Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Formula 1: la Ferrari annuncia il rinnovo del contratto di Carlos Sainz Jr

Lo spagnolo ha rinnovato il sodalizio con la Ferrari fino al 2024 (Reuters)

Il pilota spagnolo Carlos SainzTerzo posto nel Campionato del Mondo di Formula 1 e nella Nazionale Italiana Ferrari Hanno raggiunto un accordo Rinnovando la loro relazione per altri due anni fino al 2024. Dopo una prima stagione insieme, oggi ha svelato la squadra italiana, la più vincente nella storia della prima divisione.

La Ferrari è lieta di annunciare il prolungamento del suo contratto con Carlos Sainz. spagnoli chi Ha debuttato con Maranello nella stagione 2021Farà quindi parte della squadra fino alla fine del 2024, ha affermato la squadra in una nota.

Sainz, 27 anni Era “molto felice” per il rinnovo Dopo una stagione “forte e costruttiva”: “Ho sempre detto che non c’è squadra migliore per correre della Formula 1 E dopo più di un anno con loro, posso garantire che indossare questo abito e rappresentare questa squadra è unico e incomparabile”, ha sottolineato.

Carlos Sainz ha firmato con la Ferrari nel 2021 (Reuters)
Carlos Sainz ha firmato con la Ferrari nel 2021 (Reuters)

Annunciando il rinnovo della Madrilenian di Formula 1 da otto libbre, Alla vigilia del Gran Premio dell’Emilia-Romagna, a Imola (Italia). “La mia prima stagione a Maranello è stata solida e costruttiva e tutto il gruppo è andato avanti insieme. Il risultato di tutto quel lavoro è stato visto chiaramente finora in questa stagione”, ha detto il pilota, che sta entrando nella sua ottava stagione in massimo e il secondo con Infestazione di cavalli.

Allo stesso tempo, lo ha aggiunto Si sente “sostenuto da questa rinnovata manifestazione di fiducia”. “Ora non vedo l’ora di salire in macchina, di fare del mio meglio per la Ferrari e di regalare tanta gioia ai suoi fan. La F1-75 ha dimostrato di essere un’auto di prima classe, che può permettermi di perseguire i miei obiettivi su pista, a cominciare dalla mia prima vittoria in Formula 1”.

READ  Alfa Romeo, AlphaTauri, Aston Martin, Haas e Williams, "The Underdogs"

Mattia Binotto, direttore generale e team manager, ha elogiato il lavoro di Sainz e ha riflettuto: “Nel periodo in cui è stato con la squadra, Ha dimostrato di avere il talento che ci aspettavamo da lui, ottenere risultati impressionanti e sfruttare al meglio ogni opportunità. “

Carlos Sainz è terzo nella classifica generale di Formula 1 (Reuters)
Carlos Sainz è terzo nella classifica generale di Formula 1 (Reuters)

«L’ho detto molte volte Penso che abbiamo la migliore coppia di piloti in Formula 1″“Ecco perché, ad ogni gara di passaggio, mi è sembrato un passo del tutto naturale prolungare il contratto di Carlos e garantire così stabilità e continuità”, ha aggiunto il tecnico.

“Fuori dalla macchina, lavora sodo tenendo a mente ogni dettaglio, il che ha aiutato l’intero gruppo a migliorare e progredire. Insieme, possiamo aspirare a obiettivi ambiziosi Sono sicuro che, insieme a Charles (Leclerc), potrà svolgere un ruolo importante nell’alimentare la leggenda Ferrari e scriverà nuovi capitoli nella storia della nostra squadra”.

Con i 20 Gran Premi ancora in corso in questa stagione da record e con un’auto che attualmente supera le rivali Red Bull e Mercedes in termini di prestazioni e affidabilità, lo spagnolo dovrebbe avere una possibilità. La nazionale italiana più vincente della storia (16 titoli costruttori e 15 titoli piloti), Non hanno vinto il titolo di miglior squadra dal 2008Accanto Inoltre non ha avuto un pilota al più alto livello di questo sport dal 2007 Con il finlandese Kimi Raikkonen.

Continuare a leggere

Cresce la polemica contro la “Ferrari bianca” di Haas in F1: “Queste cose dovrebbero essere bandite”
Svelato il regalo Ferrari che ha fatto parlare la gente in Formula 1: “Leclerc mi ricorda Schumacher”
Cresce la polemica in Formula 1 dopo i controlli sulla biancheria intima dei piloti: Hamilton arrabbiato per il divieto di gioielli

(Con informazioni da EFE)

READ  Thomas Vermaelen, non è mai troppo tardi