Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Elezioni in Brasile: chi sono le prime donne trans ad essere elette rappresentanti | Le loro storie e le sfide politiche

Nel 2023, per la prima volta nella storia del Brasile, è apparso Parlamento Si aggiungerà ai suoi posti Due donne transgender. riguarda Erica Hiltondel Partito del socialismo e della libertà (PSOL), e Dubbio Salabertodel Partito d’azione democratico (PDT), eletto alle elezioni di domenica, secondo i risultati ufficiali diffusi lunedì.

Erica Hilton, consigliere comunale San PaoloDuda Salabert, Consulente presso Belo Horizontela capitale dello stato di Minas Gerais 257.000 voti e 208.000 rispettivamente.

«Sono due persone che hanno ricoperto incarichi elettivi e si stanno ora avviando verso una posizione di ancora maggiore importanza nel Parlamento federale, dove Continueranno a sventolare le bandiere che li hanno eletti, ma promulgheranno anche leggi a beneficio del popolo brasiliano‘, evidenziato da Kayla Simpson, presidente dell’Associazione nazionale transessuali e transessuali (ANTRA).

Per Simpson, i risultati di domenica sono stati il ​​prodotto di una campagna “molto intensa” e di molte battaglie nel processo. Celebrare in questo senso che la democrazia “deve essere rispettata”.

Chi sono Erika Hilton e Duda Salabert

Hilton, 29, Attivista nel campo dei diritti dei neri e della comunità gay. in cui è cresciuto Una famiglia conservatrice l’ha cacciata di casa all’età di 14 anni, costringendola a vivere per strada dove era una prostituta..

Ha iniziato la sua carriera politica nel 2015, dopo un litigio con un’azienda di trasporti pubblici che si era rifiutata di stampare il suo nome femminile su un biglietto dell’autobus. Con le ricadute del caso, Hilton si è guadagnato la reputazione di sostenitore dei diritti dei transgender e il Partito Socialismo e Libertà lo ha invitato a unirsi ai suoi ranghi nel 2016.

READ  Cos'è la Sindrome di Ulisse e come colpisce chi decide di trasferirsi in un altro Paese?

Nel 2020 ha lanciato la sua candidatura per la carica di cancelliere a San Paolo, È stata eletta con 50.508 voti, diventando il membro più votato del Brasile e la prima donna transgender a ricoprire un seggio nel consiglio comunale di San Paolo.

Salabert, 41 anni, è a Professore di Letteratura e Politica brasiliana Che è diventato nel 2018 La prima persona transgender a candidarsi al Senato della RepubblicaNel 2020 è stata eletta consigliera, risultando la più votata nella storia di Belo Horizonte, con l’11,9% dei voti su una lista di 41 candidati.

Tra le sue principali preoccupazioni c’è la cura dell’ambiente: quando è stata eletta in consiglio, ha promesso di piantare 37.000 alberi, uno per ogni voto che ottiene, e in queste elezioni Ha realizzato la prima campagna Rifiuti Zero della storia, senza l’uso di opuscoli, bandiere o manifesti.

Negli ultimi anni ha ricevuto numerose minacce di morte a causa sua Questa domenica ha deciso di votare con un giubbotto antiproiettile.

Altre tasse

Alle elezioni di domenica è stata eletta anche lei, ma mi piace Deputato di Stato a Rio de Janeiroil primo professore transgender all’Università Federale di Rio de Janeiro, Danny Balby (PSOL)che si è classificata al 20° posto con 65.782 voti.

anche, Tre rappresentanti transgender sono stati eletti negli stati di Sergipe, Rio de Janeiro e San Paoloin quest’ultimo caso come parte di un gruppo.

Sfide

Per Simpson, il Partecipazione politica della popolazione transitoria Per la prima volta al Congresso lo sarà “Dura battaglia” sui risultati del Senatodato che gran parte dei suoi nuovi membri provengono da A Ideologia “religiosa e fondamentalista”.

READ  La Russia ritira le sue forze dal confine con l'Ucraina | Il Cremlino sostiene che è stato programmato e non risponde all'"isteria" dell'Occidente

“Sebbene il bilancio sia positivo, l’elezione ci porta a un fortissimo quadro di angoscia per l’impostazione del Parlamento e soprattutto del Senato, a spese di alcuni senatori eletti che sono Le persone che non possono vivere con la diversità che abbiamo in Brasile“, ha sottolineato.

Quest’anno, il numero di candidati transgender che aspirano a una posizione elettiva popolare ha battuto un record in Brasile, con 76 domande, in aumento del 44% rispetto al numero registrato nel 2018, secondo i dati Intra.