Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Borsa spagnola: Ibex 35 da pagare a Caboose | Affare

Il quadro stabile di quest’anno del mercato azionario spagnolo lo colloca all’ultimo posto in termini di redditività rispetto ai mercati circostanti. L’Ibex 35 mostra un guadagno su base annua del 7,4% (dati fino a giovedì scorso), rispetto al 20,8% dell’Euro Stoxx50 o al 22,9% dell’Italia, al 27% di Parigi o al 27,6% dell’S&P statunitense. 500, tra gli altri.

Ma questo comportamento relativamente negativo del mercato azionario spagnolo, e quindi del prezzo delle sue società, non è una novità. Il mercato spagnolo si sta comportando peggio dei suoi coetanei da più di un decennio, e le ragioni di questa tendenza sono molte e varie. Il valore combinato del mercato si è a malapena spostato nel corso degli anni. A fine 2012 il valore del mercato azionario spagnolo ammontava a 945.000 milioni di euro e chiudeva il 2020 con un capitale di 948.000 milioni di euro. L’amministratore delegato di Bolsas y Mercados Españoles (BME) Javier Hernani si è congratulato pochi giorni fa – in occasione della presentazione annuale del bilancio di mercato – che anche quest’anno il mercato azionario ha superato il miliardo di euro di valore.

Abbondante su questa idea, Alfredo Echevarria Otegui, direttore dell’analisi presso l’Istituto spagnolo di analisti finanziari (IEAF), ha effettuato un calcolo in cui la redditività dell’Ibex 35 era del 73% inferiore a quella ottenuta nell’S&P 500 e 46 inferiore a quella rapporto registrato prima di Euro Stoxx50 negli ultimi dieci anni. I dati mostrano che investire nel mercato azionario spagnolo è stato un business molto scarso rispetto alle opportunità in altri mercati. In un lasso di tempo così lungo, è impossibile trovare un momento in cui la Borsa spagnola si distingua dal resto.

READ  Alcuni paesi dovrebbero cessare di esistere?

Diego Jimenez-Barracín, direttore dell’analisi presso Deutsche Bank in Spagna, ritiene che la chiave per spiegare questo IBEX 35 sia sempre dietro il forte peso che il settore bancario ha avuto nell’indice in questi anni e le due crisi finanziarie che hanno colpito queste società nel 2008 e nel 2012. “Potrebbe cambiare. In breve tempo, da ostacolo a virtù, i tassi si stabilizzano o aumentano, come previsto, e stimolano la crescita. Ha spiegato che le banche sono tra i settori più raccomandati per il 2022 a causa del previsto aumento dei loro profitti.

Un altro settore che ha avuto un anno negativo in borsa, nonostante la brutale escalation dell’energia, è il settore elettrico a causa degli sviluppi normativi. Alcuni dei cambiamenti normativi che gli esperti concordano sono una causa di comportamenti scorretti del mercato azionario per le aziende elettriche nel 2021. Javier Niederleitner, professore presso l’Istituto per gli studi di mercato azionario (IEB), spiega che “il denaro fugge dall’incertezza e dalla percezione di una legislazione non stabile che spaventa investitori stranieri.” ”, che, a suo avviso, mostra anche preoccupazione per la crescita del debito pubblico e la presenza di persone unite che possiamo nel governo di coalizione.

Alcuni investitori stranieri sono responsabili della metà delle operazioni quotidiane nel mercato spagnolo. Dal punto di vista di un grande investitore come una compagnia di assicurazioni o un fondo pensione, “quando si tratta di investire i propri soldi nell’Europa meridionale, hanno ovviamente scelto l’Italia rispetto alla Spagna”, afferma Niederleitner. La nomina dell’ex capo della Banca centrale europea, Mario Draghi, come capo del governo italiano dimostra all’esperto Ieb, la migliore performance della Borsa di Milano rispetto alla Borsa di Madrid.

READ  Nuveen ha preso d'assalto la Spagna con un massiccio acquisto di energie rinnovabili

Conosci in profondità tutti gli aspetti della moneta.

Partecipare

Alfredo Echevarria guarda indietro e vede lo sviluppo dell’economia negli ultimi anni come essenziale nell’analizzare la bassa redditività del mercato azionario spagnolo e i rendimenti, come Diego Jiménez-Albarracín, che hanno influenzato il corso futuro della politica spagnola. di procedure. Secondo i suoi calcoli, il PIL cumulato negli ultimi dieci anni è diminuito dell’1,3% in Spagna, mentre è cresciuto nell’area dell’euro del 5,2% e negli Stati Uniti di 17,5 punti percentuali. Se il periodo viene ridotto a cinque anni, la Spagna perde l’1,2%, a fronte di un aumento dell’1,2% nell’eurozona e del 5,8% dell’economia statunitense.

America Latina

Di recente hanno dipinto un brutto periodo sugli investimenti della Spagna in America Latina. L’esperto IEB osserva che gli investitori stranieri considerano l’Ibex 35 un termometro per queste economie. Sia il 2020 che il 2021 sono stati particolarmente negativi per il Brasile o il Messico, dove le grandi società spagnole quotate hanno una presenza importante e da dove ricevono gran parte delle loro vendite e profitti. Ma Jiménez-Albarracín lo considera una cosa temporanea, poiché questi investimenti torneranno ad essere un’attrazione per gli investitori quando queste economie miglioreranno. Il direttore degli studi IEAF ha rilevato la necessità di una diversificazione geografica delle multinazionali verso l’Asia, la regione con i più alti tassi di crescita, mitigando così “l’attuale sovraesposizione delle economie latinoamericane”.

Ma l’indice ha anche altre importanti carenze che riflettono, solo in parte, l’economia spagnola. A Ibex mancano più società tecnologiche, che ora sono riassunte in Indra e Amadeus. Sebbene il settore del turismo abbia sofferto della pandemia, il direttore dell’analisi presso Deutsche Bank ritiene che “l’attività economica che rappresenta tra il 10% e il 12% del nostro PIL ha solo IAG, Aena, Meliá e parte di Amadeus nell’indice”, ha conclude. Alfredo Echevarria vede il mercato azionario come privo di valori di crescita come la tecnologia o il consumo ciclico. “Rappresentano solo il 25% dell’indice rispetto al 40% del peso Servizi E la sanità, il 15% delle società finanziarie e il 10% delle imprese appaltatrici, immobiliari e industriali».

READ  Il settore della moda e la sua importanza per le economie della Colombia e del mondo | Finanza | Economia

Trucco del divisore

In questa borsa spagnola con pochi valori di crescita, i suoi migliori asset si giocano con i dividendi (la parte dell’utile destinata all’azionista), che si attesta ancora su livelli di redditività del 5%. Dividendi che a volte vengono usati come pretesto per spiegare il peggior sviluppo del mercato spagnolo rispetto ad altri luoghi, perché ne abbassa il prezzo. L’unico mercato nel nostro ambiente che non lo sconta è il mercato tedesco con il suo indice DAX. EuroStoxx50 e S&P 500 agiscono entrambi come Ibex 35 e sottovalutano i pagamenti dei dividendi, quindi i loro rendimenti sono abbastanza comparabili.

BME calcola anche l’Ibex 35 inclusi i dividendi anno su anno. Nel 2015 ha chiuso a 23602 punti e si muove in questi giorni a 25254 punti. La sua redditività in questi sei anni è stata del 6,9%, mentre il tasso normale di Ibex 35 è diminuito del 12,9% nello stesso periodo. Un indicatore che deve essere preso in considerazione per un investitore che ha un fondo azionario spagnolo perché la rivalutazione deve essere aggiunta a quei guadagni che riceve anche il gestore del fondo.