Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Demolizione di una scuola pubblica

Abbiamo trascurato… ed è successo. Perché quello che sta accadendo oggi con l’educazione non è un fenomeno nuovo, ma è in fermento dal primo trasferimento di competenze in materia educativa alle comunità autonome durante il primo governo di Felipe Gonzalez. Ha iniziato Gonzalez, capo del partito PSOE. Ma Aznar continuò, Zapatero gli succedette e Rajoy lo fermò. In altre parole, i successivi governi spagnoli hanno lavorato per svuotare lo stato dello strumento di coesione e di uguaglianza per eccellenza, che è l’educazione.

E a questo arrivò Sanchez. Fu preparato il terreno perché il governo formatosi per demolire il regime del 1978 – attraverso uno stato di allerta pandemica, incostituzionale e a parlamento chiuso – per approvare il Cela leggeuna legge che istituzionalizza e generalizza l’educazione all’odio e falsifica che fino ad allora era prerogativa delle società indipendenti in cui governano i partiti nazionalisti e in casi come le Isole Baleari o la Comunità Valenciana, dove il governo presiede un PSOE direttamente effeminato nel nazionalismo .

Il recente decreto di sviluppo della legge è solo un altro anello del processo di demolizione dell’istruzione pubblica portato avanti dai socialisti. Anche se, come dicevo, nessuno degli aspetti dei curricula che regolano è nuovo. Tanto per fare un esempio, che la filosofia non sia più una materia obbligatoria è qualcosa che vedo succedere da molti anni; A proposito, la prima società a rimuovere questo argomento dagli elettivi è stata i Paesi Baschi. Non è un caso. La filosofia insegna a pensare e il libero pensiero è molto pericoloso per liberare le libertà… Il nazionalismo lo sa, e anche il socialismo. Ecco perché entrambi, dichiarati nemici della libertà, lo attaccano all’unisono.

READ  La fine dell'era di Jorge Javier? Mediaset accelera la trasformazione dopo lo scandalo 'Sálvame'

Direi che la cosa più pericolosa del nuovo decreto è l’aumento degli orari obbligatori di “intrattenimento” (che chiamano le discipline umanistiche) e
Gli argomenti sono privi di contenuto reale. Per citare un altro esempio concreto: come si impara la storia senza la cronologia, come si può sapere cosa fu la Rivoluzione Industriale se la storia dei romani non fosse stata studiata in anticipo? Ebbene, sottovalutando l’importanza della conoscenza, in questo caso dalla storia.

Quindi gli studenti dell’ESO arrivano all’università senza riferimenti, perché hanno “imparato” che le opinioni valgono quanto i fatti. Nulla dovrebbe sorprenderci di ciò che viene dai socialisti, perché in fondo questa è una costante del comunismo sociale indottrinata dal governo, che nega anche l’importanza dei fatti storici che sostituiscono la natura con l’ideologia del genere. Ciò che conta non è se sei un uomo o una donna, ciò che conta non è ciò che sei ma come ti senti. E non ti dirò, inoltre, se la sensazione è fluida…

La radice del problema sta in ciò che i successivi governi democratici hanno fatto riguardo all’istruzione in Spagna. Diciassette sistemi educativi hanno deteriorato la qualità dell’istruzione, ma rompendo i curricula comuni hanno interrotto il legame tra i cittadini spagnoli. La storia della Spagna, la sua geografia, i suoi fiumi, i suoi brillanti scrittori, i suoi studiosi… non è più stata studiata da tempo.

Ricordo che quando ero deputato, mentre preparavo un intervento in cui si suggeriva allo Stato di ripristinare la giurisdizione dell’istruzione e che non fosse delegata, ho considerato il numero di comunità indipendenti in cui il sito dell’Altamira Le grotte sono allo studio.. ne ho trovate quattro, su diciassette… nel resto l’hanno studiata da zio Bakoro, Stream Stream, Silvo River…ecc. In altre parole, i bambini e i giovani spagnoli lasciano l’ESO senza sapere che questo sito Patrimonio dell’Umanità si trova in Spagna. Riesci a immaginare che qualcosa di simile possa accadere in qualsiasi paese intorno a noi? E nemmeno la Francia, la Germania, l’Italia… o qualsiasi altro Paese si sognerebbe di rinunciare alla pretesa che una parte della storia umana ricade sul territorio nazionale.

READ  Previsioni su amore, denaro e lavoro

Connessione Cela legge – che lo psicopatico l’ha premiata mandandola in Vaticano – distrugge completamente i due principi fondamentali dell’educazione: la coerenza e l’uguaglianza. Perché affinché il processo di democratizzazione che ha intrapreso abbia successo, lo psicopatico Moncloa ha bisogno di finalizzare l’educazione come elemento di coesione tra cittadini, regioni e generazioni di spagnoli. Inoltre, come si evince dai successivi decreti del suo sviluppo, tale legge portò alla demolizione della scuola pubblica. Educare all’odio e alle bugie non era abbastanza per lo psicopatico. Perché la sua demolizione abbia successo, ha bisogno di un paese economicamente e intellettualmente povero. Cittadini sostenuti, che tacciono perché vivono della “generosità” di un tiranno e di generazioni di giovani ignoranti, non disposti a competere e cercare una vita indipendente.

Riesci a immaginare qualcuno che tra qualche anno presenterà il proprio curriculum per ottenere un lavoro? Fit, fit, fit… lo stesso, anche sul fondo, ovviamente. Qual è il vantaggio di cercare di imparare o insegnare? La mediocrità è la scommessa di Sanchez Castigon, che odia l’eccellenza perché mette in evidenza la sua follia intellettuale, l’incompetenza professionale e la miseria umana.

In altre parole, Sanchez passerà alla storia, oltre al resto delle disgrazie che ha causato durante la sua presidenza, come il presidente più reazionario della storia della Spagna. Prima o poi usciremo dalla crisi economica. Ma dalla demolizione della scuola pubblica e dal crollo del principio di coesione e uguaglianza, ci vorranno decenni per riprendersi.

Devi sbarazzartene. In legittima difesa.