Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Enigma: il misterioso “fulmine capovolto” ha raggiunto il confine dello spazio e ha sconcertato la scienza

Nel maggio 2018, un gruppo di scienziati ha registrato un gigantesco “fulmine capovolto” apparso durante un temporale in Oklahoma. Già in quel momento se ne sono accorti Non era solo un fenomeno.. Quattro anni dopo l’evento, gli esperti americani non sono stati in grado di svelare il mistero.

Una forte scarica elettrica trasporta una carica 100 volte maggiore della carica media della tempesta. Ha spostato circa 300 coulomb (un’unità di carica elettrica) nella ionosfera, il bordo inferiore dello spazio, durante Un tipico fulmine trasporta meno di cinque coulomb tra nuvola e terra.

Il misterioso raggio invertito che ha raggiunto il limite dello spazio e ha sconcertato gli scienziati

Quattro anni dopo l’episodio, è stato creato un team di ricercatori Mappa 3D di fulmini dell’Oklahoma e ne pubblicò i risultati sulla rivista progresso della scienza. Lo studio ha permesso di conoscere alcuni dettagli inediti sullo strano fenomeno Per capire meglio come e perché questo accade. “Siamo stati in grado di mappare questo gigantesco ‘aereo’ in tre dimensioni con dati di alta qualità”.Levi Boggs, uno scienziato del Georgia Institute of Technology e autore principale dell’articolo, ha festeggiato.

“Possiamo vedere sorgenti ad alta frequenza (VHF) è sopra la cima di una nuvola che non è mai stata vista prima con questo livello di dettaglio. Utilizzando i dati satellitari e radar, Abbiamo scoperto la posizione della punta di scarico“, Ha aggiunto.

Le stime della frequenza di questi singoli fulmini vanno da 1.000 a 50.000 all’anno e sono più frequenti ai tropici.

Quando il “flusso” dell’Oklahoma è apparso dalla cima della nuvola, i ricercatori hanno rilevato diverse sorgenti radio ad alta frequenza (VHF) a un’altitudine di 22-45 km, nonché emissioni di luce vicino alla sommità della nuvola. Una nuvola a quota 15-20 km – che ha permesso di calcolarne lo spostamento -.

READ  LoL: Le due piccole modifiche di Riot a un Dr. Mundo di cui i giocatori si sono innamorati

In questa linea, hanno rivelato che le sorgenti VHF Prodotto da piccole strutture all’estremità della trave dette stelle filanti – Strisce di plasma a 200 gradi Celsius – e che l’attività di drenante bobine Può arrivare dalla cima della nuvola alla ionosfera.

Lo hanno anche deciso Le correnti elettriche più forti provenivano dai “leader”, le divisioni più calde che possono raggiungere temperature di oltre 4.400 gradi Celsius.

Perché gli aerei giganti lanciano i loro carichi nello spazio? Coloro che hanno lavorato alla ricerca lo ipotizzano Qualcosa potrebbe bloccare il flusso di carica verso il basso o verso altre nuvole. I registri degli eventi dell’Oklahoma mostrano poca attività di fulmini dalla tempesta nei momenti prima del grande fulmine.

Nonostante quanto scoperto Ci sono ancora molte domande senza risposta sugli “aerei” gigantiche fa parte della classe Misteriosi eventi luminosi transitori. Si stima che questo tipo di fenomeno si verifichi tra le 1.000 e le 50.000 volte all’anno ed è più comune ai tropici.

I problemi di degrado del segnale e prestazioni dell’aeromobile potrebbero diventare più importanti dei fulmini gigantiContenitore

Il leader dello studio ha avvertito che i giganti “aerei a reazione” potrebbero avere un impatto sul funzionamento dei satelliti in orbita terrestre bassa, oltre alla loro novità. Quindi, con più veicoli spaziali lanciati, I problemi di degrado del segnale e delle prestazioni possono diventare più significativi. Potrebbe anche influenzare tecnologie come i radar trans-orizzonte, che rimbalzano le onde radio dalla ionosfera.

Con informazioni da Europe Press