Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Castellmondே Sanctuary non rompe la parità tra Carabas, Hindley e Landa alla guida del Giro di Italia | Gli sport

Landa fa una breve e veloce pausa su Carabas e Hindley mentre salgono al Santuario di Castelmond.Luca Pettini (AFP)

Friuli, pianura blanda e Tagliamento, fiume roccioso, fino a 30 campi da calcio, dove la cavalleria cosacca aiuta le SS a combattere il terrorismo, e su un monte, Castellmonte, tra i boschi, santuario si arrampicano con una vergine nera, sette chilometri a davanti ai ciclisti. , i residenti di Civitale che pregano il rosario sulla ripida strada sono contrassegnati da una chiesetta e da una scena di passione ogni 500 metri, e i ciclisti trascorrono la giornata alla ricerca di strisce d’ombra sotto il sole cocente, e il loro respiro rapido attraverso il i grandi gas sono come il soffocamento delle ruote Gli urla, dai, non c’è molto rimasto, mancano ancora almeno cinque chilometri, a cui incolpa perché sta mentendo, rispose triste, il mondo è fatto di false credenze, e nasce lo straordinario Non conosciuto dal Friuli. Monopolio, Falso paesaggio, Fazioli Pianoforti fantastici di realtà e un anonimo complesso industriale tra n falegnamerie e fabbriche di mobili, le ricche poesie briuliane di Pazolini, e Invece di emigrare come i suoi connazionali che portarono una copia della vergine nera a Buenos Aires, Ottavio Potecia, che divenne muratore e poi ciclista, nacque affamato. Fu anche il primo italiano a vincere il giro, e due volte, negli anni ’20, e dei veri ciclisti, che avevano fatto del ciclismo la loro vita, inchiodarono al cervelletto la prima legge di Newton, la regola fondamentale del ciclismo scritta da Peter Winnen, l’autore meglio di un ciclista, e l’Albe d’Huss ha vinto due volte: Pazienza, Pazienza, Pazienza, Pazzo, Loro, Carapas, Hindley e Landa interpretano tutti a modo loro tra emozioni infantili dai volti importanti, Pazienza, Pazienza, Pazienza, Tomani.

READ  Oursabel: "Non siamo meno dell'Italia"

Finendo di nuovo la foto Nei primi tre posti. La vittoria di Goyan Bowman, Maglia azzurra La seconda conquista, dopo Potenza, re dei monti, fu piena di bionde olandesi. Non lontano, Valverde aiuta Juanbe, un giovane anziano, mozzato, in una culla. Maglia bianca.

A Saroni, in un giroscopio, veniva chiesto ogni giorno quando avresti attaccato. E lui ha risposto, Zero è lungo, Zero è lungo e molte altre tappe importanti devono ancora venire. Domenica scorsa non aveva ancora colpito e Saroni ha promesso che ci sarebbe stata un’altra storia l’anno prossimo. C’è ancora un giorno per attaccare il turno delle false credenze, Sabato Marmellata, e una preghiera mattutina, cronometro di Verona e Landa, Dopo aver isolato tre habitué dopo una lunga staffetta da Carabas accelera di due chilometri dal santuario, e lo fa una volta, con le mani sul manico, come sempre, in segno di poca speranza, si volta subito indietro. La moto che gli passa davanti accelera, e una volta, non ci crede, sembra aver fatto un buco, ed esce, esce… La falsa speranza, innescata dalla falsa presenza di Bora. Il vantaggio della salita, in linea con la Slovenia, è il friuli così lontano a est, dal più difficile colovert, che impiega circa cinque secondi, e ci vuole tempo per rimettersi in moto con Carabas Hindley. “Non so se ho preso a pugni il piede o se gli altri due si sono trattenuti”, ammette realisticamente Landa. “Ma sono ancora ottimista”. Il suo direttore Alberto Volby osserva: “Vediamo cosa possiamo fare con l’ultima salita”. Hindley ammette la sua depressione più apertamente. “Non è successo niente come ci aspettavamo”, dice. “Oggi non è un buon giorno per far esplodere la gara. Fare un po’ di tempo in Marmolada sarebbe sicuramente la cosa migliore per finire ultimi nella cronometro. Sarà dura, ma ce la faremo.

READ  Perché il Golfo di La Specia è chiamato Golfo dei Poeti?

Rimangono grandi dolomiti, solo due tracciati sopra Giro Manor sopra i 2.000 metri, mentre le montagne sono già montuose, mentre gli alpinisti antian, Carabas, ovviamente, se la godono per la bassa forza dell’ossigeno per raggiungere il sangue, Portoy (2.239 m), e La Marmolada (2.057 M), ovviamente, i quattro personaggi che provocano il ciclismo, dichiarano rettilineo criminale, vertigini tristi e sette gradi di pioggia nella coppa Sima, grandine e nove gradi a Malka Ciabella. . Lasceranno la città di Belluno Dino Pussotti, autore di due libri sul Giro, è una raccolta di romanzi sulla storia della Coppa contro Bartolomeo nel ’49 e un romanzo, deserto dei tartari, Un’invasione che non arriva mai, la storia dell’attentato. “E non importa che non ci siano attacchi”, dice Carabas, che è a suo agio in rosa davanti a Hindley, che deve solo i suoi 3 negativi a 21 bonus per compensare i 14 che ha raggiunto a rate attraverso Ecuador ed Ecuador. 8s che ha ricevuto. Partì sulla pista del tempo a Budapest e raggiunse i 4 secondi nella salita singola, gli 8 sulla scia del tempo, che separò dagli australiani fermi attraverso Zero. È successo molto tempo fa, nella prima fase, sul pendio di quarto grado al Castello di Visegrad, alto 335 metri, dove forse il grande arco del Danubio, se non lo avesse impedito la Marmolada, non sarebbe stato ricordato da chiunque. , L’intero Jiro è stato compilato sotto tre nomi: Van der Boyle ha vinto su Kirmey e Carabas è arrivato sesto. “Tre secondi, tre secondi”, dice. “Fare un crono in questi tre secondi non sarebbe male, ma comunque penso che non raggiungeremo il Verona con questa parità. Non so perché, ma non credo”. E sorride e strizza l’occhio.

READ  Cosa accadrà alle ville di Parigi e in Italia dopo la separazione di Wanda Nara e Moro Icardi?

Puoi seguire le partite di EL PAÍS Facebook Y TwitterOppure registrati qui per ottenerlo La nostra newsletter settimanale.