Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo aver vinto il Superclásico, il Boca Juniors ha battuto il Lanus 1-0 ed è salito in cima alla Pro League

* L’unico gol della partita al sud

Boca Juniors Ha prolungato il suo momento di grazia dopo aver vinto il Super classico un Fiume: Con un gol a un minuto dalla fine, Batti Lanus 1-0 a La Fortaleza E salì in cima Lega Pro Con 35 punti, un punto in più dell’Atlético Tucuman, che giovedì cercherà di riconquistare il primo posto contro il Talleres, e due in più del Gimnasia, che può batterlo anche se batte l’Arsenal. Dario Benedettoproprio come contro il milionario, ha girato il gol che ha fatto la differenza e ha ottenuto la quinta vittoria consecutiva.

Xeneize non ha brillato, come nella maggior parte dei suoi spettacoli. Ma ancora una volta, ha eliminato la gerarchia individuale dei suoi uomini per confermare la distanza sul tabellone. Hanno funzionato 44 minuti quando Alan Varela Mettere il pass corretto in gara Franco FabraLa fascia sinistra si è trasformata nell’ala sinistra, che ha tenuto a bada due uomini in volata, ha aiutato Benedetto a firmare l’1-0 finale e ha indossato la divisa da campione che gli calzava bene domenica alla Bombonera.

Inoltre, come anche contro il River, questo ha anche mostrato la squadra fare uno spettacolo di temperamento. Vigal si è infortunato e, non avendo più cambi, è passato al quinto posto, Varela è tornato indietro e non ha nemmeno sofferto. Infatti, con questa corretta configurazione, l’obiettivo è arrivato. Nelle ultime settimane Villa e Zeballos hanno perso per infortuni, e i suoi uomini sono stati i più sbilenchi. Non aveva rosso, culo, impiccato. E continua a vincere. Non è poco.

Garnet è sceso in campo determinato a sfruttare il relax generalmente visto dopo una vittoria importante, come quella che Xeneize ha avuto contro River l’ultimo appuntamento. Lo ha pressato dal minuto zero, molto forte, soprattutto da centro campo. Infatti, 60 secondi fa, ha avuto la sua prima occasione in porta, con un tiro di Lando che è stato parato da Rossi.

READ  Il compleanno di Lionel Messi: ballare con Antonella al ritmo di "Se avessi una birra" e un albero di due metri

Il proprietario della casa si è spostato nell’ampio margine di terra tra i due centri e rollon, e ha tagliato il resto della squadra di auriazul, con dettagli difficili da soddisfare. In parte, la colpa era del locale, bloccando le probabilità di passaggio.

Dopo appena 19 minuti, la visita ha raggiunto il culmine: Brisco ha battuto Pasquini con il corpo, traboccando e lanciando medio-basso e schiena. Ramirez gioca in avvio e Oscar Romero, di fronte alla porta, calcia il tiro.

La Ribera aveva un sacco di palla, ma Lanus ha rispettato un piano per tagliare le possibilità di andare più in profondità. Con metà del lavoro fatto, gli costò l’altra parte: il lavoro della generazione. Ancora più pericoloso con il pugno di Poggio sulla palla morta. Tutto, nel contesto di un gioco sbloccato, con piccole sensazioni.

* Mano di Troyansky che avrebbe dovuto essere punita

Il secondo tempo è iniziato con uno sfortunato atto di Norberto Briscoeche si è infortunato alla caviglia sinistra e ha lasciato il campo di gioco in lacrime. I cambiamenti, sia tattici che forzati, hanno dato a Xeneize più volo. Con Varela, Payero e Langoni, è meglio ambientato nel gioco. Fatta eccezione per l’inizio, con un altro tentativo di Plando, tiro centrale respinto da Rossi, la squadra guidata da Hugo Ibarra ha fatto le mosse più nette.

In primo luogo, il trasferimento di Paul Fernandez che collega Langone e Monetti ha coperto abbastanza. Quindi il tentativo di Bayero si è avvicinato alla recinzione. Più tardi, un centro antiveleni del suddetto Langoni stava per essere contattato dal giovane apprendista Zalazar.

READ  L'Università della California cerca di riscattarsi dopo la partenza di Gustavo Pouille contro la nobile Audax Italiano

Nel mezzo della polemica della grande notte: La mano di Troyansky dentro l’area, dopo essersi gettato sull’erba a spazzare. Contatto casuale o mano anormale? Tutto indica che si trattava di un’infrazione di rigore che è stata trascurata dall’arbitro di Coppa del Mondo Facundo Tello e dal sistema VAR.

Anche il gioco era tinto di epico. L’infortunio di Vijal si sfiora e tutto si ferma dal 5. Varela in grotta fa partire l’attacco in porta. Il drop supersonico di Fabra e il gol di Benedetto segnano ancora tre punti. Così, con lo slancio di Superclásico, il Boca sta lottando seriamente in campionato e Lanus sta precipitando ancora di più nella sua crisi: con 11 punti, è in fondo alla competizione.

Profili:

Lano: Fernando Monetti; Brian Aguirre, Matthias Perez, Jonathan Cabral, Nicholas Pasquini; Thomas Belmonte, Raul Luisa, Luciano Poggio; Lautaro Acosta, Brian Blando e Franco Troiansky. DT: Frank Kodelka.

Boca Juniors: Agostino Rossi ; Luis Advincula, Nicholas Vigal, Carlos Zambrano, Frank Fabra; Esteban Rollon, Paul Fernandez, Juan Ramirez; Oscar Romero Norberto Brisco e Luis Vazquez. DT: Ugo Ibarra.

Regola: Facundo Tello.

stadio: Nestor Diaz-Perez.

atteggiamenti: