Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Burning Mountain”: il misterioso fuoco sotterraneo che brucia in Australia da 6000 anni

Una vista della montagna in fiamme dell’Australia, il centro del più antico e misterioso incendio sotterraneo

In un parco nazionale a quattro ore di macchina a nord di Sydney, in Australia, gli incendi sono divampati fuori controllo – e almeno lo hanno fatto 6000 anni.

conosciuto come montagna in fiamme O “Burning Mountain”, questo misterioso fuoco sotterraneo è il più antico conosciuto sul pianeta. Alcuni scienziati stimano che potrebbe essere molto più antico di quanto pensiamo attualmente.

L’incendio si trova sotto il monte Wengen, nello stato del New South Wales, in Australia. Wingen significa “fuoco” nella lingua del popolo Wanaruah locale, la tradizionale custodia della terra. Il suo entusiasmo è sottoterra È un fuoco di carbone, uno dei migliaia di fuochi che bruciano ovunque, sempre, in tutto il mondo.

Una volta accesi questi fuochi nel sottosuolo, è quasi impossibile spegnerli. lentamente ma intensamente Viaggiano attraverso strati di carbone, uno strato naturale al di sotto della superficie terrestre.

“Nessuno conosce le dimensioni del fuoco sottostante montagna in fiammeSi può solo dedurre». Lui dice ScienceAlert Guillermo Ryan, professore di scienze del fuoco all’Imperial College di Londra nel Regno Unito.

“Probabilmente sarebbe una palla di circa 5-10 metri di diametro e la sua temperatura raggiungerebbe i 1.000 gradi Celsius.‘, lui spiega.

visitato rin montagna in fiamme Nel 2014 era nella sua lista di viaggi sul campo.

Sotto questa terra bianca e rossa c'è un gigantesco fuoco antico (Beruthiel / Wikimedia, dominio pubblico)
Sotto questa terra bianca e rossa c’è un gigantesco fuoco antico (Beruthiel / Wikimedia, dominio pubblico)

A differenza di un tipico fuoco, Fuoco di giacimento di carbone che brucia sottoterra, il che significa che non c’è fiamma e sembra più una brace di un barbecue che un tipico fuoco di carbone. Non deve essere confuso con i più drammatici incendi di gas di carbone, che sono noti per incendiare i corsi d’acqua.

READ  Google Pay: risparmia, paga e gestisci

L’incendio della montagna di Wenjin è attualmente infuriato intorno 30 metri sottoterra e muovendosi verso sud ad una velocità di circa 1 metro all’anno.

Il parco naturale in cui si trova è aperto ai turisti che hanno poche prove della sua esistenza Fumo, cenere bianca e terra calda al tatto, rocce gialle e rosse scolorite e un odore sulfureo che emanava da sotto terra dai minerali sotto la montagna cotti dai fuochi sotterranei. Qualcosa, però, è quasi invisibile ad un occhio poco allenato.

Ma anche se ora è quasi invisibile, il percorso che ha preso l’incendio può essere visto dopo un’indagine più attenta, usando Aree bruciate di recente ricoperte di cenere e prive di vita vegetale.

Reserva Natural, Montagna Ardente in Australia
Reserva Natural, Montagna Ardente in Australia

“Davanti al fuoco dove non sei arrivato, puoi vedere questa bellissima foresta di eucalipti. Dove c’è il fuoco ora non c’è assolutamente nulla di vivo, nemmeno l’erba”, dice Rin. “E dove è scoppiato l’incendio 20 o 30 anni fa, la foresta è tornata, ma è una foresta diversa, l’incendio ha formato il paesaggio”.

Molti incendi dei giacimenti di carbone, specialmente quelli in India, Cina e Stati Uniti, sono causati dall’intervento umano, come l’estrazione del carbone. Per esempio Il famigerato incendio sotto Centralia, in Pennsylvania, la città ora deserta che ha ispirato Silent Hill, che Brucia da quasi 60 anni.

Ma questo è solo un battito di ciglia rispetto a migliaia di anni fa Montagna in fiamme.

Chi ha appiccato il fuoco?

È interessante notare che nessuno è sicuro del motivo per cui si è acceso per primo.

READ  Un piccolo ordigno incustodito ha investito un gruppo di manifestanti che stavano bloccando una strada: i morti sono cinque

Il primo avvistamento europeo documentato risale al 1828. Quando un lavoratore locale ha annunciato di aver scoperto un vulcano nella zona del monte Wengen.

Un anno dopo, nel 1829, Il geologo reverendo CBN Wilton ha concluso che il presunto vulcano era in realtà un incendio di un giacimento di carbone. Da allora, le misurazioni hanno dimostrato che il corso del fuoco copre circa 6,5 ​​chilometri, Il che indica che è durato almeno 6000 anni. Ma a parte questo, nessuna indagine ufficiale è stata condotta nella zona.

Il sito è considerato sacro dalle guardie tradizionali, il popolo Wanaruah, che lo usavano per cucinare e per fabbricare armi. Le loro storie originali raccontano di una vedova le cui lacrime hanno appiccato il fuoco, o della torcia del guerriero “malvagio” della sua famiglia sotto la montagna.

Secondo Wren, le cause naturali sono la fonte più probabile.

Dipinto del Monte Wengen di Emma Macpherson, 1833-1915 (Wikimedia Commons)
Dipinto del Monte Wengen di Emma Macpherson, 1833-1915 (Wikimedia Commons)

“Non si possono escludere interferenze antropogeniche, ma è molto probabile che siano cause naturali”, spiega. “Potrebbe essere un enorme incendio di fulmini che ha innescato un rigonfiamento. O potrebbe essere un’accensione autoriscaldante”.

L’accensione autoriscaldante si verifica quando il contatto con il carbone è abbastanza vicino alla superficie da consentire l’esposizione del carbone all’ossigeno. Se ci sono abbastanza giornate soleggiate e calde di fila – qualcosa che vedremo di più con il cambiamento climatico – la superficie del carbone diventa abbastanza calda da riscaldare il pezzo successivo nella cucitura, causando infine l’accensione.

Gli studi dimostrano che Il punto di autoriscaldamento del carbone può variare da 35 a 140 gradi Celsius.

READ  Morto "assassino di giochi di appuntamenti" sospettato di aver ucciso 130 persone

Forse la cosa più notevole è che anche l’età esatta dell’incendio è sconosciuta. I ricercatori hanno trovato prove che il fuoco stesso potrebbe aver bruciato per molto più tempo.

Non ha solo circa 6000 anni, ma almeno 6000 anni”.dice Rin. “Potrebbe avere centinaia di migliaia di anni.”

giacimento di carbone sotterraneo, riserva naturale di Burning Mountain
giacimento di carbone sotterraneo, riserva naturale di Burning Mountain

Questa guida non è pubblicata e non è stata sottoposta a peer review. Quindi va preso con cautela. Ma si aggiunge al mistero di questo fuoco poco studiato.

Quanto durerà il monte Wengen? Nessuno lo sa neanche; Non è noto fino a che punto si estenda il giacimento di carbone o dove andrà dopo. Al momento non mancano le scorte di ossigeno.

“Mentre il fuoco progredisce, la montagna si riscalda causandone l’espansione e la rottura, consentendo all’ossigeno di entrare in modo che il fuoco possa progredire. Il fuoco produce il proprio camino e il proprio rifornimento di ossigeno”, Mette in risalto.

“Può bruciare per migliaia di anni senza l’intervento umano”, finire.

Continuare a leggere: