Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cuba sta vivendo il momento peggiore dell’epidemia: un forte aumento dei contagi e una preoccupante carenza di medicinali e prodotti essenziali

Un operatore sanitario parla con diverse persone all’Avana (Cuba). EFE / Yander Zamora / Archivio

#SOSCuba e #SOSMatanzas sono diventati una tendenza nei social network questa settimana a causa dell’innegabile crisi che Cuba sta attraversando, anche quando il regime di Miguel Díaz-Canel ha fatto tutto il possibile affinché il grido di aiuto per i cubani non fosse ascoltato fuori nazione. Isola.

La tendenza è iniziata questa settimana, quando La provincia di Matanzas (a est dell’Avana) è sull’orlo del collasso sanitario a causa dell’aumento incontrollato dei casi di coronavirus, con oltre 1.300 ogni 100.000 abitanti, situazione aggravata dalla mancanza di medicinali, cibo e prodotti per l’igiene..

Alcune persone hanno coordinato automaticamente la campagna #SOSMatanzas tramite Twitter, Facebook, Telegram e WhatsApp per raccogliere denaro, materiale medico, cibo e altre forniture e inviarli ai luoghi colpiti. All’iniziativa hanno aderito in seguito organizzazioni della società civile, governo e cittadini di Cuba, Spagna, Inghilterra, Ecuador, Stati Uniti e altri paesi che organizzano solidarietà e Chiedono un corridoio umanitario di fronte all’emergenza sanitaria.

Inoltre, per le donazioni all’interno dell’isola, gli organizzatori hanno istituito diversi punti di raccolta, come il Martin Luther King Memorial Center, il Clandestina Store, il Christian Center for Reflection and Dialogue o la University of Havana School of Economics. Ieri, il cantante argentino-venezuelano Ricardo Montaner e i musicisti reggae portoricani Ozona e Rao Alejandro hanno finito di evidenziare il crollo di Cuba..

Il centro di vaccinazione a L'Avana, Cuba, 23 giugno 2021 (Reuters)
Il centro di vaccinazione a L’Avana, Cuba, 23 giugno 2021 (Reuters)

È che Cuba vive un paradosso: Quale paese sta guidando la corsa per ottenere i vaccini contro il covid-19 in America Latina, ma Gli operatori sanitari deplorano l’abbandono del sistema e le precarie condizioni del sistema sanitario. “La situazione peggiora di giorno in giorno”., Lui dice Infobae neurochirurgo Alexandre BoboUno dei critici più importanti del sistema sanitario dell’isola. “A Cuba, il COVID-19 sta davvero colpendo insieme ad altre epidemie, come la scabbia, la carestia, ed è criminale”, afferma.

READ  Una delle più grandi incognite sul divorzio di Gates: chi otterrà la mega-villa "Xanadu 2.0" del valore di $ 150 milioni?

È un disastro completo. Qui è crollato tutto, e il sistema sanitario dell’intero Paese è in uno stato di completo collasso».Il dottore aggiunge Manuel Guerra, ostetrico del dispensario Buenaventura di Holguín, noto anche per le sue frequenti lamentele sui social network.

Casi di picco

Cuba, uno dei paesi che è riuscito ad aggirare la prima fase dell’epidemia, Ora sta soffrendo per l’assalto della seconda ondata. Il paese, con una popolazione di circa 11 milioni, è stato registrato تسجيلIl Ministero della Salute Pubblica (MINSAP) ha dichiarato che questo sabato per il terzo giorno consecutivo il maggior numero di casi confermati di coronavirus e decessi in un giorno con 6.750 contagi e 31 decessi.

Il regime di Castro insiste sul fatto che la mancanza di medicinali, forniture e attrezzature necessarie contro il COVID-19 è dovuta all’inasprimento delle sanzioni statunitensi.E il Tuttavia, Gli specialisti consultati attribuiscono la recrudescenza dei casi al sovraffollamento che si verifica nei centri di isolamento, in code sempre più lunghe rispetto alla popolazione. No ai prodotti base E in fretta per riaprire l’isola al turismo straniero.

Gli operatori sanitari camminano in una strada chiusa a L'Avana (EFE)
Gli operatori sanitari camminano in una strada chiusa a L’Avana (EFE)

Cuba, inoltre, impantanato nella più grande crisi economica in più di due decenniCon un grande deficit nella bilancia dei pagamenti e incapace di far fronte al suo debito estero. Nel 2020, il PIL è diminuito dell’11%, il peggior calo dal 1993. Di fronte a questo scenario, Il problema più urgente è la mancanza di farmaci. Professionisti consultati Infobae Lo deplorano La carenza di cure e forniture è senza precedenti, anche peggiore di quella vissuta dal Paese durante la grave crisi che il Paese ha vissuto dopo il crollo dell’Unione Sovietica.

READ  Video | "Non sai cosa viviamo qui": esplode Alvaro Uribe durante un'intervista

“Si vantano di dire che Cuba è una ‘centrale medica’, il che non è affatto vero”.dice Guerra.

Secondo Bobo, la crisi è iniziata molto prima dello scoppio dell’epidemia Il Covid ha peggiorato tutto. “La gente è disperata”, afferma. “Non ci sono nemmeno antidolorifici per alleviare il mal di testa.”.

Il regime attribuisce anche la carenza all’embargo statunitense imposto dal 1962., aggravato dalle 243 misure attuate dal governo di Donald Trump. Tuttavia, Gli esperti consultati hanno sottolineato che i problemi di salute sono dovuti al fatto che il governo di Miguel Diaz-Canel ha deciso di privilegiare gli investimenti nell’apparato repressivo dello Stato.

“Dedi più al potere oppressivo che ai medicinali prodotti localmente.Non hai nemmeno bisogno di importare nulla, ci sono farmaci di base che sono stati prodotti nell’industria farmaceutica locale e nulla è pensato per questo”, afferma Guerra.

Un uomo fa la guardia alla sede locale dell'Obispo Street Fair chiusa "Fino a nuovo avviso", all'Avana (Cuba).
Un uomo custodisce i locali della Obispo Street Gallery, chiusa “fino a nuovo avviso” all’Avana (Cuba).

Cuba è classificata come 619 medicinali essenziali, di cui 359 medicinali sono prodotti BioCubaPharma, una società statale di biotecnologie.

“Ci sono dieci pattuglie per ogni ambulanza, quindi è un po’ difficile spiegare quali sono le medicine”Riprendi Pupo.

per questa parte, Organizzazione Panamericana della Sanità (OPS/OMS) ha citato l’epidemia come la causa principale del problema della carenza di droga a Cuba. La maggior parte delle materie prime, dei pezzi di ricambio e degli altri componenti necessari per produrre medicinali provengono dalla regione asiatica.gravemente colpiti dalla pandemia di COVID-19. L’organizzazione ha dichiarato alla Kuwait News Agency (KUNA) che questa situazione ha causato ritardi nell’arrivo di queste merci a causa dei problemi di bassa produzione in questi paesi e dell’interruzione dei trasporti aerei e marittimi. EFE.

dipinto di ernesto "colui il quale" Guevara al centro vaccinazioni della capitale cubana
Un dipinto di Ernesto “Che” Guevara al centro di vaccinazione della capitale cubana

Cuba Venerdì scorso ha autorizzato l’uso d’emergenza del vaccino antibatterico Abdallah, il primo in America Latina, che ha un’efficacia del 92,28% contro il rischio di infezione da virus sintomatico Covid-19. Tuttavia, questo risultato sull’isola solleva anche dubbi.

READ  Un edificio di 13 piani è crollato a Gaza in un attacco aereo

Sia Guerra che Bobo Sospettano che il regime abbia investito così tanto nel costoso processo di sviluppo del vaccino quando molte forniture di base non sono disponibili. “Come spieghi che abbiamo i vaccini e che non esistono nemmeno le medicine di base per curare le infezioni della pelle?” chiede Guerra.

Due persone aspettano una vaccinazione contro il COVID-19 all'Avana (Reuters)
Due persone aspettano una vaccinazione contro il COVID-19 all’Avana (Reuters)

Sebbene evidenzino il livello di specialisti del Centro cubano di ingegneria genetica e biotecnologia che sviluppa vaccini, i medici non si fidano che la reale efficacia dei candidati cubani sia quella trasmessa dalle autorità, a causa della mancanza di indipendenza dell’ente regolatore e gli interessi della propaganda governativa. “Hanno dato i risultati un giorno prima del voto alle Nazioni Unite sul divieto”, dice Guerra. “Cercano influenza politica, qui tutto è politicizzato”, aggiunge.

Nel frattempo, sull’isola avanza il contagio e il sistema sanitario è al collasso.

Continuare a leggere: