Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cincinnati Masters 1000: Stefanos Tsitsipas ha vinto una lotta contro Daniil Medvedev e giocherà la finale contro Borna Couric

greco Stefanos Tsitsipas e croato Borna Couric Questa domenica, alle 17:30 in Argentina e con ESPN TV 3, ci sarà la finale Cincinnati Master 1000che distribuisce Premi del valore di oltre $ 6.000.000 E si gioca superficie veloce. Campionato In preparazione per gli US OpenL’ultimo torneo del Grande Slam dell’anno. Tsitsipas ha vinto a battaglia Contro il russo Daniil Medvedev, per 7-6 (8-6), 3-6 e 6-3. Nel frattempo, Couric ha sconfitto gli inglesi Cameron Norrie di 6-3 e 6-4.

La pioggia ha modificato il programma dell’intera giornata, che prevedeva le semifinali maschili e femminili. Inoltre, Tsitsipas e Medvedev giocheranno una grande partita: vicini dall’inizio alla fine, come la maggior parte delle partite tra tennisti di nuova generazione. Il primo set, infatti, doveva concludersi con un tiebreak, vinto dal greco. Il secondo, invece, Medvedev ha mostrato maggiore precisione. Il russo è apparso in tutte le sue dimensioni per evitare l’eliminazione e ha mantenuto la parte. In finale Tstisipas è stato più preciso e potente. E così trascende N. 1 al mondo.

E ha alzato il pugno il greco Tsitsipas, vincitore nel torneo del russo Medvedev, precursore degli US Open; Questa domenica si deciderà a Cincinnati contro la croata Borna Coric.Dylan Bell – Getty Images Nord America

Nonostante il saluto finale tra i due contendenti sia stato valido, in semifinale ci sono stati un paio di limiti. Tsitsipas e Medvedev non sono d’accordo. E per molto tempo: nel round di apertura del Miami Masters 1000 2018, dopo una fredda stretta di mano in rete, il n. 1 ora è saltato dalla sedia per cercare l’ellenico. L’arbitro lo ha fermato. “La M russa…” mi disse. Pensi che sia normale? “Medvedev ha giustificato la sua reazione al potere. Erano passati quasi quattro anni dall’invasione dell’Ucraina. Questo fatto, ovviamente, non ha influito sulla discussione.

READ  Lucho Herrera: il miglior ciclista colombiano incontra Gianni Bugno - ciclismo - sport

Quando Daniel ha sfidato Stefanos a guardarlo negli occhi, il perdente ha messo le sue cose nella borsa e se ne è andato senza incontrarlo negli occhi. “E’ un ragazzo che non sa combattere”, il russo, 52° in classifica, ha alzato il greco, all’epoca 70°.

Questo sabato l’argomento è stato più leggero. Ma ci sono stati alcuni momenti in cui sembrava che la miccia stesse per accendersi. uno era La palla con il corpo eseguita da Tsitsipas Contro il suo avversario in una procedura che era vicino alla rete, ma Medvedev non si è lamentato e l’autore è tornato in fondo al campo con il braccio sinistro alzato da dietro in segno di scusa. L’altro è successo quando il greco ha vinto con un tiro vincente: Festeggia una specie di piccolo ballo, che, sebbene si trovasse di fronte a un pubblico, ha portato all’interpretazione che si stesse prendendo gioco dei vinti. In ogni caso, il suo avversario non ha sollevato obiezioni al riguardo.

Da parte sua, Couric era un po’ più facile del greco. Ha dominato Nori dall’inizio alla fine e nessuno avrebbe immaginato che sia entrato nel tabellone principale di Cincinnati grazie alla protezione del suo posto in classifica. Infatti il ​​croato (che giocherà la sua terza partita Masters 1000 in carriera) è il finalista di Cincinnati (competizione classe 1973) che ha il peggior ranking mondiale della storia: 152 sul pianeta terra. Secondo il sito web dell’ATP, Coric è anche il secondo finalista M-1000 peggio classificato di tutti i tempi. Solo il rumeno Andrei Pavel è da meno, che era il numero 191 quando ha ambientato Parigi 2003.

READ  Burnley vs Leeds, in Premier League: sintesi, gol e punteggio

“E’ stata una giornata pazzesca, ma è finita molto bene. Sono molto felice di giocare a tennis oggi. Ho giocato molto bene – ha detto Couric citando il cancello – All’inizio non ero in campo, non sentivo bene la palla, ma ho trovato il mio ritmo. Sto iniziando a servire meglio, a giocare meglio e penso che sia la chiave”, ha detto il croato, diventato il numero 12, e le statistiche gli danno ragione: ha vinto l’81% dei punti totali giocati con il primo giocatore. Servire. Puoi. ​​Ora sali alla posizione 29.

tennista francese Carolina GarciaE il 1° classificato WTA 1000 dalla fase di qualificazionee ceco Petra Kvitova Ci proveranno questa domenica per la loro prima incursione a Cincinnati. In una semifinale segnata dalle interruzioni dovute alla pioggia, Garcia ha battuto il bielorusso Arina Sabalenka di 6-2 4-6 6-1in un duello durato oltre sei ore, ma con solo due in gioco.

La 28enne francese, classificata al 35° posto in classifica, ha superato due lunghi stint a causa della pioggia quando era in testa alla classifica. Il maltempo ha fermato due volte la semifinale, quando Garcia era 6-2, e quando è avanzato 3-1 nel terzo set.

Affetto Garcia, il primo a raggiungere la finale della WTA 1000

Nel frattempo, Kvitova aspira a vincere la sua trentesima coppa. Nella prima semifinale il ceco ha sconfitto l’americano Chiavi di Madison Ha raggiunto la 12° finale WTA 1000. La ceca, due volte campionessa di Wimbledon e 28° nel mondo, ha perso contro 8-6 Tie-break set di apertura, ma ha vinto 6-4 secondo e 6-3 Terzo.

La ceca Petra Kvitova festeggia dopo aver sconfitto il locale Madison Keys in semifinale a Cincinnati;  Il due volte campione di Wimbledon è 28° in classifica, ma lunedì sarà tra i primi 20.
La ceca Petra Kvitova festeggia dopo aver sconfitto il locale Madison Keys in semifinale a Cincinnati; Il due volte campione di Wimbledon è 28° in classifica, ma lunedì sarà tra i primi 20.

Keys, il vincitore di Cincinnati 2019, si è fatto avanti sconfiggendo la testa di serie 1, la polacca Iga Swiatek, ma ha ceduto al potere di servizio di Kvitova nei momenti chiave. È stata una grande partita. Mi aspettavo che fosse difficile, ma non così difficile”, ha ammesso il ceco, desideroso di tornare nella top 20 WTA.

READ  Gli italiani affrontano l'appuntamento con le urne nel bel mezzo di un clima elettorale molto sottile

Agenzia ATP e AFP