Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Covit in Italia: L’Universo Parallelo degli Anti-Vaccini Italiani | Comunità

C’è un mondo parallelo in Italia per chi non è stato vaccinato, che inizia con le chat telegramma e finisce in terapia intensiva ospedaliera. Un universo di circa sei milioni di persone che hanno deciso di non farsi vaccinare Nonostante le restrizioni imposte dal governo Per chi non è vaccinato. Non possono andare al lavoro o viaggiare con i mezzi pubblici. Non si comprano calzini al centro commerciale, non si mangia al ristorante o si beve un caffè al bar. Sono attivisti irresistibili e determinati. Si organizzano sui social network per rifugiarsi in una sorta di matrice prima dell’ultimo giro di restrizioni, Tutti i maggiori di 50 anni saranno vaccinati dal 15 febbraio.

“Buongiorno, ho bisogno di un mezzo per Flaminia (Roma Nord). Grazie.”” Ciao a tutti. Viaggio tutti i giorni dal Ponte Galleria a Piazza Quadroda alle 19:00. “Dobbiamo aiutarci a vicenda se vogliamo sfuggire a questa atroce ingiustizia”. Questi messaggi sono solo alcuni dei centinaia di messaggi che vengono ricreati sui canali di telegramma Non ci sono rivenditori Greenpass (Indirizzi di aziende senza le quali puoi entrare Spigola verde, La green card ottenuta al momento della vaccinazione, unisce altri 22.406 utenti) o MVA-Unity Transport. Quest’ultimo raccoglie ogni tipo di iniziativa cittadina da attivisti, che possono viaggiare quotidianamente senza un certificato ottenuto solo attraverso l’immunizzazione. Auto condivise che funzionano come normali autobus tra due punti: Autostop digitale. In posti come Venezia è ancora più complicato e alcuni cittadini hanno convertito le proprie barche al trasporto privato per persone non vaccinate che non possono più utilizzare il classico. vaporetti Delle isole.

L’amministratore di Mario Tracy continua a stringere la recinzione. Non c’è quasi posto per la vita senza vaccini. La misura, che entrerà in vigore il 15 febbraio, impedirà alle persone di età superiore ai 50 anni di svolgere qualsiasi attività sociale e quotidiana, compreso il lavoro. Ma il governo stima che circa due milioni di persone in questo gruppo colpito vogliono rimanere saldi e adottare uno stile di vita diverso. Evitare il confine o la legge. Spesso si trascura che in Italia sono già morte 140.000 persone a causa del morbo di Covit-19.

READ  L'Italia si prepara a rimuovere licenziamenti e veto sindacale

Stefano Buser, lavoratore portuale triestino, è uno dei leader italiani del movimento contro la certificazione obbligatoria della vaccinazione. Il capoluogo del Friuli Venezia Giulia, al confine italiano adriatico con i Paesi dell’Est, è diventato il centro del movimento anti-vaccinazione alcuni mesi fa quando i portuali del porto si sono scontrati con la polizia per aver rifiutato di esibire un certificato verde per lavorare. Ora passa la baia chiusa a chiave a casa sua, ma è sospeso dal lavoro dal 15 ottobre., E dice al telefono: “Viviamo in un regime dittatoriale. Ci spingono in un mondo parallelo. I social aiutano le persone a unirsi. A questo punto è importante che non si sentano isolate. Sviluppiamo anche rimedi casalinghi. Se sono stati usati fin dall’inizio… li trovi ovunque e li riordina.

Oltre al traffico condiviso, questi servizi sanitari disonesti o falsi certificati di vaccinazione sul web, come descrive Puzzer, hanno sviluppato anche scuole per genitori che non vogliono che i propri figli indossino mascherine nell’Alto Adige al confine con il Tirolo austriaco. Presentarsi in classe o attività anti-infezione. La Procura di Bolzano è gestita da tali scuole migliorate e genitori nella giungla. Finora ne sono stati trovati dieci.

Il 67% degli ammessi non era vaccinato

Intanto in Italia si stanno riempiendo di nuovo le TI. Ma questa volta la foto dei pazienti è molto nitida. Il 67% dei pazienti ricoverati non è stato vaccinato. Il 33% è stato vaccinato, ma i due terzi presentavano sintomi gravi. Il presidente, Mario Draghi, ha sottolineato contro di loro nell’ultima conferenza stampa: “Gran parte del problema del governo italiano oggi è causato dalle proteste contro i vaccini”. Mario Riccio, il capo della terapia intensiva, è stato il più forte a Castlemagio (Cremona), una delle zone più colpite dalla prima ondata. “Oggi in Italia muore solo chi vuole morire di gozzo”. Ma c’è ancora una folla che nega quell’evidenza.

READ  Italia: le elezioni comunali potrebbero cambiare la leadership del diritto di voto oggi e domani in 1.348 circoscrizioni del Paese

David Tudino insegna alla Theresa Gulles Public School di Roma. È in sciopero della fame dal 31 gennaio per protestare contro l’azione del comitato esecutivo. Beve tre tazze di brodo al giorno e non è stato vaccinato, anche se lo chiama “medicina”. “Se qualcuno ha fiducia in uno strumento, non ti costringerà a prenderlo. Il dovere non è scientifico “, ha protestato al telefono. Ritiene che vengano violati i diritti fondamentali dei cittadini e le tradizioni internazionali. E l’Italia è ormai un paese dittatoriale. Ed è pronto a continuare fino a quando non prenderà la sua battaglia. Anche se la tazza del brodo è fondamentalmente nell’universo parallelo. “Bisogna organizzarsi insieme, essere disobbedienti. Sui social sì, ma anche attraverso gli attivisti. Se salgo su un autobus, se non posso per quella disciplina, ci sono altri che non possono condannarmi al livello necessario. Ovviamente dobbiamo spendere i nostri soldi ma siamo in guerra e non è contro il virus, è contro di noi.

Continuano a salire i contagi (venerdì scorso 186mila). E alcuni sono deliberati ora. In coloro che non hanno il vaccino vogliono accedere Spigola verde Si stanno diffondendo anche gli inviti a partecipare a cene o incontri con positivi. Partiti di governo, alcuni lo chiamano. Una procedura nata dalla premessa che l’infezione è meno pericolosa dell’iniezione. Inoltre, una volta che l’infezione si è calmata, la persona è considerata immunizzata per alcuni mesi e l’Italia rilascia un certificato che consente di ripristinare per sei mesi una porzione di vita normale. Federico (che non ha voluto dire il suo cognome), che gestisce un albergo nel centro di Roma, è sopravvissuto senza vaccinarsi fino alla fine di quest’anno, quando tutta la sua famiglia è stata contagiata dal virus. Ora, spiega nel suo negozio, l’ha già fatto Spigola verde. Un comportamento sicuro ora aiuta a lasciare l’universo parallelo.

READ  Italia: Arrestato Anulan Orden a Sospechoso del Vaticano