Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Esperti internazionali evidenziano i contributi delle TIC all’economia

Nell’ambito del “13° incontro di società e tecnologia dell’informazione, il futuro di Internet” organizzato dalla Facoltà di scienze economiche dell’Università di Bío-Bío (Face UBB), dal governo regionale di Biobío e dalla società Mundo, ottieni conoscerli I contributi delle tecnologie dell’informazione all’economia attuale.

Benito Umana, Dean of Face di UBB, sottolinea che il mondo si sta avvicinando alla fine della fase di attuazione dell'”era ICT” e Inizia la fase di installazione di un nuovo modello, che incorpora le principali tecnologieLa quarta rivoluzione industriale, o Industria 4.0.

In questo contesto, l’Oman offre alcuni numeri. In Cile, un contributo Si stima che l’economia digitale entro il 2021 rappresenti il ​​25% del PIL (PIL), mentre nel 2016 era del 22%. La proporzione negli Stati Uniti è rispettivamente del 36% e dell’Argentina del 18,5%.

Tra le aree di lavoro delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) vi sono le tecnologie 4.0; città intelligenti; Internet delle cose (Internet delle cose); Telemedicina digitale governativa, trasporto autonomo con usi speciali in agricoltura e rilevamento, tra gli altri.

Elisabetta Grandon, professore ordinario e direttore del dottorato di economia e gestione dell’informazione presso UBB, sottolinea che “l’ICT contribuisce molto all’economia, in particolare nell’economia digitale, che È cresciuto molto non solo a causa della globalizzazione dei mercati, ma anche a causa dell’epidemia. “Un esempio è l’aumento dell’e-commerce nel mondo, e in particolare nel nostro Paese È cresciuto notevolmente negli ultimi dieci anni“, Lui dice.

Ricardo Baeza Yates, direttore della ricerca presso l’Institute for Experimental Artificial Intelligence presso la Northeastern University di Boston, evidenzia alcuni degli sviluppi associati allo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, come le comunicazioni satellitari e aeree, nonché l’Internet of Things (IoT), dove Ci sono più sensori che persone connesse (stimate in 20 miliardi) insieme al 5G Con una maggiore stabilità della connessione, una migliore elaborazione dei dati e la rimozione della congestione del cloud.

READ  Il punto pulito aperto a Villa Italia

Miguel PincheraBruno Kessler, dell’Università di Trento – Italia e ricercatore post-dottorato presso la Fondazione Bruno Kessler, sottolinea che la tecnologia dell’informazione aggiunge molto valore all’economia odierna, non solo dal punto di vista monetario. “L’uso dell’Internet delle cose e dell’intelligenza artificiale in agricoltura, che è l’area in cui conduco la ricerca, Fornisce molto valore aggiunto agli agricoltori. Le informazioni raccolte ed elaborate da queste tecnologie, Non solo consente una misurazione accurata del consumo di risorse, ma per fornire ulteriori conoscenze che lo consentano Ottimizzare l’uso delle risorse e ottenere risultati uguali o addirittura migliori per la qualità e la quantità delle colture“.

Pincheira aggiunge che “Tutte queste informazioni possono essere condivise con altre parti interessate nel processo, come fornitori di servizi o governi, che Può generare incentivi per gli agricoltori e promuovere pratiche sostenibili Come ridurre il consumo di acqua in questo modo, Possiamo avere prodotti a minor impatto ambientale, che sicuramente genera un file Il valore aggiunto è molto maggiore del valore monetario, visti i problemi del cambiamento climatico e della scarsità di risorse che attualmente dobbiamo affrontare”.