Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dalla figlia alla moglie: arrestati i parenti di “Minchu”, il leader del CJNG

Alcuni parenti di “El Mencho” sono stati estradati negli Stati Uniti (foto d’arte: Steve Allen)

almeno otto Parenti di Nemesio Oseguera Cervantes, Menchu, il presunto leader di Cartello di Jalisco nuova generazione (CJNG), fatto detenuto dalle autorità.

Inoltre Sua moglie è stata nuovamente arrestata lunedì a ZapopanE due sono stati arrestati figli maschi e vario Cognati Da un potenziale spacciatore. Alcuni di loro sono stati consegnati negli Stati Uniti.

L’esercito messicano arrestato il 15 novembre Rosalinda Gonzalez Valenciae Conosciuto anche come Presidente All’interno della struttura del CJNG, che la Drug Enforcement Administration (DEA) considera una delle organizzazioni criminali più pericolose al mondo.

“In collaborazione con la Procura Generale della Repubblica (FGR) e in coordinamento con il Centro per l’Intelligence Nazionale (CNI), è stato eseguito un mandato di cattura nei confronti di Rosalinda Nun per vari reati, che, secondo le prove, Sei in relazione con un’operazione finanziaria illegale di un gruppo criminale organizzato, informa in una nota il Segretariato nazionale della difesa (Sedina).

È stata arrestata lunedì alle 18:58 e portata in aereo da Jalisco a Città del Messico per evitare che venisse salvata da uomini armati sotto il comando di suo marito (Immagine: file)
È stata arrestata lunedì alle 18:58 e portata in aereo da Jalisco a Città del Messico per evitare che venisse salvata da uomini armati sotto il comando di suo marito (Immagine: file)

Anche i loro figli sono in prigione Jessica Joanna e Ruben Oseguera Gonzalez. La donna sta scontando una pena detentiva di due anni e mezzo negli Stati Uniti.

Abigail, Jose, Gerardo, Arnulfo e Ulysses Gonzalez ValenciaCognati, Menchu Identificati come i principali operatori finanziari del cartello, sono già stati rilevati dalle autorità.

Moglie di Nemesio Oseguera Cervantes, il cui arresto è considerato “Un duro colpo alla struttura finanziariaDal cartello, è stato arrestato lunedì alle 18:58 e portato in aereo da Jalisco a Città del Messico per impedire agli uomini armati guidati da suo marito di salvarla.

READ  L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato che l'epidemia avrebbe provocato quasi tre volte più morti di quelle registrate ufficialmente

Successivamente è stato messo a disposizione delle competenti Autorità Giudiziarie in Centro federale per il riadattamento sociale n. 16 “CPS Femenil Morelos” A Cotlan del Rio, nello stato di Morelos.

Gli agenti della DEA hanno arrestato Jessica Johana Oseguera Gonzalez, "il nero", accusato di crimini finanziari mentre partecipava all'udienza di suo fratello presso la corte federale di Washington, D.C. (Immagine: Twitter / @DEAHQ)
Gli agenti della DEA hanno arrestato Jessica Joanna Oseguera Gonzalez, “La Negra”, per crimini finanziari mentre partecipava all’udienza di suo fratello nella corte federale di Washington, D.C. (Immagine: Twitter / @DEAHQ)

Dopo il suo arresto in Messico un anno fa 2015, Rubén Oseguera González, detto anche Minchito, per me stato unito A febbraio 2020. Arrestati agenti della DEA Jessica Johanna Oseguera Gonzaleze il nero, per reati finanziari mentre partecipava all’udienza di suo fratello presso la corte federale in Washington DC

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha rivelato che il nero., che ha la doppia cittadinanza americana e messicana, è stato condannato a Due anni e mezzo di carcere Dopo essersi dichiarato colpevole di un crimine Riciclaggio di denaro. figlia Menchu vario un lavoro utilizzato per commettere crimini.

Abigail, leader del clan dei fratelli Valencia Gonzalez, leader e membri di Los Quines, il braccio finanziario di CJNG, sono stati arrestati nel febbraio del 2015 occupazione Porto di Vallarta, Jalisco, da agenti federali.

Dopo essere stato trattenuto in Messico dal 2015, Rubén Oseguera Gonzalez, alias "Minchito"Negli Stati Uniti a febbraio 2020 (Foto: Saúl López / Cuartoscuro)
Dopo essere stato trattenuto in Messico dal 2015, Rubén Oseguera Gonzalez, alias “El Menchito”, è stato estradato negli Stati Uniti nel febbraio 2020 (Foto: Saúl López/Cuartoscuro)

Michoacan e il cognato di Oseguera Cervantes hanno Combatti la sua resa kit di mediazione rifugi: Il governo degli Stati Uniti gli sta chiedendo di affrontare le accuse per traffico di droga e riciclaggio di denaro.

Inoltre, collabora con l’unità specializzata nell’istruttoria e nel contenzioso del caso aiozinapa (UEILCA) per informazioni sull’ubicazione di 43 studenti maschi e femmine Mancante. Si trova nel Carcere Preventivo Nord per uomini città del Messico.

READ  Gli Stati Uniti hanno denunciato la preoccupante escalation militare russa nel Mar Nero

Il 22 dicembre 2017, la fortuna lo ha lasciato. José González Valencia, Il Chiba, in Brasile, mentre aspetta la sua famiglia all’uscita di un albergo di Fortaleza. Fino ad allora era conosciuta come Javit Arias Becerra, un boliviano si è recato per la terza volta nel paese sudamericano.

(Foto: Infobae Messico)
(Foto: Infobae Messico)

Ma quest’uomo, che sembrava un normale turista, era già abbastanza popolare in Messico sotto i soprannomi Chibae Gamberetto sì / no sante. Secondo le autorità, dirigeva il settore finanziario in Los Quines. Gonzalez Valencia comandava operazioni e pagamenti dalla città di Santa Cruz de la Sierra in Bolivia ed era responsabile della sicurezza di Nemesio Oseguera Cervantes, genero e fondatore di CJNG.

La polizia ha seguito da vicino le sue orme dal 2009, quando la famiglia Valencia, originaria di Michoacán, ha fondato il gruppo criminale. Los Quines. Nel 2015, dopo l’arresto di suo fratello Abigail È fuggito in Bolivia.

Gerardo Gonzalez Valencia, il secondo uomo al comando di Los Quines, è stato arrestato dalle autorità a Punta del Este, Uruguay, il 21 aprile 2016. Il messicano è apparso nel maggio 2020 Davanti a un tribunale federale negli Stati Uniti con l’accusa di traffico di droga Ore dopo la sua estradizione dall’Uruguay.

Eredi del cartello Jalisco Nueva Generación secondo uno schema organizzativo basato sui trafficanti di droga catturati della suddetta organizzazione criminale (Grafica: Jovani Silva / Infobae)
Eredi del cartello Jalisco Nueva Generación secondo uno schema organizzativo basato sui trafficanti di droga catturati della suddetta organizzazione criminale (Grafica: Jovani Silva / Infobae)

Designato per essere un membro del cartello Jalisco Nueva Generación (CJNG), González Valencia Accusato di aver cospirato a livello internazionale per distribuire illegalmente “grandi quantità” di cocaina e metanfetamina negli Stati Uniti tra il 2003 e il 2016.Lo ha detto in una nota il ministero della Giustizia.

READ  Il regime iraniano vuole che gli Stati Uniti sblocchino miliardi di dollari per riprendere i negoziati sul nucleare

Arnulfo E Ulisse Gonzalez di Valencia Condannato a dicembre 2019 alla reclusione rispettivamente di cinque e sei anni. Sono stati arrestati nel giugno 2018 da agenti della Procura della Repubblica (PGR) e della Polizia Federale nei comuni di Zapopan e Tlagomulco de Zuniga, Jalisco.

I condannati sono stati arrestati oggi Prigione di Puente Grande, a Jalisco, dove ancor prima della chiusura avevano iniziato a scontare la pena per un delitto contro la salute, nelle modalità di detenzione ai fini del traffico di cocaina e metanfetamina. Ulysses Gonzalez è anche accusato del reato di detenzione e spedizione di armi da fuoco ad uso esclusivo dei militari.

Continuare a leggere: