Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo aver imposto nuove sanzioni a Cuba, gli Stati Uniti hanno avvertito: “Chiederemo responsabilità per le violazioni dei diritti umani da parte del regime”.

Joe Biden con il Segretario degli Interni Deb Haaland e il Segretario di Stato Anthony Blinken (Immagine: Reuters)

Dopo il Tesoro degli Stati Uniti Nuove sanzioni imposte a CubaIl governo di Joe Biden ha avvertito il regime di Castro della violenza della polizia di Castro contro il popolo cubano..

Lo ha affermato il ministro degli Esteri Anthony Blinken in un messaggio pubblicato sul suo account Twitter. Il funzionario lo ha evidenziato “Oggi imponiamo nuove sanzioni alla polizia cubana dopo i suoi attacchi ai manifestanti, compresi i giovani, i leader religiosi e le organizzazioni della società civile. Continueremo a promuovere la responsabilità per le violazioni dei diritti umani da parte del regime cubano”.

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni su La Polizia Nazionale Rivoluzionaria (PNR) di Cuba e due dei suoi leader. E il Dipartimento del Tesoro ha annunciato, in un comunicato, l’imposizione di sanzioni al suo direttore Oscar Callejas Falcarse il suo vice, foto di Eddy Sierra Arias, per il suo presunto ruolo nella repressione di precedenti proteste antigovernative 11 luglio

Questo venerdì è Il secondo round di sanzioni imposto dal governo Biden per quanto riguarda Proteste senza precedenti Antigovernativo l’11 luglio a Cuba.

Giovedì scorso, il Dipartimento del Tesoro ha sanzionato il Ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie Cubane, Alvaro Lopez MieraL’unità militare d’élite popolarmente conosciuta comeVespe nere” o “berretti neri”.

Poi Biden ha affermato che quelle sanzioni erano… “Solo l’inizio” Nella sua risposta a coloro che avrebbero represso le proteste questo mese, il suddetto funzionario statunitense ha affermato venerdì che le nuove restrizioni cercano di mantenerle attive. Parlando dei diritti del popolo cubano.

READ  Vaccinazione contro il COVID-19: solo il 22% della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose

Le sanzioni impediscono qualsiasi origine Callejase catena montuosa o membri PNR Numero può essere soggetto alla giurisdizione degli Stati Uniti, e A quelli negli Stati Uniti è proibito fare affari con loro, in base al Magnitsky Act degli Stati Uniti.

Secondo il Tesoro, durante le proteste dell’11 luglio, i membri del Partito Repubblicano Nazionale “Sono stati filmati mentre affrontavano e arrestavano i manifestanti all’Avana”.Mentre a Camagüey “Hanno picchiato un gruppo di manifestanti pacifici, tra cui diversi minorenni” Colpì anche un prete cattolico.

Biden valuta le opzioni per facilitare l’accesso a Internet per i cubani

Venerdì, il presidente degli Stati Uniti ha confermato che il suo governo sta valutando “Tutte le opzioni disponibili” Fornire ai cubani l’accesso a Internet e aiutarli a “eludere” la censura.

Incontro di apertura alla Casa Bianca con Un gruppo di cubano-americanie Biden ha confermato che ci saranno più sanzioni contro i funzionari dell’isola “a meno che non ci sia un cambiamento radicale a Cuba”.

Biden ha indicato che, oltre alle sanzioni, vogliono aumentare supporto per direttamentePer il popolo cubano, cercando “Tutte le opzioni disponibili per facilitare l’accesso a Internet.”

Ha anche notato che aveva incaricato il Dipartimento del Tesoro di formulare raccomandazioni su Come massimizzare il flusso di rimesse al popolo cubano, senza la partecipazione dei militari?

“Sono qui per ascoltare”, ha detto il presidente ai suoi ospiti. Ha lamentato che il popolo cubano “ha sofferto decenni del fallito regime comunista”.

Il cantante cubano ha partecipato all’incontro di venerdì con Biden Yotwill Romero, e il suo soggettocasa e vita“era diventato”banda vocaleDalle proteste popolari a Cuba; insieme al senatore democratico Bob Mendes Il membro del Congresso dello stesso partito Gregory Mix.

READ  Donna che ha accoltellato la ragazza che molestava i suoi tre figli: "Ho fatto quello che farebbe qualsiasi madre"

hanno anche partecipato Manny Diaz, ex sindaco di Miami (2001-2009); Ha detto Gorordoun uomo d’affari cubano-americano e CEO di eMerge Americas; NS Anna Sophia PelayesCo-fondatore del Miami Freedom Project.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: