possibili viaggi futuri e ha ribadito la sua intenzione di recarsi in Ucraina e fare una visita nella Repubblica Democratica del Congo e nel Sud Sudan che aveva programmato per i primi di luglio e che doveva rimandare. Per non ferire il recupero del ginocchio.

READ  La Jornada - Il Messico onorerà il capo della polizia per aver salvato l'arte

“L’ho detto Vorrei andare in Ucraina“Vediamo cosa troverò quando torno a casa”, ha detto, riferendosi a uno studio sul potenziale viaggio della Santa Sede che continuerà a essere valutato a Roma, dove è arrivato sabato mattina.

Vorrei andare in KazakistanÈ una corsa tranquilla, è una conferenza”.

Devo anche andare in Sud Sudan perché è un viaggio con l’arcivescovo di Canterbury e il leader della Chiesa di Scozia, noi tre, che abbiamo fatto il ritiroHa parlato del pellegrinaggio ecumenico che il Paese africano cerca dopo aver radunato i leader politici in Vaticano per aiutare a una soluzione pacifica della crisi.

Francesco se lo aspettava Il viaggio nella Repubblica Democratica del Congo potrebbe essere per il “prossimo anno”.; Una volta finita la stagione delle piogge. “Ho tutte buone intenzioni, ma vediamo cosa dice la gamba”, ha detto.

Interrogato sulla possibilità di sottoporsi a un intervento chirurgico al ginocchio, il Papa ha detto: “L’intervento chirurgico non proseguirà. I tecnici dicono di sì, ma c’è il problema dell’anestesia, ho avuto sei ore di anestesia e ne vedo ancora gli effetti”, ha detto, riferendosi alla sua operazione al colon nel luglio 2021.

colonizzazione

Sullo stesso volo Il Papa ha definito “colonizzatore” le politiche di alcune organizzazioni internazionali di credito. Lo ha detto il Papa rispondendo a una domanda in conferenza stampa sulla cosiddetta “dottrina del colonialismo”, nome dato alle bolle pontificie del noto XV secolo. Con cui la chiesa ha sostenuto la rimozione della terra dalle popolazioni indigene dell’Africa e dell’America.

‘Per esempio, alcuni vescovi di alcuni Paesi mi hanno detto’Quando il nostro Paese chiede un prestito a un’organizzazione internazionale, impongono condizioni coloniali, anche legislative, per concederci il prestito.Il Papa ha espresso il suo rammarico durante i 40 minuti di dialogo con i giornalisti che lo hanno accompagnato in un tour di sei giorni in Canada.

READ  I volontari italiani scommettono su Soberana Plus (+ foto e video)

Il Papa ricorda che i vescovi del Paese, che non volevano essere identificati, gli hanno detto prima del suo arrivo ieri a Roma: “Ti fanno cambiare modo di vivere”. Così, Francis si riferiva alla colonizzazione dell’America e “Quella mentalità secondo cui siamo superiori e questi indigeni non valgono niente”, ha rifiutato. Che, secondo lui, segnò l’arrivo degli europei nel continente.

“Questo è pericoloso. Ecco perché dobbiamo agire in base a quello che dicono. Tornare indietro e sanificare ciò che è stato fatto di sbagliato, ma con la consapevolezza che la stessa colonizzazione esiste oggi”, ha aggiunto, sempre in risposta alla sua opinione quattrocentesca . tori.

“Penso che questo sia il problema di tutto il colonialismo. Anche Il colonialismo ideologico di oggi Oggi ha lo stesso problema. Chiunque non si metta sulla sua strada è al di sotto degli standard”, si pentì infine in quella direzione.

Durante la conferenza stampa sul viaggio di ritorno a Roma da Iqaluit, Il Papa ha anche mostrato una leggera apertura alla discussione sulla contraccezione in ambito ecclesiastico.

“Molte cose sono cambiate. Ad esempio, le armi atomiche, il loro uso e possesso è ormai immorale. Oppure la pena di morte, eccoci vicini all’immoralità”, confronta il pontefice, avallando l’apertura di studi a livello teologico, anche se poi il Il Papa dirà, da Durante l’autorità educativa, «se le cose vanno bene o vanno male».

Il contesto delle parole del Papa è la recente pubblicazione nell’editoriale vaticano del testo di sintesi “Etica della vita e teologia. Scrittura, tradizioni e sfide pratiche”, in cui si apre la possibilità dell’accettazione da parte dei credenti di contraccettivi innaturali. In determinate circostanze “rende irresponsabile” mettere al mondo dei bambini.

READ  L'estate hanno potuto incontrare di nuovo i nipoti

«So che c’è questa pubblicazione, è il verbale del convegno, e nel convegno ci sono le presentazioni, si discute tra di loro e si fanno proposte. Chi ha fatto il convegno ha fatto il suo dovere, cercando di far avanzare la dottrina, ma in ambito ecclesiastico senso, allora il magistero dirà se tutto va bene o no… ma il dovere dei teologi è la contemplazione teologica», come poi sviluppò.

Inoltre, in vista delle prossime elezioni che si terranno in Italia il 25 settembre Il Papa, dopo la caduta del presidente del Consiglio Mario Draghi, ha chiesto ai vertici del Paese la “responsabilità civile”..

“Innanzitutto non voglio immischiarmi nella politica interna italiana. In secondo luogo, Nessuno poteva dire che il presidente Draghi non fosse un uomo di alta qualità internazionaleHa detto dell’economista 74enne che ha nominato nel 2020 membro della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

“Ho fatto una domanda a un collaboratore: quanti governi ha l’Italia in questo secolo? E mi ha detto 20. Questa è la mia risposta”, ha aggiunto, sottintendendo voci critiche sulla stabilità istituzionale di un Paese con 67 governi. Dalla proclamazione della Repubblica nel 1946, con una durata media di 14 mesi.