Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

dal vivo Francesco | Pagina 12

La Texas Frontier Patrol, a cavallo, è stata accusata di brutalità contro centinaia di migliaia di haitiani che sono fuggiti dal calvario in cui il loro paese è diventato il primo a salire su un’auto nei Caraibi: Haiti è l’opposto della giustizia poetica. La terra fu punita da disastri naturali, intrighi politici, dittatori e carestie. Terreno inabitabile. La Border Patrol ha agito meccanicamente: i suoi membri sono stati indottrinati per vedere in questi neri un nemico che avrebbe messo in pericolo il Texas.

Vedete alcune immagini (quelle che ho visto sono state attribuite a paultratje e adreeslatif) e le vedete molto velocemente, capite il senso della scena, continuate. Ma è bene tornare a quelle foto, che sono già nelle basi della scena (“Texas Border Patrol Bans Haitian Immigrants From Entry”) e vedere i dettagli. Le storie sono inserite per dettaglio. Devi rivedere i gesti. muscolo; La gamba che si allunga per scappare. – Occhi del migrante aperti o chiusi che viene picchiato. La distanza tra il cavallo e la vittima. Il sorriso della guardia che si diverte. Quel mistero: il godimento della crudeltà.

Il giovane che vuole scappare, ma una guardia da sopra il cavallo tirandogli la camicia lo afferra. Il giovane non può lasciarlo perché ha in mano due sacchetti di plastica con tutto quello che ha. Tutti sono stati aggrediti a piedi nudi. Un giovane con uno zaino in spalla tiene in braccio il suo bambino. Molti di loro si sono bagnati perché hanno cercato di entrare in un fiume in Texas, da dove provenivano da Ciudad Acuña, in Messico.

Questa settimana, il papa ha detto con consueta franchezza, nel suo primo viaggio post-colon in Slovacchia, che molti lo volevano ucciso. Stavano organizzando il loro califfato. Francisco è fastidioso, fastidioso e veementemente anti-establishment a molti pilastri del potere globale. All’interno di ciò che potrebbe essere un papa, è anticulturale e antiegemonico. Per questo vogliono sbarazzarsi di lui e fanno in modo che i cardinali che votano garantiscano loro un nuovo papa che rimetta tutto a posto.

READ  L'Argentina è stata esclusa dall'elenco dei 92 paesi che riceveranno i vaccini Pfizer dagli Stati Uniti

Francisco è il Papa che ha chiesto perdono all’America Latina, perché questo scenario ineguale e sofferente è nato dal colonialismo spagnolo che includeva la Chiesa. E furono gli uomini di chiesa a decidere se gli indiani fossero umani o no. Ha chiesto perdono in Bolivia, in un atto storico ma non ben citato, perché Francisco aveva un apparato mediatico contro di lui da quando ha smesso di essere un Bergoglio e pubblicizzava il suo sguardo e guardava vere nocche politiche.

Molti di noi hanno cominciato a capire cosa fosse questa apparizione quando il primo viaggio papale fu a Lampedusa. Lì, gli africani sono annegati perché gli era stato negato l’accesso all’Europa e “quella” sembrava una politica accettabile. Quella visita costrinse l’Unione Europea a una nuova politica sull’immigrazione che durò alcuni anni e fu il periodo in cui il numero di annegamenti nel Mediterraneo era molto basso.

La catastrofe dello spostamento forzato delle persone per motivi politici o naturali è il risultato del sistema contro cui il Papa sta lavorando, presentando argomenti e concetti radicati nel vangelo in cui crede ma, presi insieme, sono un gruppo anti-neoliberista. Anticipa eventi inevitabili e prevede che la potenza mondiale continuerà a moltiplicarsi perché, come afferma il documento di Aparecida, ha il suo centro non nella vita ma nel denaro stesso, nel vitello d’oro.

Laudato Si, la sua prima lettera pubblica interamente composta, è lo spirito del santo che ispirò il Papa a usare il suo nome e, come disse all’epoca il teologo Leonardo Bove, non è solo un nome ma un “modello di Chiesa”. C’è un cambio di prospettiva sulla natura, che san Francesco considera una sorella e il Papa che porta anche il suo nome, così come i popoli schiacciati dalla sua Chiesa: c’è un ponte tra le diverse visioni del mondo e il pensiero manifestato in Laudato. C: Nessuna specie si salverà e nemmeno gli umani.

READ  Un ex combattente e miss formerà la formula di opposizione per affrontare Daniel Ortega in Nicaragua

Qualche anno dopo arriva Fratelli Tutti, che è in qualche modo una risposta alle domande poste nei lavori precedenti, che insieme costituiscono una diagnosi completa di un sistema morente che vuole prendere l’umanità e le migliaia di specie che soffrono di questa situazione. Dalla produzione – su larga scala, saccheggio e spietato a tutto ciò che ostacola l’aspirazione alla massima redditività.

Non è solo questo paese, anche se a volte vogliono farci credere che sia il peggiore del mondo. L’odio viene riscoperto come pilota. Non è una grande scoperta: è sempre stato il grande slancio imperiale, che si basava non tanto sull’autostima dell’Impero ma sull’odio per ciò che doveva dialetticamente sradicare o controllare per autoaffermazione.

Il Papa ha fatto molto di più che scrivere le sue argomentazioni e interpretazioni in giro per il mondo. Tuttavia, queste pubblicazioni, per credenti e non credenti, sono un gruppo antireligioso che nessuno può cancellare con Francisco vivo o morto. È una contro-narrazione al ronzio monotono dei grandi dispositivi dell’azione psichica, che cercano che la maggioranza distruttiva del mondo sia indifferente alla loro distruzione, e che anche loro votino a favore.

Dal 2013, Papa Francesco lavora e preme il suo orologio biologico, girovagando per il mondo, mediando, unendo e proponendo dialoghi di pace. Si vergogna molto più del Papa della Chiesa che delle anime conquistate. È lì con il suo corpo stanco e la sua volontà, facendo sapere a coloro che vogliono liberarsi di lui che è pienamente consapevole e che sa perché. Il Papa ha fatto la sua grande lotta per otto anni, contro le forze più potenti del mondo, disturbando, amando, incarnando le sue parole a favore di chi fugge in qualsiasi latitudine e circostanza come ora haitiani, fuggendo senza patria, senza possedimenti, senza aspettative e senza vendetta. Fuggono perché il loro destino sembra essere la fuga, cosa che non è: qualcuno si è tenuto quello che avevano.

READ  Il governo sta cercando di fare un altro passo nell'accordo con il Fondo monetario internazionale per determinare il futuro di Guzmán e Georgieva

In questi otto anni, Francisco ha incarnato la simpatia, che non è necessariamente il sentimento cristiano, che fa ferire la sua pelle con il dolore degli altri. Viva Francesco, per il cui coraggio vale la pena continuare a pregare, anche quelli di noi che non credono nel suo Dio, ma credono nella nobiltà del suo proposito.