Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Brasile: una settimana prima delle elezioni | Opinione

da Rio de Janeiro

Domenica prossimail due ottobre, 156 milioni di elettori brasiliani avranno la possibilità di eleggere un presidente. Secondo la normativa generale, vince il candidato che raggiunge la metà più uno dei voti validi (esclusi voti nulli, astenuti).

Se nessun candidato raggiunge questo punteggio, ci sarà Secondo round domenica 30.

Dalla ridemocratizzazione nel 1985, dopo 21 lunghi anni di dittatura militare, queste sono state le elezioni più importanti. Questo perché si oppongono Le forze democratiche si sono alleate con l’ex presidente di sinistra Lula da Silva (immagine) Contro l’estrema destra e l’attuale presidente sbilanciato Jair Bolsonaro, e un gruppo che oscilla tra opportunismo sconfinato, la destra più radicale e le sette evangeliche.

L’azienda brasiliana più redditizia al mondoLa Chiesa universale del Regno di Diocontinua, senza sosta, con l’estrema destra.

I cosiddetti partiti di “centro”, Chi è spesso accusato di svendersi, subisce l’ingiustizia.

Non sono in vendita, sono in affitto. Dalla democratizzazione, sono stati dalla parte di tutti i governi. Non hanno mai vinto quanto con Bolsonaro, ma sicuramente saranno con Lula nel prossimo governo.

Tensione e violenza

Un’altra caratteristica senza precedenti è il grado di tensione e violenza registrati, grazie all’incitamento di Bolsonaro ai suoi seguaci più estremi.

I due omicidi di sostenitori di Lula da parte di sostenitori di Bolsonario sono già stati registratiattacchi infiniti contro oppositori, giornalisti e funzionari elettorali che indicano Lula come la favorita.

Tutto questo spiega la paura di ulteriori violenze nell’ultima settimana, e anche cosa accadrà se Lula vincesse al primo turno o al secondo turno. Bolsonaro continua a insistere sul fatto che perderà solo per frode.

READ  Il conflitto tra Russia e Ucraina minuto per minuto | E hanno riferito che il bilancio delle vittime del bombardamento della stazione ferroviaria era salito a 50

Quel poco che viene menzionato è un altro punto.

Dopo aver perso al primo o al secondo turno, Bolsonaro avrà tre o due mesi in carica.

La grande domanda è:Cosa farà da qui al primo giorno del 2023 quando perderà il diritto di mettere il culo alla presidenza?