Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cuba ha votato per la parità di matrimonio e adozione | Il presidente Miguel Diaz-Canel ha celebrato “un’altra vittoria della costruzione socialista”

I cubani hanno votato in un referendumcon il 66,87 per cento dei voti, un nuovo diritto di famiglia che legalizza il matrimonio tra persone dello stesso sesso, l’adozione e la maternità surrogataCiò pone l’isola caraibica davanti all’America Latina in questo senso. I risultati, diffusi lunedì, sono stati agrodolci per il governo cubano, che ha visto la vittoria dell’opzione per la quale aveva lottato instancabilmente nelle settimane precedenti il ​​referendum, ma con Il tasso di contestazione è molto più alto (26% astenuti e 33% contrario al voto) rispetto ai precedenti referendum sull’isola. Presidente Miguel Diaz-Canel Classifica il risultato come Un’altra vittoria per l’edilizia socialista..

“Oggi abbiamo più diritti a Cuba”

“Accettando questa legge, oggi abbiamo più diritti a Cuba. È stato un voto per Cuba, è stato un sì a Cuba, è stato un sì alla rivoluzione”., ha rassicurato il presidente, secondo il quotidiano ufficiale Granma. Diaz-Canel ha sottolineato che la vittoria del “Sì” è stata ottenuta “nonostante le difficili condizioni economiche, sociali ed energetiche, con i movimenti migratori”, nonché “comprensibili contraddizioni in alcune questioni che, per la portata del simbolo erano si avvicinò”.

Un videoclip pubblicato dalla presidenza cubana su Twitter mostrava Diaz-Canel che applaudeva con altre autorità del paese quando ha appreso durante una riunione i risultati della consultazione. Il presidente ha scritto anche su quel social: “Approvazione dell’equità del diritto di famiglia. Ripaga i debiti di diverse generazioni di uomini e donne cubani, le cui imprese familiari aspettano da anni questa legge. Da oggi saremo una nazione migliore”.

Secondo il Consiglio Nazionale Elettorale (CEN), 6.251.786 elettori hanno esercitato il loro diritto di voto, pari a 74,01 per cento del record. Su un totale di 5.891.705 voti validi espressi, 3.936.790 voti sono stati sì (66,87%) e 1.950.090 hanno votato no (33,13%). La legislazione necessitava di più del 50 percento di sostegno per essere approvata.

READ  Un accordo storico per la sinistra in Francia | I socialisti si uniscono al movimento unitario guidato da Jean-Luc Melenchon

Effetto voto di penalità

Nonostante il punteggio a favore del Codice, la partecipazione è stata inferiore a quella registrata per la ratifica della nuova costituzione nel 2019, al 90,15 per cento. S Questa è la percentuale più alta di voti che il governo cubano ha ottenuto contro di essa.

“Nel Paese si può votare per la punizione”hanno confessato Diaz Canel Domenica dopo la votazione. Da parte sua, un ex diplomatico e analista politico cubano Carlos Zugari Ritiene che il risultato abbia un lato positivo, l’approvazione di una legislazione progressista, ma dovrebbe anche essere un campanello d’allarme per il governo.

Al-Zawqari lo ha sottolineato Il governo ha perso “la capacità di mobilitare il passato”Nonostante la “propaganda travolgente” di tutte le istituzioni cubane nelle ultime settimane. A suo avviso, una “parte importante” della popolazione non è stata convinta dalle argomentazioni del governo per votare “sì” e non è andata a votare, “sfidando il vecchio principio cubano che non votare è un segno di te” e avrebbe potuto conseguenze.

Da parte sua, il politologo cubano Rafael Hernandez Io lo prendo “La legge è un passo efficace nella direzione della giustizia sociale” La considerava “la legislazione più importante nel campo dei diritti umani” dall’inizio della rivoluzione.

È un rimedio legale per l’emarginazione degli omosessuali che è stata perseguita sull’isola come politica statale negli anni ’60 e ’70 e la cui discriminazione è stata bandita dalla costituzione del 2019. “E alla fine abbiamo vinto! Cuba ha un diritto di famiglia. Comincia il modo per attuarlo”Ha detto su Twitter Michele Gonzalezattivista e sostenitore dei diritti dei gay.

I principali contributi della nuova legge

Il referendum sul diritto di famiglia è stato il primo per un diritto privato e il terzo in assoluto a Cuba dalla vittoria della rivoluzione nel 1959.

READ  Daniela Levine Cava, sindaco di Miami-Dade, dopo l'annuncio del nuovo numero di morti e dispersi: 'Stasera è stata molto difficile'

Il testo generale definisce il matrimonio come “unione di due persone” e apre la porta al matrimonio tra persone dello stesso sesso e all’adozione da parte di coppie dello stesso sesso. Consente inoltre il riconoscimento legale di molti genitori, oltre ai genitori, nonché la maternità surrogata senza fini di lucro, con l’aggiunta di altri diritti a favore di bambini, anziani e disabili.

Il nostro popolo ha scelto una legge rivoluzionaria di alto livello che ci spinge a raggiungere la giustizia sociale Per cui lavoriamo ogni giorno. “Oggi siamo un Paese migliore con più diritti”, ha affermato il ministro degli Esteri. Bruno Rodriguez sul suo account Twitter.

I principali oppositori del voto si sono concentrati sulle chiese cristiane, sia cattoliche che protestanti.. La Conferenza episcopale cattolica di Cuba questo mese ha criticato la cosiddetta “ideologia di genere”, che sostiene molti dei principi contenuti nella nuova legislazione, come il matrimonio tra persone dello stesso sesso, la gravidanza assistita e la possibilità di avviare un percorso clinico per cambiare il sesso dei minori.

Prima dell’approvazione nel luglio di quest’anno da parte dell’Assemblea Nazionale, la 25a versione del Codice della Famiglia è stata ampiamente consultata dalla popolazione cubana tra febbraio e aprile in 79.000 riunioni di quartiere e municipali. Questo è l’unico progetto che ha subito un referendum tra le 70 norme di legge che sono state aggiornate a seguito dell’introduzione della nuova costituzione, a differenza di altre leggi come il codice penale. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 22 luglio di quest’anno.