Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Eurovision 2022: quanto costa essere il Paese ospitante? | Economia

Questo sabato è il gran finale Eurovisione 2022, che si svolge a Torino (Italia). Sono 25 i paesi che si sono qualificati per i finalisti. La Spagna è decima, davanti all’Italia ospitante e davanti a due candidati: Olanda e Ucraina. Il concerto sarà aperto da We Are Domi, in rappresentanza della Repubblica Ceca, con la canzone Lights Off, e Stefan, l’attore estone, si concluderà con la canzone “Hope”.

La Spagna è tra le favorite per la vittoria, insieme a Regno Unito e Ucraina, e la sorpresa della finale è la Moldova. Al di là dei risultati, la celebrazione dell’Eurovision Song Contest ha i suoi costi, soprattutto per i paesi da cui viene trasmessa la competizione. Tradizionalmente i campioni di ogni edizione sono quelli che ospitano l’evento l’anno successivo. È stata la volta dell’Italia quest’anno 2022, con l’italiano Maleskin al primo posto lo scorso anno. L’evento, dunque, si svolgerà tra poche ore al PalaOlímpico di Torino, a partire dalle 21:00.

Si dice che i paesi non vogliano davvero vincere l’Eurovision Song Contest perché è troppo costoso da ospitare. “Nessun paese vincitore ha rifiutato l’hosting da Israele negli anni ’80, ma si è certamente ipotizzato che alcuni incrocino le dita sul fatto che le loro prestazioni non raggiungano la vetta della classifica popolare”, ha affermato Jonathan Merry, CEO di MoneyTransfers. .com, che ha creato un file Analisi dei costi del paese ospitante Negli ultimi dieci anni.

Secondo lo studio, Baku in Azerbaigian (2012) è stato il paese con la spesa più alta (65,1 milioni di euro), mentre il paese con il budget minimo stanziato per il festival è stato Stoccolma in Svezia con 11 milioni di euro nel 2016.

READ  La luce farà registrare il suo prezzo record domenica raggiungendo una media di 319 euro

Secondo i primi resoconti dei media locali, l’evento di quest’anno a Torino, in Italia, costerà circa 16,3 milioni di euro, 14,8 milioni di euro provenienti dalle amministrazioni comunali e 1,5 milioni di euro dal governo a livello nazionale, oltre a ulteriori finanziamenti da parte degli sponsor. Questa cifra è lontana dalla cifra utilizzata dall’Azerbaigian (2012), senza contare i 100 milioni di euro spesi dal Paese per costruire un nuovo stadio.

I budget (e i costi finali) in quei 10 anni variavano, dai 44,8 milioni di euro spesi dalla Danimarca nel 2014 ai 19,9 milioni di euro spesi da Malmö, in Svezia, l’anno prima.

Nel 2017 Kiev (Ucraina) ha stanziato 37 milioni di euro. Nel 2015 Vienna (Austria) ha speso 32,8 milioni di euro. Nel 2019 Tel Aviv (Israele) ha utilizzato 28,5 milioni di euro. Nel 2018 il Portogallo (Lisbona) ha stanziato 23 milioni di euro. Nel 2021 Rotterdam (Paesi Bassi) ha speso 19 milioni e nel 2016 Stoccolma (Svezia) ha speso 14 milioni.

In particolare, l’ultima canzone che ha vinto dal numero 10, come Chanel stasera, è stata “Heroes”, dell’artista svedese Mann Zelmerlo, nel 2015. I padroni di casa, l’Italia, cercheranno il doppio con Mahmoud e Blanco e la loro canzone popolare “Priveday .” . La canzone italiana è la più ascoltata sulle piattaforme streaming con 40 partecipanti, con oltre 71 milioni di visualizzazioni su Spotify.