Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Camila Bussero torna a Naútico dopo aver attraversato l’Italia e cerca di dedicarsi a Levosor – The Ovation – 01/10/2021

Ginnastica artistica, tennis e nuoto sono stati gli sport più frequenti di Camilla sin da quando era piccola. Avevano tutti una cosa in comune: essere un individuo. L’opposto è stato ciò che ha attirato la sua attenzione sulla pallavolo. Un giorno, un allenatore con gli occhi buoni gli disse che era adatto per la pallavolo e che avrebbe dovuto provarci. Lo ha fatto quel giorno stesso e non ha mai smesso. “L’idea di appartenere a un gruppo, una squadra, mi ha colto subito”, racconta. Camila Bussero (22).

Ha iniziato a Biguá all’età di 11 anni e ha continuato con il Naútico, la squadra in cui è tornato quest’anno dopo averlo attraversato. Ginnastica e scherma argento per l’Argentina e La stella del Volley Bisceglie in Italia. E sebbene Camila non abbia pensato di partire, il suo ambiente l’ha incoraggiata ad emigrare dal paese in Europa per crescere professionalmente. Poi ha chiamato un rappresentante portoghese e nel giro di una settimana la squadra le ha chiesto di essere lì. “Non c’era molto a cui pensare, l’Italia è uno dei grandi Paesi della pallavolo, mi ha dato solo crescita e una buona finestra. In più eravamo nel bel mezzo di una pandemia, che non mi ha permesso di allenarmi e studiare come avrei dovuto fare fisioterapia perché dovevo fare uno stage, quindi ho deciso di andare”.

Camila Buscero nella ginnastica e nella scherma.  Tweet incorporato
Camila Buscero nella ginnastica e nella scherma. Tweet incorporato

Camila si è ambientata molto velocemente nel Vecchio Continente, circondata da una squadra che la faceva sentire quasi a casa. “All’inizio la lingua era una barriera, ma dopo settimane l’ho superata e sono stato in grado di comunicare molto bene con la squadra, che è la cosa più importante per me. Ovviamente ci sono stati momenti che mi sono perso, ho attraversato il COVID-19 , le vacanze, momenti importanti per la mia famiglia che non ho In loro…ma la maggior parte delle volte stai vivendo cose nuove, sapendo. Non ci sono molti momenti da perdere “, dice il giocatore, dicendo che stava anche vivendo difficoltà ad adattarsi alle esigenze sportive.

La stella del volley Bisglei dall'Italia.  Foto: Marcello Papagini.
Camila Buscero Stella Pallavolo Bisgli d’Italia. Foto: Marcello Papani.

Campo da pallavolo e spiaggia

È possibile giocare a entrambi contemporaneamente? Sì, Camila lo fa da molti anni, e ha chiarito che non esiste un regolamento che vieti di far parte di squadre in entrambi i modi, ma che ogni squadra decide se vuole avere giocatori esclusivi per il land o il beach volley, anche se ammette che “non è raccomandato, potresti sovraccaricarti o ferirti e in alcuni casi può sommarsi – tutto richiede più fisico del pavimento – ma quando ti concentri al 100% su uno, può ritorcersi contro l’altro”.

READ  La Federazione Italiana ha approvato il regolamento anti-Superliga

Nautico

Camila Buscero veste Nautico.  Tweet incorporato
Camila Buscero veste Nautico. Tweet incorporato

Durante il primo turno, sono usciti primi, vincendo sette delle loro otto partite. Al momento la sua squadra sta giocando la seconda fase – i migliori cinque – di levosur Cercano di dedicarsi.

Per Camila, la pallavolo è un hobby, ma mira anche a farne il suo lavoro, anche se ha affermato che è difficile perché in Uruguay la pallavolo non è vista come una fonte di reddito. “E’ molto difficile chiedere tante ore ai giocatori perché smettano di studiare e lavorare per la pallavolo, senza una paga economica. Bisogna essere professionali in questo aspetto, in modo da poter rivendicare qualche responsabilità dai giocatori fuori dal campo e dare supporto anche ai DT in modo che possano allenarsi più a lungo Questa è la differenza che vedo in termini di esperienze all’estero”.

Camila ha gareggiato con la squadra sudamericana, la Coppa Panamericana, l’Odissea e la Coppa del Mondo, ma ha ancora un sogno da realizzare: le Olimpiadi. “Penso che la pallavolo in Uruguay oggi sia molto lontana, la spiaggia ha più possibilità di andare alle Olimpiadi. Vorrei anche crescere come professionista”.

Ora è tornato in Uruguay, ma non esclude di ripartire.