Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo due giorni di silenzio, Bolsonaro ha parlato ma non ha riconosciuto la vittoria di Lula da Silva | Tensione in Brasile

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, dopo due giorni di silenzio dopo la sconfitta elettorale di Lula da Silva, ha iniziato il suo tardivo discorso al Brasile con un messaggio incentrato sui suoi elettori. “Voglio iniziare ringraziando i 50 milioni di brasiliani che mi hanno votato‘, ha detto il presidente brasiliano di Alvorada Palace, a Un discorso che è durato non più di tre minuti.

La nostra rappresentanza al Congresso mostra la nostra forza. Dio, patria e famiglia. I nostri sogni sono più vividi che mai”. Ha aggiunto.

“Sono sempre stato descritto come antidemocratico, ma ho sempre giocato nel rispetto della Costituzione”, ha detto il presidente in una lettera letta alla stampa.

Nel suo breve intervento ha affermato:Continuerò a svolgere tutti i mandati della Costituzione”, Mentre il passaggio del suo intervento è stato come accettare la sconfitta di domenica al voto presidenziale.

Per quanto riguarda le barriere, non aveva una posizione chiara. Bolsonaro non ha denunciato le proteste che stanno provocando il caos su più di 200 autostrade del Paese, ma le ha definite “pacifiche”, in una dichiarazione sconcertante che sembrava giustificare le proteste dei suoi seguaci. Il presidente ha affermato che queste barriere sono dovute al “malcontento” causato dalle elezioni.

“Le manifestazioni pacifiche sono sempre benvenute, ma non possono danneggiare la popolazione”.“, ha sostenuto.

Dopo una breve parola di 2 minuti e 33 secondi Bolsonaro, che non ha risposto alle domande della stampa e se ne è andato rapidamente, ha ottenuto elogi da coloro che lo circondavano ed è stato interrogato da dozzine di giornalisti che hanno posto domande mentre il presidente se ne è andato rapidamente. Bolsonaro non guardò nemmeno la stampa e tornò all’interno del palazzo in silenzio.

READ  Caspalá: città di Jujuy scelta tra le migliori al mondo come esempio di turismo rurale

Nel frattempo è intervenuto il ministro della Casa Civile, Ciro Nogueira, che ha avuto il compito di fare chiarezza E giovedì inizierà la fase di transizione con la squadra del “Presidente Lula”.

Chicane, ritardi e messaggi misteriosi

Questa mattina, Bolsonaro ha detto che parlerà durante la domenica pomeriggio, che il leader dell’opposizione Luis Inacio Lula da Silva ha vinto, dopo essere stato in silenzio da allora e tra una serie di interruzioni. dai suoi seguaci per protestare contro il risultato del sondaggio.

“Stiamo lavorando sul programma per vedere come risolverlo”, ha detto il presidente ai media di R7, citato da Sputnik. In linea di principio, si è scoperto che Bolsonaro avrebbe parlato alle 15:00 (ora argentina), ma la sua presentazione è stata ritardata fino a dopo le 16:30.

Secondo il ministro brasiliano delle Comunicazioni, Fabio Faria, ha detto a Reuters, il presidente Jair Bolsonaro “Non sfiderà la vittoria elettorale di Lula durante il suo discorso alla nazione, ma non ha nemmeno riconosciuto la vittoria del leader laburista.

Lula ha vinto il secondo turno delle elezioni domenica con il 50,9% al 49,10%. Da allora, gruppi di manifestanti di Bolsonaro hanno condotto un’ondata di blocchi stradali in più di 23 stati brasiliani e nel Distretto Federale per chiedere una sfida ai risultati elettorali di domenica.

Oggi le forze di sicurezza hanno iniziato a chiudere le strade, in alcuni casi, con proiettili di gomma e gas lacrimogeni, dopo che la magistratura ha approvato queste misure e i governatori di molti paesi colpiti hanno emesso l’ordine di inviare la polizia a sgomberare le strade.

READ  Un regista iraniano è stato ucciso dai suoi genitori perché single