Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco come appare il teschio di un giovane morto per diversi colpi di spada 700 anni fa

Uno studio preliminare dello scheletro ha mostrato che il giovane aveva all’incirca tra i 19 ei 24 anni al momento della sua morte.

Foto: Rivista di Scienze Archeologiche: Rapporti – Rivista di Scienze Archeologiche: Rapporti

In quella che oggi è l’Italia, un giovane è stato assassinato 700 anni fa. Secondo le prime analisi dello scheletro, rinvenute nel 2006, è stato accertato che aveva subito diversi colpi di spada al cranio. Ora, un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Insubria e dell’Università di Siena si è impegnato a ricostruire il cranio del giovane. (Leggi: un antico teschio umano scoperto in Cina potrebbe essere il teschio di Homo erectus)

Per fare ciò, i ricercatori hanno utilizzato strumenti come scanner a raggi X 3D, tomografia computerizzata e microscopia digitale microscopica. L’obiettivo iniziale era capire meglio la causa della morte del giovane.

Secondo i risultati pubblicati in jOurnal of Archaeological Science: ReportsE Gli esperti descrivono che nel 2006 lo scheletro di un uomo senza testa è stato trovato vicino a un cimitero medievale.

A quel tempo è stata effettuata un’analisi preliminare dello scheletro, che ha dimostrato che il giovane aveva probabilmente tra i 19 ei 24 anni al momento della sua morte. Inoltre, gli inquirenti annotavano nel documento che “aveva i muscoli di un arciere e una ferita sulla fronte, come se avesse avuto precedenti esperienze di guerra”. (Puoi leggere: la ricostruzione facciale rivela come poteva essere una donna dell’età della pietra)

Quindi hanno fatto un’analisi più dettagliata con l’aiuto di raggi X e scansioni TC. I risultati hanno aiutato i ricercatori a costruire un teschio virtuale, con il quale hanno esaminato gli angoli delle ferite del giovane.

READ  Teoria delle stringhe: facile spiegazione ed esempi

Nei risultati, i ricercatori hanno notato che è stato “colpito per la prima volta sulla sommità della testa con un’arma, forse una spada, quando è stato affrontato dal suo aggressore”. Il giovane, come si legge nel documento, ha cercato di difendersi.

e sebbene la ferita non fosse profonda, sembra che il giovane sia stato ferito di nuovo alla testa, questa volta da dietro, vicino all’orecchio, e di nuovo al collo. Un altro è arrivato in cima e alla fine ha preso un colpo che lo ha ucciso quasi all’istante. (Potresti essere interessato: hanno trovato resti fossili del cranio di un Neanderthal vissuto 60.000 anni fa)

👩‍🔬📄 Vuoi conoscere le ultime notizie scientifiche? Vi invitiamo a vederli a El Espectador. 🧪🧬