Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Economia. – Jose Elias ha ampliato il suo controllo di Ezentis all’88% in un’operazione di oltre 200 milioni

Ezentis assorbe Rocío Servicios Fotovoltaicos, controllata da Elías, per oltre 200 milioni per crescere in “Telecos” e nelle energie rinnovabili

Madrid, 30 anni (Europe Press)

Il consiglio di amministrazione di Ezentis ha approvato una fusione con Rocío Servicios Fotovoltaicos, una società controllata dall’imprenditore José Elías Navarro, con l’obiettivo di generare un nuovo leader nei servizi di telecomunicazione e nelle energie rinnovabili, ha affermato la società in una nota inviata al mercato nazionale dei titoli Autorità (CNMV).

Il rapporto di cambio pattuito per la fusione è di 226.107 azioni ordinarie Ezentis, ciascuna del valore nominale di 0,30 euro, per contributo Rossio, pari a 1 euro ciascuna.

Poiché Rocío ha un capitale sociale di 3.000 azioni, il prezzo di acquisto è stato fissato in un valore nominale di 203,5 milioni di euro. Tuttavia, poiché il valore delle azioni Ezentis è di 0,3513 euro, come dichiarato dalla società, viene generato un premio per l’emissione.

Rocío è una società interamente controllata da Audax Green, a sua volta controllata dall’Excelsior Times, società controllata da José Elías Navarro.

Data la formula di scambio applicabile, questo processo prevede la consegna del 59,40% del capitale di Ezentis al socio unico di Rocío (in ultima analisi, José Elías). Diversi mesi fa, lo stesso Elias, tramite Eléctrica Nuriel, ha acquisito il 28,571% del capitale della società, tanto che il suo controllo di Ezentis dopo questa transazione è diventato dell’87,971%.

La nuova corporate governance sarà composta da tre amministratori in comproprietà, che saranno il presidente, il vicepresidente esecutivo e il direttore aziendale; Tre amministratori indipendenti presiedono rispettivamente i comitati per il controllo, la vigilanza, le nomine e la remunerazione, nonché un amministratore indipendente di coordinamento; CEO e altri direttori esterni.

READ  Plastica e tasse mirano alla nuova legge sui rifiuti | Caratteristiche aggiuntive

Il 21 luglio verrà nominato un esperto indipendente per redigere una relazione sul progetto di fusione congiunta e nell’ottobre di quest’anno la proposta sarà sottoposta all’assemblea straordinaria degli azionisti e sarà presentata e approvata dalla CNMV la domanda di rinuncia al redazione dell’Offerta Pubblica di Acquisto (OPA).

Già a novembre verrà effettuato l’atto di fusione e l’iscrizione della nuova società nel Registro delle Imprese.

Monitor Deloitte è stato advisor di Ezentis sull’operazione e ha rilasciato un parere sulle motivazioni industriali e commerciali per il Consiglio di Amministrazione di Ezentis, mentre Ernst & Young, advisor finanziario dell’operazione, ha rilasciato un parere sulla ragionevolezza dello scambio formula.

In qualità di consulenti legali, Clifford Chance, Garrigues, Watson Farley & Williams e KPMG agiscono in qualità di revisori.

Una nuova società di servizi per le energie rinnovabili.

La società che Ezentis assume mira a servizi di ingegneria, logistica e costruzione di complessi fotovoltaici, nonché servizi di gestione e manutenzione.

Allo stesso modo, Rocío fornirà al gruppo contratti quadro esclusivi per la costruzione di complessi fotovoltaici con una capacità accumulata di 6,5 GW e per l’esercizio e la manutenzione principalmente con Audax Renovables e con terzi in Spagna, Portogallo e Italia.

Come spiegato dalla società tecnologica, l’operazione ha uno scopo industriale aumentando il catalogo dei servizi, aumentando il volume e la densità, migliorando la posizione competitiva e sfruttando le sinergie.

In particolare, la società risultante dalla fusione genererà 35 milioni di euro di sinergia tra il 2021 e il 2026, oltre a rafforzare la struttura finanziaria sia nella generazione di cassa operativa che nel deleveraging finanziario.

I principali mercati per la nuova società saranno nel settore “telecomunicazioni” Spagna, Brasile, Germania e Portogallo, e nel settore delle energie rinnovabili, Spagna, Portogallo e Italia. In questo modo, la fusione consentirà di diversificare i ricavi per area geografica e settore, aumentare il volume dei contratti e il portafoglio di progetti e ottenere flussi di cassa ricorrenti nei prossimi anni sulla base di contratti ricorrenti di telecomunicazioni ed energia.

READ  Guzmán incontrerà la sua controparte francese, presidente del club Paris Telem