Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bolsonaro ha ricevuto la “cittadinanza onoraria” per una città governata dalla Lega Salvini | Una decisione controversa del sindaco di Anguillara Veneta nel nord-est d’Italia

Da Roma

“Presidente del Brasile, Jair BolsonaroChe ha lasciato un orribile ricordo tra i giornalisti la cui visita a Roma è stata seguita dal G-20 per le botte e le botte ricevute dalla sua guardia del corpo, lunedì si è distinto come “cittadino onorario”. La città di Anguillara Veneta in Veneto (Nordest Italia), da cui proveniva la sua famiglia che vi abitava alla fine del XIX secolo. E con il Veneto, pare, Bolsonaro abbia avuto una relazione sentimentale non solo per le sue origini familiari ma anche per altre coincidenze dovute a La regione è governata principalmente dal centrodestratra quelle parti Condotto da Matteo Salvini.

È stata la sindaca di Anguillara Veneta, Alessandra Bosso, della Lega, a concedere la cittadinanza onoraria al presidente brasiliano e ad invitarlo anche a un pranzo in suo onore con altri membri del comune e la sua festa presso la residenza Villa Arca a Gerusalemme. “Immagino che tu possa vedere che sono eccitato. Dio ha voluto che fossi presidente del Brasile e ora onoro la mia famiglia. Grazie per questa ospitalità. Questo mi influenzerà per il resto della mia vita”, ha detto Bolsonaro dopo aver ricevuto la cittadinanza .

Durante il pranzo, è uscito dall’edificio per salutare i suoi quasi 100 follower, che hanno applaudito e posato per le foto con lui. Tra loro ci sono molti brasiliani che vivono nel Veneto. ma Anche gli avversari di Bolsonaro hanno manifestato in piazza Matteotti ad Anguillara Veneta, compresi i membri della Lega Nazionale dei Partigiani (coloro che combatterono segretamente contro l’occupazione nazifascista dell’Italia durante la Seconda Guerra). “Non basta che il nonno di Bolsonaro, Vittorio, sia nato ad Anguillara nel 1878 ed emigrò in Brasile con la sua famiglia quando aveva 10 anni”, affermano in un comunicato. “Ma secondo il Comune di Anguillara, è sufficiente essere un cittadino di questo luogo perché anche se è un criminale, potrebbe essere un cittadino onorario”.

READ  L'economia delle Canarie è scesa del 15% nel primo trimestre dell'anno

Lunedì pomeriggio, Bolsonaro aveva programmato di visitare la famosa chiesa di San Antonio da Padova, ma la manifestazione davanti a quella chiesa ha coinvolto circa 200 studenti e giovani (altri ne parlano 500) e la repressione con i rubinetti dell’acqua sparati dalla polizia, a quanto pare gli ha fatto cambiare idea. Stranamente, la diocesi di Padova ha chiarito in una dichiarazione che non avrebbe ricevuto ufficialmente Bolsonaro e che si sentiva un po’ vergognoso che gli fosse stata concessa la cittadinanza onoraria quando così tante voci di sofferenza sono arrivate alla chiesa dal Brasile.

Matteo Salvini non era a pranzo con il sindaco Poso e Bolsonaro. Martedì, invece, il leader della Lega spagnola lo accompagnerà a Pistoia (regione Toscana) per visitare il cimitero brasiliano nel comune di San Rocco. “Sono molto felice e orgoglioso di onorare i soldati brasiliani morti nella seconda guerra mondiale perché hanno dato la vita per liberare l’Italia dall’occupazione nazista”, ha detto Salvini alla stampa. Sull’incontro con Bolsonaro ha aggiunto: “Per me sarà anche l’occasione per ribadire la profonda amicizia che lega l’Italia al Brasile” e “lo ringrazio per aver restituito il terrorista comunista Cesar Battisti” fuggito in Brasile quando era ricercato . In Italia e vi ho vissuto molti anni.

Nel cosiddetto cimitero brasiliano, accanto al monumento che ricorda i defunti, infatti, si trovano solo le spoglie di un ignoto soldato brasiliano, perché in tutti questi anni sono state successivamente trasportate in Brasile le spoglie di 500 soldati qui morti.

G20 e COP26 per Bolsonaro

Secondo alcuni giornali, alla riunione dei vertici del Gruppo dei Venti (i 20 Paesi più avanzati del mondo) tenutasi a Roma il 30-31 ottobre, Bolsonaro era completamente isolato. Non ha avuto né incontri bilaterali né incontri di cortesia, Come hanno fatto altri leader, ad esempio con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e anche con papa Francesco in Vaticano. Né Bolsonaro ha tenuto una conferenza stampa sulle sue conclusioni per il G20, cosa che hanno fatto molti dei suoi colleghi. I giornalisti brasiliani che lo hanno seguito hanno affrontato una situazione difficile quando sono stati picchiati vicino all’ambasciata brasiliana a Roma da diversi uomini delle guardie del corpo del presidente. Alcuni sono stati spinti e picchiati, un altro braccio è stato spinto con la forza e il suo telefono gli è stato strappato via perché stava filmando il presidente quando è arrivato all’ambasciata e hanno cercato di fargli alcune domande. Alcuni di questi giornalisti hanno sporto denuncia alla polizia italiana.

READ  Il caffè speciale in Ecuador ottiene una migliore reputazione e alti prezzi internazionali | Economia | Notizia

Bolsonaro ha però rilasciato un’intervista al canale tv SkyTg24, nella quale ha confermato, tra l’altro, che il suo governo aveva fornito più di 20 milioni di dosi del vaccino contro i decessi, quando il suo Paese conta 210 milioni di abitanti. “Posso dire che il Brasile sta facendo molto bene su questo tema”, ha detto. Per affrontare la crisi economica durante la pandemia, “penso di essere stato l’unico capo di stato al mondo che si è opposto al blocco e al blocco totale”, osservando che governatori e sindaci hanno avuto l’opportunità di decidere in tal senso. “Purtroppo, la situazione creata da alcune di queste decisioni ha peggiorato notevolmente l’economia”. Tuttavia, ha affermato, il Brasile “è il Paese più sviluppato nella fase post-pandemia”.

E in Amazzonia, argomento aspramente criticato dal punto di vista ambientale, Ha sottolineato che “l’Amazzonia non prende fuoco. È una giungla umida. Brucia solo nelle aree oceaniche dove c’è stata la deforestazione illegale che stiamo combattendo”.

A differenza della maggior parte dei sostenitori del G-20 che erano a Roma, il. Bolsonaro non è andato a Glasgow (Scozia) è dove è iniziata una delle più importanti conferenze multinazionali sul cambiamento climatico, la COP26. Secondo un recente studio condotto dall’Università di Adelaide (Australia), dalle Università di Princeton (USA) e da Singapore, Tra i primi dieci paesi responsabili del degrado ambientale al mondo, il Brasile è al primo posto per deforestazione, Uso di fertilizzanti, numero di specie a rischio, a causa delle emissioni di anidride carbonica e dell’inquinamento delle acque. Seguono Stati Uniti, Cina, Indonesia, Giappone, Messico, India, Russia, Australia e Perù.