Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Biennale delle Macchine Utensili come sempre

Il Basque Country Star Show è in lavorazione da decenni e quest’anno sta tornando “forte” quest’anno, dopo che la pandemia si è fermata, con lo stesso potenziale di attrarre imprese che mai. È la BIEMH-International Machine-Tool Biennale, che apre i battenti domani, lunedì, alla sua 31a edizione, riunendo i maggiori produttori, importatori, distributori e buyer nel campo della manifattura avanzata, fino al prossimo venerdì, 17 giugno, presso la Centro Esposizioni Barakaldo di Bilbao.

Pausa nell’edizione precedente. | Foto: GM Martinez


Secondo l’organizzazione, sarà “uno degli incontri più importanti del calendario BEC nel 2022 e un grande evento per il settore”, che completerà un tour con le mostre parallele Addit3D-Fiera internazionale della produzione additiva e 3D, BeDIGITAL – Mostra sulla trasformazione digitale applicata al settore, conferenza sull’innovazione della manutenzione industriale IMIC e hub WORKinn-Talent.

All’evento saranno presenti tutte le aziende basche e navarre operanti in questi settori. Ma l’offerta si amplia con la presenza internazionale e, soprattutto, con le conseguenti sinergie tra tutte le aziende. Nello specifico, all’evento parteciperanno 1.446 espositori provenienti da 28 paesi. Tra questi, Germania, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea del Sud, USA, Finlandia, Francia, India, Italia, Giappone, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svizzera, Taiwan o Turchia, tra gli altri, trasformeranno BEC “in uno spettacolo tecnologico di alto livello”, sottolinea l’organizzazione

Aggiungono: “BIEMH presenterà la sua migliore edizione con una grande vetrina delle maggiori aziende, leader mondiali, che presenteranno un palco pieno di macchine e attrezzature in piena attività”. Saranno più di 3.400 macchine, prodotti, servizi e novità per migliaia di visitatori che parteciperanno a questo evento da tutto il mondo. Il concorso si presenta come “uno strumento business-to-business (B2B) per la comunicazione aziendale con molteplici opportunità di business e uno spazio di conoscenza con un’agenda di contenuti importante che amplierà la sua proposta di valore”.

READ  Economie. Il Partito popolare vuole che il Congresso costringa Aina ad adeguare gli affitti in modo che il traffico aereo possa essere ripristinato

Dietro BIEMH ci sono i regolatori Consortium of Machine Tools (AFM-Advanced Manufacturing Technologies) e BEC. Collabora inoltre con il governo basco e l’Associazione degli importatori di macchine utensili Aimhe.

manifattura avanzata

Euskadi è un riferimento globale nel settore e questa fiera è una calamita per le aziende di altri paesi. Hanno quindi partecipato rappresentanti di tutti i settori: macchine per avviamento, componenti e accessori, automazione e robotica, macchine per deformazione, utensili, misura, CAD-CAM e servizi accessori. “La loro combinazione fornirà tutti un viaggio attraverso l’intero tessuto dell’Industria 4.0 che sarà completato da mostre parallele”, sottolinea l’organizzazione.

D’altra parte, Addit3D-International Additive Manufacturing e 3D Fair presenteranno oltre 100 aziende espositrici leader, provenienti da 15 paesi, in quella che è considerata l’unica fiera professionale per il settore degli additivi nello stato. L’area espositiva presenterà quasi 230 prodotti, servizi e novità, che saranno rappresentati dai settori dei sistemi, macchinari avanzati, stampa 3D, attrezzature, stampanti, applicazioni industriali, materie prime, materiali di consumo, servizi di stampa 3D, software, scanner 3D, ricerca e sviluppo e formazione. Addit3D è organizzato dall’Associazione Addimat-Spagnola di Addimat-Associazione Spagnola di Tecnologie di Produzione Addimat e 3D e BEC, in associazione con il governo basco-Spri, e sponsorizzato da HP, Meltio e Pixel Systems.

La mostra BeDIGITAL Digital Transformation applicata all’industria presenterà le innovazioni tecnologiche di Big Data, Internet of Things, Blockchain, Intelligenza Artificiale e Robotica Collaborativa. Saranno presenti circa 120 espositori nell’edizione più partecipata e più contenuta fino ad oggi. Tra i momenti salienti di questa quarta edizione, la collaborazione con la GAIA-Association of Knowledge and Technology Industries nei Paesi Baschi e l’accordo raggiunto con l’acceleratore BIND 4.0 per consentire alle aziende di questa piattaforma di partecipare allo Startup Village nello spazio espositivo. Il concorso è organizzato da AFM-Advanced Manufacturing Technologies Cluster e BEC, in collaborazione con GAIA e il governo basco-Sprii; Oltre ai partner istituzionali Bizkaia-Beaz e Innobasque e agli sponsor Ekon, Lantek, Logitek e Weroi.

READ  Aggettivi: quando arte e denaro vanno di pari passo | Attività commerciale

Da parte sua, IMIC Industrial Maintenance Innovation Conference rifletterà sui principali temi della manutenzione predittiva e avanzata con specialisti di fama internazionale. La conferenza è organizzata da BEC e EasyFairs, partner Ondoan e SpanSet, oltre alla collaborazione dell’AEM-Spanish Maintenance Association, dei media e delle principali associazioni del settore.

Allo stesso modo, il WORKinn-Talent Hub sarà il nuovo concept che trasformerà questo evento in uno “sportello unico per i talenti, rispondente alle esigenze del settore in questo campo”. In questa occasione, altri spazi verranno aggiunti alla Career Fair con 157 offerte, come Learning, Networking, Industry, Arts, Knowing the Past, Inspiration e Success Story. Questo forum è organizzato da AFM Clúster e BEC e sponsorizzato dal governo basco, dal consiglio provinciale di Bizkaia e da Lanbide, il servizio basco per l’occupazione.

“In questo contesto in cui l’industria sta avanzando così rapidamente, è essenziale che diverse aziende o entità sappiano come identificare quelle tecnologie che possono servire al meglio i loro obiettivi in ​​modo che possano investire in essi. Il team organizzativo ha sviluppato una campagna completa per incoraggiare professionisti in visita che potranno trovare al BIEMH nuove macchine, tecnologie e chiavi per aumentare la competitività del loro business”, secondo i promotori della mostra che vola in BC.

esposizione

1.446

comp. La Biennale delle macchine utensili di quest’anno inizia domani, lunedì, e riunirà 1.446 espositori provenienti da 28 paesi, come Germania, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti, Finlandia, Francia, India, Italia, Giappone, Portogallo, Regno Unito , Repubblica Ceca, Svizzera, Taiwan o Turchia, tra gli altri.

3400

macchine. Più di 3.400 macchine, prodotti, servizi e novità distribuiti in tutti e sei i padiglioni del Centro Esposizioni di Bilbao possono essere visti per le migliaia di visitatori che parteciperanno all’evento da tutto il mondo.

READ  Il cancelliere Rafa Clement in visita a Cersaie

22%

distribuzione. La Biennale suddividerà la sua offerta tra startup di macchine (22%), componenti e accessori (20%), automazione e robotica (14%), macchine di deformazione (13%), utensili (12%), metrologia e CAD-CAM (9 %), servizi e altro (10%).

100

Paesi. La campagna per i visitatori pubblici è stata sviluppata in più di 100 paesi. Dopo la pausa registrata nel 2020, quando la data è stata finalmente posticipata e sospesa, si prevede un grande afflusso di visitatori.

Quindi

Il ruolo delle donne. La Rete Professionale delle Donne (PWN) parteciperà attivamente a questa edizione della Biennale delle Macchine Utensili con diversi eventi volti a ritrarre e promuovere il ruolo delle donne nel settore. Si compone di diversi convegni e tavole rotonde a cui parteciperanno donne che ricoprono incarichi di responsabilità nelle aziende. La presidente del PWN Anna Anduza, tra gli altri, parteciperà a un incontro con i consiglieri Arantexa Tapia e Beatriz Artolazabal.