Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Come combattere l’insonnia a Hong Kong La compagnia offre voli senza destinazione

Paghi per dormire sull’autobus? A Hong Kong, questa è la scommessa per una nuova compagnia di autobus turistici che propone tour senza destinazione ed è una soluzione per combattere i problemi di insonnia.

In una soleggiata domenica di novembre, circa 70 passeggeri – ragazzini entusiasti ma anche pensionati dai capelli grigi – sono saliti a bordo di due grandi autobus a due piani. Destinazione finale: “Da nessuna parte”. Il primo è il “bus silenzioso”, dove le persone possono dormire, e l’altro – un classico bus turistico.

Il viaggio di 85 chilometri inizia in un vivace quartiere della città, per poi percorrere le autostrade costiere e arrivare all’aeroporto di Hong Kong, quasi deserto dall’inizio della pandemia di coronavirus.

Mentre alcuni si godevano la vista, altri indossavano paraorecchie e maschere sugli occhi, affondarono rapidamente tra le braccia di Morfeo per il viaggio in autobus di cinque ore, che attraversa vari luoghi turistici.

“Penso che tutti abbiano avuto l’esperienza di non poter dormire a casa, mentre sull’autobus puoi dormire molto tranquillamente, perché ondeggia e trema”, spiega ad AFP Ho Wai, un nuovo cliente di questi autobus silenziosi. .

“Tutti i residenti di Hong Kong sono sotto pressione a causa del lavoro, dei prezzi degli appartamenti e della vita, e ora non possiamo viaggiare”, ha lamentato, riferendosi alle rigide regole di quarantena anti-Covid-19, che hanno praticamente isolato Hong Kong dal Paese. . resto del mondo.

“Con tutta questa pressione, penso che molti abitanti di Hong Kong non stiano dormendo bene”, spiega.

sensazione di viaggio

Anche un altro passeggero, Matthew Cheek, ha deciso di prendere parte al volo nella speranza di risolvere i problemi di sonno nelle ultime settimane. Ma è difficile per lui distogliere lo sguardo dalla finestra.

READ  Variante IHU: quanto è pericolosa secondo gli esperti? | Cronaca

“Oggi è troppo dolce per dormire”, afferma il 29enne.

I prezzi dei biglietti vanno da $ 12 a $ 51. Le scatole all’ultimo piano sono le più costose.

Secondo Frankie Chow, presidente e appaltatore di Ulu Travel, le rotte scelte hanno il minor numero di semafori possibile per ridurre al minimo le fermate che possono svegliare i passeggeri.

Per lui, l’obiettivo di questi viaggi è duplice: che le persone che hanno difficoltà a dormire possano fare un pisolino, oltre a fornire un momento di fuga per i residenti di Hong Kong che vogliono fare un po’ di turismo 20 mesi dopo la chiusura del confine.

La strategia zero-coronavirus del governo ha mantenuto basso il tasso di infezione, ma ha completamente isolato il centro degli affari internazionali.

Pagare per la pace e la tranquillità non è esclusivo di Hong Kong. Anche i sudcoreani stanchi cercano conforto nelle caffetterie, dove possono prenotare fasce orarie per sedersi tranquillamente e rilassarsi.

Nel 2015, anche i caffè tranquilli sono diventati una tendenza in Giappone, con i clienti che affollano i posti per sedersi da soli e trascorrere un po’ di tempo.