Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È così che uno yacht di lusso di 40 metri di lunghezza è affondato al largo delle coste del sud Italia.

Tutti a bordo sono stati salvati

Uno yacht di lusso, ‘Saga’ 40 metri di lunghezza, affondò nel Golfo di Squilus a circa 9 miglia nautiche al largo di Marina di Catanzaro in Calabria, nel sud Italia. Costruita in Italia nel 2007, la nave, battente bandiera delle Isole Cayman e con equipaggio italiano, è salpata domenica scorsa da Gallipoli a Milaso in provincia di Messina (Sicilia). Tutti a bordo sono stati salvati. Crotone (Calabria) ha denunciato all’Autorità portuale una ‘saga’ per problemi di ingresso d’acqua da poppa.

Il primo soccorso è stato fornito da una motovedetta rumena in servizio Frontex (Agenzia Europea della Guardia Costiera e di Frontiera), e un altro della Guardia Costiera italiana sono partiti da Crotone, trasportando quattro passeggeri e un membro dell’equipaggio. Poche ore dopo, il rimorchiatore Alessandro Secondo di Groton è arrivato con altri quattro membri dell’equipaggio, compreso il capitano, nel tentativo di recuperare la nave. Ma la situazione è peggiorata poiché il tempo e la barca hanno continuato a inclinarsi.

Trovando impossibile raggiungere Groton, l’unica possibilità di salvarlo è stata considerata l’incagliamento. Ma nonostante tutti gli sforzi in tal senso, l’acqua invase ben presto la barca e la situazione divenne pericolosa anche per il rimorchiatore, costringendo alla decisione di abbandonare la nave, che affondò in brevissimo tempo. I motivi per l’acqua che entra nella barca non sono noti. Sarà avviata un’indagine amministrativa dalle autorità marittime di Catanzaro Marina per accertare le cause dell’affondamento.