Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Corona Virus: il Paraguay supera il numero di morti per milione…

Ha una popolazione di 7,3 milioni, Il Paraguay ha superato i 400.000 feriti e 11.000 morti Dal momento che il primo caso di covid-19 è stato segnalato nel marzo 2020. Nelle ultime due settimane è stato classificato come il Paese con il più alto tasso di mortalità al mondo, con un tasso di mortalità di 24,79 ogni 100.000 abitanti.

Venerdì, il Ministero della Salute del Paraguay ha avvertito di un aumento dei decessi mentre i cittadini si preparavano per le elezioni interne di domenica. Il ministero della Salute ha chiesto campagne più sicure e il rispetto delle procedure sanitarie durante le elezioni e ha anche riferito che circa un centinaio di candidati per le prossime elezioni sono morti a causa del COVID-19.

responsabile del controllo sanitario, Guillermo Sequera, ha riconosciuto alla conferenza stampa settimanale che Il Paraguay è al top in questi giorni. In termini di tasso di mortalità per milione di persone. “Tutti gli stati a un certo punto erano al primo posto per le morti, e l’importante è non passare troppo tempo lì”, ha detto.

Sequera ha anche commentato che la scorsa settimana ha notato un calo del 9% dei casi, anche se ha insistito sul fatto che non possiamo ancora parlare di un calo perché hanno bisogno di tre settimane di fila con una tendenza al ribasso. Per ora, questa riduzione potrebbe essere dovuta a una “situazione temporanea” e a ragioni “molto circostanziali”, ha affermato il funzionario sanitario.

Grazie a questo calo della scorsa settimana, il Paraguay è scivolato al secondo posto nei paesi con il maggior numero di morti per milione di abitanti. Secondo il cancello Il nostro mondo nei dati dell’Università di OxfordIl Paraguay, che ha 17,67 morti per milione, questa settimana è rimasto indietro Suriname (12,66 anche se la sua popolazione non raggiunge il milione).

READ  Un rapporto della Banca Mondiale afferma che Kristalina Georgieva ha spinto per dati migliori sull'economia cinese

Il 93 percento delle province del Paraguay ha registrato casi nell’ultima settimana, in totale ci saranno 242 province, “E 128 infetti con il livello 4 (infezione), che è il più alto livello di circolazione comunitaria”, ha avvertito Sequeira, che ha nuovamente raccomandato di limitare gli incontri sociali. “Se non ci prendiamo cura di noi stessi, ci sarà un’infezione massiccia (…). Devi prenderti cura di te stesso come se fossi un portatore del virus”, ricorda. Gli ospedali del Paese sono sovraffollati e al momento mancano ossigeno, così come alcuni medicinali.

D’altra parte, il funzionario ha confermato, venerdì, due morti di persone che avevano già ricevuto il vaccino ma non avevano ancora generato l’immunità. “Devono impiegare dai 15 ai 21 giorni per ottenere l’immunità. Erano malati al momento della vaccinazione”, ha aggiunto.. Uno dei deceduti ha iniziato la malattia il giorno in cui ha ricevuto la seconda dose e l’altro il giorno dopo aver completato il trattamento.

Sequeira ha invitato i residenti a partecipare alle vaccinazioni e ha fornito dati per gli operatori sanitari vaccinati come esempio dell’efficacia del vaccino, con una diminuzione dei casi due o tre settimane dopo aver completato le due dosi.

infezione ed elezioni

D’altra parte, il direttore della sorveglianza sanitaria ha avvertito delle vittime durante le campagne politiche. “Siamo preoccupati per le campagne politiche, non per il voto, se non per le campagne irresponsabili”, ha detto Sekera. Ha spiegato: “Secondo i dati della Corte suprema di giustizia, 17.000 candidati sono stati testati per Covid-19, sono morti più di ottomila candidati e sono morti 96 candidati”.

“Nel mondo, non tutti i paesi hanno fermato le loro elezioni, ma le loro campagne politiche si sono fermate. Non potevamo, ma abbiamo fatto alcune raccomandazioni su come farlo. 96 filtri sono morti. Speriamo che domenica, giorno delle votazioni, non sia un giorno in cui aggiungeremo altre morti, non solo dei candidati, ma anche degli elettori”.

READ  La più grande nave della marina iraniana è affondata in circostanze misteriose

Questa domenica, in Paraguay si terranno le elezioni interne del partito in cui i candidati che concorreranno per i posti di sindaci e membri del consiglio saranno selezionati nelle elezioni comunali del 10 ottobre.

Pochi vaccini

per lui Direttore esecutivo della Croce Rossa, Arturo Ojeda أوL’attuale situazione epidemiologica è legata all’allentamento delle misure sanitarie per prevenire l’infezione da COVID-19. “Le persone non hanno rispettato le misure sanitarie in atto e il governo ha abbassato la cautela sui controlli”.Come ha affermato. “Avevamo previsioni di circa 7.000 morti per luglio. Siamo nella prima metà di giugno e siamo già oltre 11.000. I numeri sono molto preoccupanti”, ha detto Ojeda.

Da parte sua, l’epidemiologo Thomas Mathieu Palmeille Ha osservato che “a gennaio, circa 35.000 paraguaiani sono andati in vacanza in Brasile e molti di loro hanno contratto i diversi tipi di virus” più contagiosi. Per quanto riguarda l’accesso ai vaccini, per Balmelli, il governo paraguaiano ha commesso un errore di “fiducia cieca” nel procurarsi i vaccini attraverso il suo sistema Covax Organizzazione mondiale della Sanità. Di fronte a questo ritardo, lo Stato ha utilizzato le donazioni ricevute da paesi dell’Europa, dell’Asia e dell’America.

“L’immunizzazione è ancora lenta a causa della mancanza di vaccini. Il governo dovrebbe rimuovere tutte le sue scorte in modo che possano essere utilizzate, non rallentare la vaccinazione”, ha affermato Palmili. Finora il Paraguay ha ricevuto circa 450.000 dosi di vaccino AstraZeneca, 250.000 dosi di Sinopharm, 20.000 di Coronavac, 200.000 di Covaxin, 100.000 di Moderna e 40.000 di Sputnik-V.

L’epidemiologo ha spiegato: “È una vaccinazione a goccia. Se continuiamo di questo passo, in tre anni raggiungeremo il 75 per cento necessario per fermare l’epidemia”. “Nessuno può dire ‘sono già stato vaccinato’ se riceve solo la prima dose”, ha avvertito Palmelli.

READ  Il Cile ha revocato la quarantena a Santiago e ha prolungato la chiusura del confine per altri 30 giorni

Secondo i dati ufficiali, attualmente il 6,7 della popolazione ha ricevuto la prima dose e solo l’1,2% delle due dosi garantisce l’immunizzazione completa. L’obiettivo è raggiungere il 30% a dicembre e il 75% della popolazione nel 2023.