Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Filmus ha visitato Salta per promuovere la scienza e l’industria della conoscenza | Procede l’installazione del telescopio Qubic e rivitalizza il progetto Llama

Ministro nazionale della scienza, della tecnologia e dell’innovazione Daniel Filmus Ha visitato con un sacco di notizie sulla contea. Il suo tour è iniziato la mattina presto in Gran BorDove dopo aver incontrato il governatore Gustavo Sainz, È andato nella sala centrale del Palazzo del Governo con i funzionari regionali Il Fondo Salta è stato introdotto per promuovere un’economia della conoscenza e una tecnologia agroindustriale.

Si tratta di un fondo di 50 milioni di dollari per lo sviluppo di tecnologie che rispondano alle esigenze attuali e future del settore produttivo e per rilanciare l’agrobusiness della contea.e finanziare proposte innovative che promuovono la creazione di buoni posti di lavoro, la fornitura di nuovi prodotti o servizi ad alta intensità di conoscenza e tecnologia, con il potenziale per l’internazionalizzazione.

Saranno assegnati contributi non rimborsabili da 3 a 5 milioni di pesos per progetto. Le piccole e medie imprese interessate a partecipare a questa linea di credito devono registrarsi tramite il sito web . Agenzia Regionale per la Promozione Scientifica e l’Innovazione Tecnologica di Salta.

Responsabile dell’Agenzia Nazionale per la Promozione della Ricerca, dello Sviluppo Tecnologico e dell’Innovazione (Agenzia R+S+i), Fernando Pieranoe Ministro dell’Istruzione di Salta, Mattia CanepaFilmus ha annunciato che è il primo fondo Salta per rilanciare l’economia della conoscenza ed è stato progettato dall’agenzia regionale per la promozione scientifica e l’innovazione tecnologica e la sua controparte nazionale.

Filmus lo ha evidenziato Salta, insieme a Córdoba e Mendoza, sono le uniche tre province che hanno compiuto progressi nella creazione di agenzie specifiche e nella realizzazione di progetti specifici di sviluppo e promozione per le PMI. Ha lamentato che la scienza e la tecnologia sono “forse di gran lunga le aree più diseguali in Argentina”, con “l’85% concentrato in quattro giurisdizioni, vale a dire Córdoba, Santa Fe, Greater Buenos Aires e la città di Buenos Aires”.

Intanto, ha detto, è fondamentale produrre tre snodi per andare avanti nel piano di sviluppo auspicato: “Il primo è l’articolazione tra mondo accademico e mondo produttivo, perché abbiamo bisogno che la ricerca sia al servizio delle esigenze del nostro società. Se vogliamo cambiare la matrice produttiva di un Paese, dobbiamo aggiungergli valore attraverso l’innovazione.“.

Ha notato che “il secondo esempio è l’espressione pubblica e privata, e il terzo è quello che si verifica tra la nazione e le province”, e ha sottolineato che questi tre elementi a Salta si realizzeranno. La scienza e la tecnologia sono fondamentali per determinare il loro futuro, e non l’abbiamo mai visto prima, come in una pandemia Chi monopolizza la conoscenza monopolizza anche il diritto alla vita, e può decidere chi vive o no‘, che è stato utilizzato dal funzionario nazionale.

READ  La Grecia brucia e il cielo si tinge di arancione a causa dei devastanti incendi nel Mediterraneo

A sua volta Canepa ha apprezzato l’importanza di poter selezionare progetti in base alle esigenze delle rispettive province, come puntare sulla tecnologia agroindustriale. “Vogliamo che il nostro sistema di produzione integri la tecnologia in tutto il processo produttivo fino alla commercializzazione Il ministro della Pubblica Istruzione ha affermato che il prodotto ha il potenziale per un’escalation.

Si stima che oggi ci siano circa 600 PMI a Salta dedicate all’industria della conoscenza e sperano, attraverso la promozione, che se ne aggiungano altre nei prossimi anni.

Jump, una finestra sull’universo

Dopo un po’, la stessa squadra, affiancata dal Segretario dell’Espressione Scientifica e Tecnologica della Nazione, Juan Pablo Paz; Testa di Conice, Anna Maria Franchi; Quello della Commissione Nazionale per l’Energia Atomica (CNEA), Adriana Cerkese membro del consiglio di amministrazione di Enacom, Salta Gonzalo Quilodran, Mobilitarsi nell’edificio del CNEA a Salta per annunciare Il lancio dell’osservatorio hi-tech Qubic con l’arrivo del suo telescopio dalla Francia, così come il rilancio del progetto Llama, paralizzato durante la presidenza di Mauricio Macri a causa dei tagli di bilancio.

Allo stesso tempo, dalla realizzazione di questi due progetti, così come altre idee come i progressi nel Centro di Interpretazione, ha generato la possibilità di creare un nuovo centro per la promozione della conoscenza astronomica e del turismo attraverso lo sviluppo e la trasformazione della città la zona. Risposta, attraverso Crea una “finestra di salto per l’universo”.

Questo progetto mira a migliorare le capacità della contea di ospitare grandi osservatori e strutture scientifiche nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica, come Qubic e LLAMA, entrambi situati in Alto Chorrillos, vicino a San Antonio de Los Cobres.

Nel caso di Qubic, un team di 150 ricercatori, tecnici e amministratori installerà un telescopio ad alta tecnologia a Puna Salteña a un’altitudine di 4.900 metri., attraverso il quale cercheranno di catturare la radiazione per studiare il momento in cui si è originato l’universo. Con questo telescopio, possono rilevare la presenza di onde gravitazionali che sono state prodotte nelle prime fasi del la grande esplosione. Il valore di questo progetto è di circa 5 milioni di dollari, di cui uno fornito dall’Argentina e l’altro tramite finanziamenti Francia, Italia e Germania.

È un progetto unico al mondo con questo tipo di tecnologia e cerca di realizzare questi studi”, ha detto a Salta/12 Alberto Echguin, direttore di Qubic in Argentina.Nel dettaglio, prevedono di condurre i primi test nel marzo 2022.

Il telescopio Qubic già situato al CNEA Salta.

A circa 800 metri da lì, la costruzione e la messa in servizio del radiotelescopio argentino-brasiliano, LLAMA, è stata confermata dal contratto firmato tra MINCyT e INVAP, iniziato nel 2014 e paralizzato per tutta l’amministrazione. Facciamo cambio.

READ  L'ultima parte medica di Julian Weich era nota

“Le decisioni sbagliate sono state prese per pigrizia e disattenzione e l’antenna è stata spostata ad altezze esposte alle intemperie senza che tutte le apparecchiature fossero ancora al loro posto”, ha affermato Juan Pablo Paz, segretario del cardine scientifico-tecnologico della nazione. Tra il 2015 e il 2019 hanno prevalso “una politica di deterioramento e disinteresse pubblico per la scienza”.

Il ministro della Scienza e della tecnologia nazionale ha indicato che lunedì ricorre il 150° anniversario dell’istituzione del primo osservatorio astronomico, nella provincia di CordobaSu iniziativa del Presidente Domingo Faustino SarmientoE, sottolineò, in quel periodo, tra il 1868 e il 1871, quando se ne discuteva l’utilità, «molti dicevano che non bisogna investire nell’astronomia perché ci sono sempre altre necessità». “E sono stati Sarmiento e Avellaneda a sostenere che l’astronomia è importante per lo sviluppo della scienza e per la sovranità di un Paese, cosa di cui abbiamo continuato a discutere dopo 150 anni con alcuni settori della società come quelli della precedente amministrazione che hanno deciso di non continuare a contribuire al progetto LLAMA e hanno fatto sparire il ministero che dirigo”, ha aggiunto.

Per questo motivo si è ritenuto necessario installare questo polo astronomico a Salta, “che significa un investimento di milioni di dollari e richiede altri sviluppi nelle infrastrutture della regione, come le comunicazioni e l’elettricità, portando ad un maggiore sviluppo dei suoi abitanti. e diventando anche un’attrazione turistica.”

Filmus ha ritenuto che tutti questi sviluppi nella scienza e nella tecnologia rispondano in parte a leggi sul finanziamento della scienza e della tecnologia e leggi sull’economia della conoscenza, “Ciò consente investimenti molto importanti in questo settore”. Lì ha osservato che l’amministrazione Alberto Fernandez ha ereditato lo 0,24% del PIL in investimenti in questa materia, “il più basso da molti anni”. Mentre oggi è 0,31%” e Aspiriamo a raggiungere nel 2032 l’1%“.

Per il ministro, tutte queste indagini miglioreranno le condizioni per lo sviluppo del valore aggiunto, ha detto che nella tavola del litio, Aveva detto al governatore che avrebbero dovuto continuare a lavorare insieme in modo che “l’indagine aggiunga valore al litio a livello nazionale e non solo all’esportazione”.

READ  La Nación / Vigili del fuoco alla stazione di servizio di Asunción

A sua volta, Gonzalo Quilodran ha spiegato che l’Agenzia nazionale per le comunicazioni, firmando la Finestra dell’Unione tra istituzioni sull’universo, si occuperà di ampliare la comunicazione “in un progetto che abbiamo già realizzato”. Sarà compito dell’ENACOM portare le fibre ottiche “che partono dal nodo ARSAT a pochi chilometri da San Antonio de los Cobres”, e percorreranno la Strada Nazionale 51 a Olacapato, e attraverso la Strada Regionale 129, a Santa Rosa de los Pastos Grandes. E poi, attraverso il Distretto 27, ci sarà un’estensione di 130 chilometri al Tullar Grande.

Questo anello fibroso confina con Alto Chorrillos, dove sarà installato il polo astronomico con i suoi osservatori. Il funzionario ha affermato che sono già stati fatti progressi in questo senso e che nel 2022 potrebbero essere già completati i primi test di Qubic, Con una spesa di circa 60 milioni di dollari.

Ande tardive

Filmus culmina nel suo viaggio in una società di innovazione scientifica che studia il passaggio del tempo geologico applicabile all’industria petrolifera e del gas, e il capitale pubblico e privato tra Conicet e Pyme Geomap, la tarda Ande, “Questo è l’esempio che vogliamo dare, quando si guarda a ciò che sta accadendo nel mondo, si vede che i paesi devono essere in prima linea nella ricerca scientifica e tecnologica e nel progresso. E poi va comunicata con il settore privato in modo che arrivi assolutamente nelle mani di tutti».

In geologia, ci sono solo quattro squadre al mondo come Salta, cioè Unico in America Latina che può datare rocce tra 1 e 4,4 miliardi di anni per determinare la produzione di petrolio o gas in luoghi specifici. Inoltre, in questo centro di ricerca situato nel distretto di Vaqueros, è stato Andino 3, che è già stato venduto a livello internazionale, e Magnetometro Criogénico, Cri.AR, con l’obiettivo di sviluppare una magneto-magneto-analisi ad alta risoluzione per il prelievo di misure e campioni.

“La pandemia ci ha mostrato che quelli che hanno investito per ottenere il vaccino sono stati gli stati che collaborano con le aziende, e oggi abbiamo un caso attivo in scienza e tecnologia e quello che ci hanno detto negli ultimi quattro anni che era lo stesso per realizzarlo qui o acquistarlo, dobbiamo creare le condizioni per poterlo sviluppare qui e ottenere supernay “, ha concluso Filmus.