Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Fondi europei | La Spagna riceverà altri 2.500 milioni dalla prossima generazione di riforme energetiche

Governo Pedro Sanchez Può richiedere ulteriori 2.586 milioni di euro a Programma di nuova generazione L’Unione Europea finanzia investimenti e riforme in materia energetica. Martedì i ministri dell’Economia e delle Finanze dell’Unione Europea (Ecofin) hanno dato il via libera al piano presentato dalla Commissione Europea lo scorso maggio per rendere l’Unione Europea indipendente dall’Unione Europea. alimentazione russa, che include un pacchetto aggiuntivo di sovvenzioni da 20 miliardi di euro Che i 27 paesi sarebbero in grado di utilizzare per diversificare ulteriormente le forniture, migliorare la sicurezza energetica e ridurre la dipendenza della Russia dai combustibili fossili.

Il ministro delle finanze ceco ha sottolineato che “dato il contesto geopolitico da quando la Russia ha iniziato la sua aggressione militare contro l’Ucraina, e visti i recenti attacchi alle infrastrutture energetiche in Europa, sono sicuro che sia necessario premere per un rapido accordo su questa proposta”, Zbenik Stangorail cui paese detiene la presidenza dell’Unione europea ogni sei mesi. “L’accordo giunge al momento opportuno. Contribuirà a migliorare la sicurezza energetica nell’Unione Europea ea combattere i prezzi elevati dell’energia attraverso investimenti rapidi quando necessario. Valdis Dombrovskis.

L’accordo, che la presidenza ceca deve ora negoziare con il Parlamento europeo, consentirà ai paesi che desiderano accedere a questi finanziamenti aggiuntivi di inserire un nuovo capitolo nel loro programma nazionale di ripresa e resilienza. Per accedere alle sovvenzioni, dovranno inviarlo alla Commissione Europea a Nuovo capitolo sulle riforme e gli investimenti energetici. Secondo la distribuzione concordata, Italia e Polonia Saranno loro i principali beneficiari con il 13,80% del volume ovvero 2.760 milioni di euro. Al terzo posto c’è Spagna Che varrà il 12,93% del totale ovvero circa 2.586 milioni di richiedenti Franciadell’11,6% o 2320 milioni e Germaniache varrà il 10,45% o 2.089 milioni, lontano dal prossimo beneficiario che sarà Portogallo Che equivale al 3,52% del finanziamento aggiuntivo o 704.000 euro.

READ  Gli economisti riducono l'aumento del PIL al 4,7% nel 2021 a causa dell'aumento dei prezzi e della variabile omicron | Economia

Standard di distribuzione

“E’ bello che si sia raggiunto un consenso. Con questa proposta l’Europa potrà dare un ulteriore impulso alla sua separazione dalla Russia e migliorare la sua sicurezza energetica”, fonti del ministero dell’Economia celebrano un accordo che mostra che all’Europa livello “c’è un consenso sul fatto che la Spagna può contribuire ad accelerare la transizione energetica e rafforzare la sicurezza energetica in Europa.

I fondi sono stati assegnati attraverso una combinazione di fattori che tengono conto della “politica di coerenza, della dipendenza degli Stati membri Combustibili fossili L’aumento dei prezzi di investimento e l’inflazione. I fondi per il finanziamento di 20.000 milioni di sovvenzioni proverranno principalmente dal Fondo per l’innovazione (75%) e dalla distribuzione anticipata dei diritti di emissione di anidride carbonica (25%). Ecofin ha confermato che il suo intento non è quello di interrompere il funzionamento del sistema ETS dell’Unione Europea, esso scambio di quote di emissione Introdotto per combattere l’inquinamento atmosferico e ridurre le emissioni.

Più solidarietà europea

La decisione è coincisa con un appello questo martedì del Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni, alla solidarietà europea per affrontare la crisi energetica dell’Europa e combattere la frammentazione del mercato unico. “Se vogliamo evitare la frammentazione, se vogliamo affrontare questa crisi, penso che serva un più alto livello di solidarietà e abbiamo bisogno di Sblocca strumenti comuni aggiuntivi“, dal Lussemburgo. Che tipo di strumenti può utilizzare l’UE?” Per esempio , Quello che abbiamo fatto con SURE durante l’epidemia è stata una proposta interessante. È basato sul prestito e penso che possa essere realistico. Il nostro obiettivo è aumentare la solidarietà ed evitare i rischi di frammentazione, e non criticare questo o quello Stato membro”, riferendosi a Germania E il suo piano complessivo di 200.000 milioni per aiutare le case e le imprese che ha ricevuto negli ultimi giorni Critiche dall’Italia e dalla Francia. Nello specifico, i Commissari Gentiloni e Thierry Breton, rispettivamente italiani e francesi, hanno firmato un articolo congiunto pubblicato su diversi media europei in cui indicavano la possibilità di creare alcuni strumenti di emissione del debito per superare i diversi margini di manovra dei bilanci nazionali.

READ  La startup Marvel sta cambiando direzione