Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dubbi su nuove misure contro la minaccia della variabile delta e sul numero di test non dichiarati

Nel bel mezzo di nuove misure a seguito di Analisi della situazione epidemiologica, sorge la domanda: sono i dati da Sala per casi di corona virus? Sebbene sia disponibile sulla pagina ufficiale del Ministero della Salute del Paese, dove gli esami sono presentati nel referto giornaliero, puoi vedere questo dettaglio:

  • Prove diurne:

Totale test eseguiti:

Ad oggi persiste un errore di sistema tra la base SNVS e l’impatto sul cruscotto che non consente la visualizzazione dei test della giornata. I team IT stanno lavorando per risolvere il problema. Estratto da: Segmento sanitario – SARS COVID 19 – Argentina 20 settembre 2021Estratto da: Segmento sanitario – SARS COVID 19 – Argentina 20 settembre 2021 “Dal 9 settembre, hanno riferito di aver eseguito più di 1 milione di test in un giorno (1449531) Il giorno successivo hanno segnalato 67.949 e poi hanno smesso di riferire. Il 9 settembre hanno anche riferito che un numero si era ripreso. Impossibile in un giorno

. Di solito riportano il numero totale dei recuperati e, se viene sottratto il numero del giorno precedente, dà il numero di segnalazioni recuperate quel giorno, quindi il numero di quelli recuperati il ​​9 settembre è stato di 149.725″, spiega a buona fortunaSergio Peroni (MN 65.665), è specializzato in ipertensione polmonare e trapianto di polmone e cuore.

Da parte sua Carlos de Petrantonio (MN 73.621), epidemiologo e maestro di sanità pubblica, ritiene che “questi numeri, oltre ad essere poco plausibili, non sono stati corretti nelle versioni storiche conservate in Rapporti “. IlOrganizzazione mondiale della Sanità

  • (OMS) raccomanda di aumentare le capacità di identificazione rapida dei casi sospetti di COVID-19 nella popolazione generale, poiché le persone infette in precedenza sono isolate,Meno si diffonde la malattia
  • . Per ottenere questa scoperta, vengono utilizzati i seguenti tipi di test:Test sierologici (“test rapido”)
  • : Questi sono quelli che vengono realizzati utilizzando un campione di sangue e il loro scopo è quello di rilevare gli anticorpi. Cioè, piuttosto che cercare di identificare il virus, cercano di scoprire la risposta immunitaria generata dal corpo di una persona. Questi test richiedono la conferma tramite scansione.Test della reazione a catena della polimerasi (“issopo”)

: Attraverso un campione prelevato dal naso o dalla faringe del paziente, permette di determinare la presenza di COVID-19 attraverso il materiale genetico. I vantaggi delle PCR sono la loro capacità di rilevare la presenza del virus dall’inizio dell’infezione con elevata affidabilità. test dell’antigene: Viene eseguito attraverso un tampone nasale o faringeo, che cerca di rilevare le proteine ​​rimanenti del virus. È riuscito a eseguire una scansione rapida che restituisce i risultati entro 20 minuti. Questo dovrebbe essere fatto entro i primi sette giorni dalla comparsa dei primi sintomi. “Se ci sono pochi casi, è conveniente conoscere il numero di test perchéabbassa il tasso di positività

READ  Papa Francesco parteciperà a un incontro su fede e scienza per la COP 26
Impatto epidemiologico a livello nazionale

. Informazioni epidemiologiche- (Istantanea: /www.argentina.gob.ar/salud/coronavirus-COVID-19/sala-situacion)Informazioni epidemiologiche- (Istantanea: /www.argentina.gob.ar/salud/coronavirus-COVID-19/sala-situacion)

“Per chi si dedica all’epidemiologia, vediamo nel rapporto di sala operatoria l’unico modo per pubblicizzare il nostro lavoro, e ci troviamo nel dilemma di rischiare

La ragionevolezza delle nostre aspettative sull’evoluzione dell’epidemia

Non solo per la mancanza di variabili riportate, ma anche per la loro validità”, afferma Di Petrantonio. Sulle nuove misure Su indicazione del Presidente e del Presidente del Consiglio, i Ministeri della Salute, del Turismo, dello Sport, dell’Interno, della Sicurezza e degli Esteri, insieme a 24 autorità giudiziarie ed esperti, hanno avanzato nuove linee di flessibilità. “Vedo una buona flessibilità in parte, ma non dobbiamo dimenticarlavariabile delta Può essere installato indipendentemente dallo stato di vaccinazione completo. Non è finita perchéNon ci sono casi di zero

. Cito sempre l’esempio della provincia di Jujuy, che aveva 100 giorni senza casi e stava già valutando il rientro in classe. Improvvisamente, è stato un disastro… Allora, non prenderci alla sprovvista”, avverte Elena Opita (MN 76,451), specialista in malattie infettive presso l’Ospedale di Bologna, San Isidro.