Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bosone W: I risultati contraddicono i modelli di fisica-scienza-vita

Il bosone è una delle particelle elementari in natura e ne esistono quattro tipi. W, che è un “messaggero” di una delle forze fondamentali dell’universo, ha dato la sorpresa, perché secondo i nuovi datiavrebbe più massa di quanto dovrebbe e questo va contro il modello standard della fisica.

Uno studio pubblicato da Science fornisce una nuova misurazione, due volte più accurata della precedente, della massa di W, risultato della ricerca condotta dalla Fermilab Collider Detector Collaboration (CDF), con la partecipazione spagnola, e ora dovrebbe essere confermato dai nuovi esperimenti.

La massa del bosone W ha una deviazione sorprendentemente ampia dalle previsioni del Modello Standard della fisica delle particelle, È il quadro teorico che descrive la natura al suo livello più elementare, sebbene sia noto per essere incompleto e presenta ancora carenze.

Per il Fermilab, vicedirettore del National Laboratory (Femilab, negli Stati Uniti), Joe Leeken, “Sebbene sia un risultato interessante, la misurazione deve essere confermata da un altro esperimento prima di poter essere completamente spiegata”.

Se questi nuovi risultati saranno confermati Possono evidenziare le aree in cui il Modello Standard necessita di miglioramenti o ampliamenti, o anche fornire una prima occhiata alla fisica al di là..

(Leggi anche: L’8% mancante del genoma umano rivoluzionerebbe la medicina.)

“Il valore sorprendentemente alto” della massa del bosone W “sfida direttamente un elemento chiave al centro del Modello Standard”, scrivono i fisici Claudio Campaniari e Martin Mulders, che non sono stati coinvolti nello studio in un articolo correlato.

Bosoni e fermioni sono particelle elementari, cioè i componenti più piccoli di tutto ciò che esiste. Il primo è ciò che fa interagire tra loro il resto delle particelle, la più famosa delle quali è la particella di Higgs, nota come “particella di Dio”, che aiuta ciascuna di loro a guadagnare massa.

READ  Questo è DeepWell, l'unione tra gioco e medicina

Il bosone W è una particella messaggera della forza nucleare debole, ed è una delle quattro particelle che governano il comportamento della materia nell’universo.È responsabile dei processi nucleari che fanno risplendere il sole e del decadimento delle particelle.

È uno dei parametri più fondamentali nella fisica delle particelle.

(Si consiglia: questo è 2022 GN1, un asteroide delle dimensioni di un autobus che è passato vicino alla Terra.)

Una statua gallo-romana è stata analizzata con il nuovo acceleratore di particelle al Museo del Louvre a Parigi.

Foto:

Christophe Petty / EFE

Il team di ricerca ha analizzato i dati raccolti, tra il 1985 e il 2011, in quasi un decennio, dall’acceleratore di particelle Tevatron della CDF, che è composto da un team internazionale di 400 ricercatori.

Ci sono voluti molti anni per rivedere tutti i dettagli e le verifiche necessarie. Giorgio Chiarelli dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN-Pisa) ha dichiarato:

Il risultato è un importante contributo alla validazione dell’accuratezza del Modello Standard.

“Ora spetta alla comunità di fisica teorica e ad altri esperimenti seguire e far luce su questo mistero”, ha affermato David Toback della Texas A&M University.

(Continua a leggere: Storie dall’universo: Requiem per stelle lontane)

Collisore di ioni pesanti relativistici

Il RHIC (Relative Heavy Ion Collider), il secondo acceleratore di particelle più attivo del pianeta (superato solo dal CERN LHC).

Foto:

Laboratorio nazionale di Brookhaven

“Se la differenza tra il valore sperimentale e il valore atteso risulta da una sorta di nuova interazione tra particelle o interazione subatomica, che è una delle opzioni, Ci sono buone probabilità che sia qualcosa che può essere scoperto in esperimenti futuris.” EFE

READ  Robot esegue il primo intervento chirurgico di successo senza assistenza o guida umana | tecnologia | macchina | Hopkins | Medicina | Salute | internazionale | tecnologia

Più notizie

Hanno trovato 5.500 nuovi virus a RNA che abitano le acque degli oceani.

– I ricercatori hanno trovato fossili di rettili volanti in Cile.

La morte dell'”agente chiave per le pulizie” nell’incidente di Chernobyl.

– Il medico che vuole cambiare la percezione della morte nel XXI secolo.

– Tempesta solare “cannibali”: cos’è e in che modo questo fenomeno colpisce la Terra?